Aprire un’agenzia per il disbrigo di pratiche

1° Puntata Avviare un'agenzia di servizi alle imprese ed alle persone fisiche

May 20, 2009 | Fare impresa

Facilitano i rapporti del cittadino con la burocrazia, fanno la fila agli sportelli al suo posto e svolgono il ruolo di intermediari nei rapporti tra professionisti, imprese e contribuenti, con la Pubblica Amministrazione. Sono le agenzie disbrigo pratiche amministrative, aziende di servizi che si occupano, letteralmente di “sbrigare” le tante pratiche burocratiche che ogni giorno pendono sulla testa dei cittadini.monitor-pc Imprese di servizi, dicevamo, che espletano pratiche rivolte a vari enti pubblici: Comune, Agenzia delle Entrate, Camera di Commercio, Inps, Prefettura, Tribunale, Catasto ed altri enti. Quella odiata fila che il cittadino dovrebbe fare per recarsi allo sportello di un ufficio per risolvere un disguido burocratico, la fanno gli operatori delle agenzie disbrigo pratiche, ma non solo.

Un consulente tecnico, una moderna azienda di servizi

Queste aziende ritirano e rilasciano anche certificati e visure di vari enti. Ad esempio: i certificati del Tribunale, copie di atti e sentenze, invece di essere il cittadino a fare la fila per richiederli è l’agenzia che tramite delega o procura, richiede, ritira e consegna i certificati al cliente. L’ambito operativo di questa particolare tipologia di imprese è talmente vasto, che permette di creare servizi di intermediazione anche per professionisti. Avvocati, commercialisti, notai, architetti, alle prese con un’elevata mole di impegni professionali, possono delegare il disbrigo di alcune pratiche alle agenzie. Gli avvocati possono rivolgersi alle agenzie per richiedere copie di atti e sentenze; i commercialisti per delegare l’espletamento di pratiche con la Camera di Commercio, a cui sono obbligate ad iscriversi le imprese, o con l’Agenzia delle Entrate, per tutte le formalità relative ad aperture e chiusure Iva e pagamenti vari. Spesso, le agenzie di disbrigo pratiche si confondono con la figura del commercialista. Anche lui espleta pratiche alla Camera di Commercio, all’Agenzia delle Entrate, infatti. Ma il commercialista è un libero-professionista iscritto all’Albo, le agenzie disbrigo pratiche amministrative sono delle imprese. Questa particolare tipologia di azienda, non ha ancora avuto un inquadramento giuridico vero e proprio. Un regio decreto del 1931 (Art. 115 R.D. 18.6. 1931, n° 773 “Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza”) stabiliva che per avviare un’agenzia disbrigo pratiche amministrative era necessaria la licenza di pubblica sicurezza rilasciata dalla Questura. Il D.lgs 31.3.1998 n° 112 D.P.R. 28.5.2001, n° 311 “Regolamento per la semplificazione dei procedimenti relativi ad autorizzazioni per lo svolgimento delle attività disciplinate dal testo unico delle leggi di pubblica sicurezza”; ha ristretto il campo di applicazione delle licenze rilasciate dalla Questura ad altre attività di agenzie, come le agenzie matrimoniali, rientranti, come le agenzie disbrigo pratiche, nella categoria delle agenzie d’affari conto terzi. A tal proposito si veda la descrizione dell’attività riportata nei siti dei comuni. Nel sito del Comune di Pesaro si legge la definizione di “agenzia d’affari conto terzi, dove si intende “ quell’ impresa che si offre come intermediazione nell’assunzione o trattazione di affari altrui, prestando la propria opera a chiunque ne faccia richiesta…”. Restano escluse dalla definizione quelle attività soggette a specifica normativa di settore, come le agenzie pratiche auto. La denuncia di inizio attività per alcune particolari agenzie d’affari, come le matrimoniali, pubbliche relazioni, recupero crediti è, come detto poco fa, di competenza della Questura. Anche le agenzie disbrigo pratiche, specie quelle costituite prima della semplificazione normativa del 1998, avviavano l’attività richiedendo il rilascio della licenza alla Questura. In seguito, questa autorizzazione è stata sostituita dalla semplice denuncia di inizio attività da presentare al Comune dove avrà sede l’impresa.

Una professione che deve continuamente aggiornarsi con il mutamento delle leggi e l’ammodernamento della Pubblica Amministrazione.

Avviare un’agenzia disbrigo pratiche amministrative, con questo quadro è molto semplice. Con la digitalizzazione della burocrazia, però, è diminuito il lavoro cartaceo ed è aumentato quello telematico. Questo non vuol dire che siano diminuiti il lavoro e le prospettive di offrire servizi a cittadini, imprese e liberi professionisti, anzi, parallelamente è cresciuta la necessità di una competenza specifica in ambito digitale, da parte degli operatori delle agenzie disbrigo pratiche. Dati certi sulla diffusione di queste imprese sul territorio nazionale, non è possibile trovarli, perché, si tratta, appunto, di aziende che non hanno ancora avuto un preciso riconoscimento giuridico.

L’associazione di categoria

card-pcL’associazione di categoria che raggruppa le agenzie che alleggeriscono i problemi del cittadino con la burocrazia, si chiama Unappa (Associazione nazionale, professionisti pratiche amministrative). L’Unappa, con sede a Milano, è stata costituita nel 1991 e tutela gli interessi delle agenzie associate , sparse in tutto il territorio nazionale. Le agenzie disbrigo pratiche svolgono un servizio di consulenza, ma, a causa della mancata regolamentazione normativa, si sono trovate a fronteggiare alcune criticità, come il diniego di poter trasmettere alcune pratiche telematiche, per via di una norma che individuava, come soggetti autorizzati alla trasmissione telematica di alcuni atti amministrativi, soggetti iscritti in appositi Albi Professionali o provvisti di specifica abilitazione. Non essendo state emanate normative oltre a quelle citate in questo servizio, anche il percorso di formazione professionale dell’imprenditore che svolge attività di disbrigo pratiche, non è ancora ben definito, ma trattandosi di attività di consulenza per pratiche burocratiche e fiscali, il percorso scolastico dell’aspirante imprenditore dovrebbe essere legato a studi che permettano una conoscenza in ambito amministrativo, fiscale ed economico. La formazione e la riqualificazione professionale degli operatori del disbrigo pratiche avviene, per le agenzie associate a queste associazioni di categoria, tramite le stesse associazioni che organizzano corsi su Firma Digitale e posta elettronica certificata; Registro Imprese e diritto societario; notificazione digitale; approfondimenti normativi legati alla Pubblica amministrazione ed ai suoi servizi ed altro. Non solo, l’evoluzione in senso tecnologico e consulenziale di questo lavoro, ha reso necessaria anche la conoscenza di argomenti come il marketing ed il problem solving. Molte pratiche, come abbiamo, già anticipato, si trasmettono per via telematica.

smart-card-stranieraMentre in passato bisognava recarsi allo sportello per presentare decine di documenti cartacei, debitamente sottoscritti, oggi i documenti, sempre debitamente sottoscritti dagli interessati, possono essere trasmessi allo sportello di un ente pubblico, per via telematica. E’ il caso di pratiche e pagamenti IVA e dichiarazioni dei redditi da presentare all’Agenzia delle Entrate e di pratiche di iscrizione, cancellazione, variazione di aziende e deposito atti, da presentare alla Camera di Commercio. Le pratiche da inviare alla Camera di Commercio utilizzano per la trasmissione telematica degli atti, un servizio on line, di accesso ai dati camerali, chiamato Telemaco. Telemaco è stato lanciato nel 2000, da Infocamere Spa, la società consortile di informatica delle Camere di Commercio Italiane che ha realizzato e gestisce il sistema telematico nazionale che collega tra loro le Camere di Commercio e le sedi distaccate. L’obbligo alla presentazione telematica delle pratiche camerali è stato esteso nell’agosto del 2008 anche alle imprese individuali. Abolite, dunque, le file agli sportelli. Con Telemaco, si può avere accesso alla banca dati del sistema camerale italiano, richiedere certificati e visure, presentare e depositare atti al Registro Imprese, pagando sempre on line i relativi diritti camerali. I documenti da inviare, vengono predisposti con un software realizzato sempre da Infocamere, il Fedra. Dopo averli scannerizzati e firmati digitalmente, il software li scarica su Telemaco per inviarli al Registro Imprese. La validità legale dei documenti inviati viene attestata dalla firma digitale, ovvero il nominativo ed il codice fiscale di chi sottoscrive, apposto tramite la Smart Card, un dispositivo simile ad una carta di credito, munito di microchip che inserito in un apposito lettore, appone sul documento la firma elettronica, attestando l’identità dello scrivente. La Smart Card viene rilasciata dalle Camere di Commercio e da enti certificatori appositamente autorizzati. Sono autorizzati soggetti pubblici , privati ed ordini professionali. Anche le agenzie disbrigo pratiche, se associate ad enti di certificazione o associazioni di categoria inserite nel pubblico elenco dei certificatori tenuto dal CNIPA, possono diventare uffici autorizzati ad emettere la Smart Card. Tecnicamente si chiamano Uffici Rao ( Uffici di registrazione autorizzati). Gli uffici Rao, emettono e rinnovano, senza necessità di intermediari, le Smart Card per la firma digitale. Professionisti icritti all’Albo, privati cittadini ed imprese possono accedere alle banche dati delle Camere di Commercio, ma la tecnologia, il numero di pratiche che è possibile gestire, rendono sempre necessaria la presenza di operatori professionali che si occupino di queste nuove “incombenze” telematiche. Non a caso, stiamo parlando di attività nel settore del disbrigo pratiche. E siamo solo all’inizio.

Rosalba Mancuso

Fonte dell’immagine:

http://www.flickr.com/photos/psd/6373822/

http://www.freefoto.com/preview/04-20-15?ffid=04-20-15&k=802.11b+Wireless+PC+Card

http://www.freefoto.com/preview/04-04-25?ffid=04-04-25&k=Office+with+TFT+Screens

Articoli correlati:

Altri articoli :

Leave a Reply

Chi siamo

Affaripropri pubblica foto e video presi dalla Rete Internet facendo attenzione a non violare diritti d'autore.

Nel caso ravvisiate utilizzo improprio di testi ed immagini, scriveteci e provvederemo immediatamente alla rimozione del materiale.