BUSINESS TERRITORIALE: Analisi di case history nella promozione di alcune località, attraverso forme di marketing territoriale e/o iniziative di business territoriale.

luglio 9, 2009 | Business territoriale

images torre del lago

Cosa hanno in comune San Giovanni Rotondo, Torre del lago, Castelnuovo del Garda, Orio al Serio ed altre centinaia di località?

Sono di fatto realtà geografiche periferiche; alcune erano (ed in parte lo sono ancora) piccoli comuni od addirittura frazioni.

Durante tutto l’arco dell’anno, specie nei periodi estivi, capita a tutti noi di venire a conoscenza di date e località che sono diventati un punto di riferimento per una determinata moda o per un evento specifico.

Addirittura ci sono piccoli paesi o frazioni che sono diventati simbolo di un determinato evento o manifestazione; comunità che al di là della notorietà dovuta all’evento, rimarrebbero solo delle piccole località sconosciute.

imagesorioalserio

I nomi di alcuni luoghi sono legati a destinazioni turistiche, religiose, centri commerciali; altri sono snodi logistici ed hanno visto nascere intorno ad una struttura nata pochi anni prima, un grande (o almeno importante, visto le dimensioni della località) business di servizi legati alla ricettività ed al commercio che hanno di fatto moltiplicato il numero degli occupati e delle aziende su quel territorio, andando a trasformare in maniera determinante, la natura ed il panorama, non solo ‘visivo’ , ma soprattutto economico di quell’area.

Autonomia dei territori e strategie di marketing territoriale.

Con la tendenza sempre più marcata dei territori a portare avanti una propria vocazione economica autonoma, sviluppare strategie di marketing locale, legate a progetti di business territoriale, diventa sempre più importante.

Con questa rubrica, cercheremo di capire come si crea un business territoriale; come si parte con la creazione di un evento che poi riversa il suo ‘ritorno’, in terrmini di immagine e di business su quel territorio, sede quell’evento periodico o di quella infrastruttura.

images

Nelle prossime uscite di questa rubrica, approfondiremo alcuni esempi di business territoriale.

Nella maggior parte dei casi l’iniziativa che da avvio ad un determinato evento o di una grande infrastruttura, parte dall’impulso di imprenditori o di associazioni che indirettamente poi vanno a creare un enorme ritorno di servizi collaterali sul territorio, dando inizio di fatto ad una iniziativa di marketing territoriale importante.

In alcuni casi (specie nello sviluppo di importanti infrastrutture), troviamo che l’iniziativa di istituzioni, enti locali, banche ed altre ‘autorità’ si affianca a quella di privati.

Esiste un modello standard di business territoriale?

Fra le varie centinaia di esempi di business territoriale che possono essere presi ad esempio, i punti in comune sono moltissimi. Più difficile è definire un unico modello standard.

Per la verità, la maggior parte delle iniziative che negli ultimi anni sono nate, non hanno seguito piani o strategie ma sono frutto dell’impulso di singoli imprenditori o di associazioni, poi in seguito al successo di queste azioni, si è sviluppato un insieme di iniziative collaterali e un coordinamento a cui enti locali e associazioni imprenditoriali hanno partecipato.

Appuntamento alla prossima uscita con l’analisi di un primo esempio.

Fonti immagini

www.twenga.it

www.alberghi-in-italia.it

www.viareggino.com

Articoli correlati:

Altri articoli :