Avviare un business center ; 3° puntata.

luglio 10, 2009 | Fare impresa

(continua dalla 2° puntata) http://affaripropri.com/2009/06/avviare-un-business-center-2%c2%b0-puntata/

segretariavirtuale2

Avere a disposizione un ufficio elegante, ben arredato e dotato di tutti gli accessori per lavorare e crescere professionalmente, è il sogno di tutti: imprenditori, liberi professionisti e non solo. Un business center oltre al virtual office, fa anche questo: affitta o meglio noleggia, per un giorno, un mese o per il tempo richiesto dal cliente, un ufficio dotato di tutti i comfort. In ogni parte d’Italia e del mondo. Si tratta del servizio di uffici arredati a tempo, temporary office o day office, per usare i relativi termini inglesi. Per capire meglio il quadro descrittivo di questo ulteriore servizio, offerto sempre dai business center, riportiamo, oltre al seguito dell’intervista realizzata agli imprenditori del settore: i due Gianluca, Mastroianni e Pollesel, anche il parere di Sergio Carpentieri, amministratore delegato di Executive Service , il network di business center con sede centrale a Milano e diverse filiali sparse nelle principali città italiane. “ Per la verità- spiega Carpentieri– il core- business del nostro settore è proprio il servizio di ufficio arredato a tempo. Abbiamo iniziato nel 1972 a Milano e nel 1977 a Roma. Il virtual office è un termine troppo abusato, che rappresenta a latere, un’ ulteriore evoluzione dell’ufficio arredato, con la possibilità di gestire le chiamate per conto del cliente, avere la domiciliazione postale a distanza. Ma originariamente siamo partiti con l’ufficio arredato a tempo, ovvero mettere a disposizione del cliente che ha necessità di concludere affari o gestire contatti in sedi diverse da quella in cui abitualmente opera, un ufficio attrezzato di tutto il necessario, per un giorno, come per un mese.” In Italia il noleggio di uffici arredati è diventato anche un marchio fondato nel 2005 da Gianluca Mastroianni, amministratore unico di MB Center che insieme a Gianluca Pollesel di Ufficio Virtuale, ci ha rilasciato un’intervista di cui riportiamo il seguito, ringraziando lui, ed i colleghi Pollesel e Carpentieri, per la gentile disponibilità a rispondere alle nostre domande.

segretaria virtuale

Cos’è e come funziona il servizio di noleggio di uffici arredati a tempo?

Mastroianni: Ufficiarredati.it TM, è un mio marchio ed un mio progetto nato nel dicembre 2005, MB Center ne fa parte con altri 54 Business Center. Si tratta di un network commerciale a cui i clienti possono rivolgersi per richiedere il noleggio temporaneo di uffici. La sede centrale è a Modena. Attraverso uffici arredati il cliente può trovare la disponibilità di un ufficio a tempo in diverse città italiane ed in Svizzera”. Se il cliente cerca un ufficio temporaneo a Modena, può rivolgersi a Mb Center , se cerca una sede ad esempio a Bari o in Svizzera, contatta, invece, il network uffici arredati, che grazie ai business center affiliati fornirà la sede più adatta richiesta. Siamo operativi su 13 regioni italiane oltre al Canton Ticino in Svizzera. Offriamo oltre 800 uffici arredati e 110 sale riunioni, per una superficie di oltre 47.000 metri quadri”.

Carpentieri: Executive Service è affiliato ad Alliance business center, il network internazionale che consente di noleggiare uffici a tempo in ogni parte del mondo. Se un cliente vuole affittare un ufficio all’estero presenta la sua richiesta ad Executive Service che la inoltra al nostro referente in Olanda, che, a sua volta, provvederà ad individuare l’ufficio estero richiesto dal cliente”.

Ad Alliance business center è affiliato anche Ufficio Virtuale diretto da Gianluca Pollesel, presidente nazionale dell’associazione di categoria Aniur.

Pollesel: A Padova, dove ha sede il mio business center, abbiamo anche costituito con l’Ascom, un piccolo sindacato che raggruppa tutti gli operatori di business center (ovviamente aderenti ASCOM) del territorio, con l’obiettivo di promuovere la cultura del servizio Ufficio arredato ed Ufficio virtuale a Padova. Se si vuole si può visitare il sito: www.grup.biz.

day office

Parlando con i dirigenti dei centri, è anche emerso che l’offerta base o minima del servizio può essere costituita solo dalla risposta telefonica personalizzata. Tutto dipende dal tipo di cliente e dalle sue esigenze; dal numero di chiamate che riceve, dal movimento di segreteria. Più l’azienda cliente è avviata e movimentata più numerosi sono i servizi che essa può acquistare. Quando diciamo virtual office, si sarà capito, usiamo un termine esemplificativo, perché il “pacchetto” di servizi può comprendere anche prestazioni extra, tipiche del lavoro di segretariato, traduzioni, composizione lettere; servizio agenda ed altro, oltre al noleggio di uffici a giornata che abbiamo appena descritto.

E’ possibile quantificare il giro d’affari di un business center?

Pollesel: Sempre da una ricerca Aniur, sono dati di due anni fa, è emerso che il 68% dei business center ha un fatturato tra zero e 300 mila euro: meno di 100 mila il 34,10%; tra 100 e 300 mila un altro 34%. L’11% del fatturato è dato dall’ufficio virtuale; il 63% dall’ufficio arredato ed il resto da altri servizi”.

In Italia quali sono le aree a maggiore diffusione di business center?

Pollesel: Roma al primo posto, seguono Milano e Torino. Il primo business center della capitale è stato Executive Service del collega Sergio Carpentieri.”

Dunque si lavora tanto a Roma?

Carpentieri:Roma ha una maggiore presenza di centri, ma una minore disponibilità di sedi da noleggiare. Milano, ha meno centri, ma una maggiore disponibilità di sedi da offrire ai clienti.

Come mai?

Carpentieri: Il motivo è presto detto. Milano è la capitale degli affari e della finanza, dove avviene il maggior numero di transazioni commerciali, dove sbarcano i business man dall’estero, infatti un nostro business center a Milano è tre volte più grande di uno di Roma.

Che profilo ha un business center dal punto di vista fiscale e giuridico?

Pollesel: Un business center è un’impresa di servizi che si rivolge esclusivamente ad aziende e professionisti. Dal punto di vista della natura giuridica è sempre preferibile la Srl, a parte per le tutele del caso, anche per il tipo di investimenti in attrezzature che devono essere fatte. Non ho particolari suggerimenti sulla tenuta della contabilità perché la cosa dipende ovviamente dal giro d’affari.

Mastroianni: La liquidazione iva dipende dal volume di fatturato del centro.

Tutte le fatture hanno iva detraibile e costi totalmente deducibili, e questi sono aspetti positivi.

A quali tipologie di finanziamento attinge un’impresa come la vostra?

Mastronianni: Capitale di rischio principalmente, finanziamenti dalle banche o da consorzi fidi poi dopo l’avvio il centro deve auto sostenersi. Per finanziamenti intendo sia prestiti che operazioni di leasing.

Pollesel: E’ un’impresa privata e si finanzia con denaro privato, tutto a rischio dell’imprenditore. Ciò non vuol dire che non si possa accedere a fondi rotativi, incentivi per l’imprenditoria femminile, incentivi per zone obiettivo ecc.

Carpentieri: Executive Service, invece, è una Società per Azioni.

Come definireste il vostro lavoro?

Mastroianni: Io personalmente definisco il Business Center un centro servizi al servizio delle imprese.Io sono un commercialista che si è reinventato un lavoro prima come gestore di centro uffici e poi come ideatore e coordinatore di ufficiarredati.it. Per capire la mia definizione suggerisco di dare un’occhiata a questo link

http://www.scribd.com/doc/13010811/Open-Day-Pmi-Vasto-27-02-09-Ufficiarredati-Gianluca-Mastroianni..

I business center si stanno diffondendo anche nel Sud Italia. in Campania, ad esempio, è stata avviata Segretaria in linea, azienda che propone servizi di segreteria virtuale.

Rosalba Mancuso

Fonte delle immagini:

www.ufficiovirtuale.it

Articoli correlati:

  • Avviare un business center : 2° puntataAvviare un business center : 2° puntata Un virtual office non è un servizio di call center o una forma di telelavoro: a distanza sì, ma non nei modi in cui generalmente lo si immagina. Abbiamo carpito questi aspetti […]
  • Avviare un business centerAvviare un business center Avviare un’impresa, al giorno d’oggi, rappresenta una sfida sempre più costosa. Diciamo che per molti l’investimento economico da mettere in campo per creare un’attività, è un ostacolo ed […]
  • Intanto Internet Avanza…..Intanto Internet Avanza….. Ci sono volute le ultime elezioni americane, con l'impiego massiccio di Internet nella campagna presidenziale, per sentirci dire dai media tradizionali, quanto Internet influisca in […]
  • Imprenditoria femminile :Scheda apertura piccolo centro servizi/call center. Prima parteImprenditoria femminile :Scheda apertura piccolo centro servizi/call center. Prima parte Premessa : Aprire un'impresa per gestire in outsourcing servizi di telemarketing per conto di piccole e medie aziende puo' essere un'idea per mettersi in proprio, sulla base di […]
  • Aprire un’impresa : avviare un asilo nidoAprire un’impresa : avviare un asilo nido Aprire un asilo nido Conciliare lavoro e famiglia per le donne non è mai facile, e ancor più difficile è reinserirsi nel mercato del lavoro dopo aver messo al mondo dei figli, anche a […]
  • Avviare un piccolo call center. Seconda Parte.Avviare un piccolo call center. Seconda Parte. Prosegue il nostro viaggio nel mondo della creazione di imprese in “rosa” nel settore dei call center. Prima di addentrarci sul tema delle opportunità di finanziamento, per questa […]

Altri articoli :