Vendere professionalmente su Ebay: quello che c’è da sapere – 3° parte

luglio 22, 2009 | Uncategorized

Dal momento che abbiamo la disponibilità della merce, il problema principale diventa quello di creare le inserzioni e scegliere le modalità di vendita. Su grandi quantità di prodotti è preferibile di gran lunga aprire un negozio Ebay, sia per una questione di credibilità nei confronti degli acquirenti, sia perché permette è uno strumento piuttosto duttile e adattabile alle nostre esigenze e alla fine i costi, su quantità consistenti di prodotti, sono minori rispetto alle normali inserzioni.Empty shopping cart

Al di là di questa scelta, per mettere in vendita un oggetto, con qualsiasi tipo di inserzione, sia essa asta, “compralo subito” o tramite negozio ci sono alcuni criteri da seguire. Occorre innanzitutto scattare alcune fotografie del prodotto. Una qualsiasi fotocamera digitale può andare benissimo, l’importante è che le foto siano nitide e che mostrino con chiarezza la merce. Per questo è bene scattarle da varie angolazioni e mostrare anche la confezione. Teniamo presente che nella nostra carriera di venditori troveremo senza dubbio acquirenti “problematici”, quindi più informazioni diamo sull’oggetto in vendita, meno contestazioni riceveremo. A proposito delle immagini è bene che siano realizzate da noi e non riprese da altri per due ragioni: evitare problemi con il copyright e mostrare l’oggetto in nostro possesso e non uno simile che potrebbe presentare delle differenze.

Quando si crea un’inserzione Ebay consente di inserire una sola foto gratuitamente, per inserirne altre, il servizio è a pagamento. E’ però possibile, con un minimo di conoscenza del web, caricare le proprie immagini su qualche sito che le ospita gratuitamente tipo Image Shack o Spaghetti file.

Una volta che le immagini sono pronte, bisogna creare l’inserzione, facendo attenzione a catalogarla nel modo corretto ed occorre poi trovare un titolo che contenga le parole chiave e che sia il più esplicativo possibile. In questo modo la nostra inserzione sarà rintracciabile anche attraverso i motori di ricerca aumentando così i potenziali acquirenti. Ad esempio un titolo efficace potrebbe essere: Costume da bagno maschile taglia 48 colore blu e bianco tipo boxer – nuovo.
ebay-logo
Il testo dell’inserzione dovrà riprendere necessariamente le parole chiave aggiungendo ulteriori informazioni, specificando eventuali imperfezioni e magari mostrandole in foto, precisare con chiarezza i metodi di pagamento accettati e le modalità di spedizione con i tempi previsti.
Per quanto riguarda i metodi di pagamento, è consigliabile offrirne diversi, considerando che non tutti possono pagare con carta di credito o magari preferiscono sistemi più tradizionali. Valutate se offrire il pagamento in contrassegno tenendo presente che ha dei costi aggiuntivi e che se l’acquirente al momento della ricezione dovesse rifiutare il pacco, le spese resterebbero a vostro carico.
Per le spedizioni è assolutamente necessario utilizzare metodi tracciabili che dimostrino l’avvenuto invio e vi mettano al riparo da chi vuol fare il furbo e sostiene di non aver ricevuto la merce. Nel caso che sorgano contestazioni di questo tipo, è infatti obbligo del venditore dimostrare di aver spedito. Se si tratta di oggetti di piccole dimensioni si può utilizzare anche la posta raccomandata, ma assolutamente non la prioritaria. Altrimenti è meglio utilizzare i pacchi di poste italiane e magari offrire l’alternativa di un corriere espresso, più rapido ma anche più caro. In linea generale un buon criterio da utilizzare è quello di offrire varie opzioni di pagamento e di spedizione ai propri acquirenti.

Per le vendite a distanza, la legge prevede inoltre delle norme precise sul diritto di recesso. In pratica l’acquirente ha la possibilità di rimandare indietro il prodotto entro dieci giorni lavorativi dalla ricezione ed avere indietro i soldi ad esclusione delle spese di spedizione. Per evitare problemi è consigliabile quindi in coda alle inserzioni, inserire istruzioni dettagliate sul diritto di recesso, soprattutto se vendiamo prodotti di valore. Nel caso l’acquirente decida di esercitare il diritto di recesso deve comunicarlo nei dieci giorni previsti e rispedire indietro il prodotto integro e nel suo involucro originale. Prima di restituire i soldi è buona norma aver ricevuto indietro il prodotto e verificato la sua integrità: i truffatori purtroppo non mancano mai.
Quando l’inserzione, o meglio le inserzioni sono online, è molto probabile che riceviate domande da parte degli utenti. Il loro numero è direttamente proporzionale a quello delle inserzioni. E’ consigliabile rispondere alle domande non oltre le 24 ore e, stessa regola che si applica al testo delle inserzioni, essere chiari e precisi nelle risposte al fine di evitare futuri problemi. Nel caso poi l’oggetto venga acquistato siate rapidi nel mandare un messaggio all’acquirente con, oltre ad una frase di ringraziamento, tutte le istruzioni su come pagare l’oggetto e tempi e modi di spedizione.

Un ultimo consiglio prima di lanciarvi nel mondo dell’ecommerce è quello di tenersi aggiornati sulle novità. Ebay è un portale di dimensioni smisurate in costante cambiamento ed è bene essere sempre a conoscenza delle innovazioni che vengono introdotte di volta in volta per adeguare sempre il proprio business alle nuove regole e sfruttare al meglio le nuove opportunità. A questo proposito uno strumento prezioso è il forum dove si possono scambiare opinioni e informazioni con gli altri utenti e capire al meglio il funzionamento di Ebay.

Link utili:

http://imageshack.us/ – Servizio hosting gratuito di immagini

http://www.spaghettifile.com – Servizio hosting gratuito di immagini

http://pages.ebay.it/community/chat/index.html – Forum di Ebay

http://www.ibuyportal.net/forum/ – Forum dedicato al commercio elettronico

Articoli correlati:

Altri articoli :