Avviare un franchising immobiliare : seconda parte.

ottobre 8, 2009 | Fare impresa

Avviare un franchising immobiliare : come trovare affiliati

E’ una delle prime azioni che svolge il franchisor.

Sviluppare per un franchisor il proprio business, e’ in prima battuta trovare affiliati.

Esistono molte azioni di marketing e comunque strategie che i franchisor effettuano (e non solo quelli immobiliari) per cercare affiliati; ne elenchiamo qualcuna:

Cercare tra gli affiliati :

Molti neoaffiliati, spesso sono gia’ consulenti/acquisitori che lavorano all’interno della Rete ed operano come collaboratori di qualche agenzia oppure agenti immobiliari con agenzia gia’ affiliati che intendono aumentare la propria presenza sul territorio con l’aperture di un nuovo ufficio.
Per il franchisor, questa soluzione,  e’ sicuramente una situazione piu’ semplice perche’ i nuovi franchesee conoscono la filosofia aziendale ed hanno gia’ una preparazione alle spalle; quindi e’ piu’ facile integrarsi.
3images
Indirettamente, attraverso stagisti e collaboratori temporanei.

Una variante della precedente.
Attraverso stage mirati e corsi di formazione interni, diretti a giovani intenzionati alla carriera di agente immobiliare, e’ possibile trovare nuovi aspiranti franchesee.
Quindi di fatto, si possono offrire corsi o stage retribuiti ed in tal modo si ottiene pubblicita’ al Gruppo, nuovi collaboratori alle agenzie (sempre alla ricerca di personale di vendita, nelle funzioni di acquisitore in particolare) ed indirettamente, si opera una promozione del brand verso potenziali affiliati, iniziando dagli stessi stagisti.

Proporlo ai futuri neoagenti

Un marketing diretto ai partecipanti dei corsi per agente immobiliare a cui spesso giungono proposte di affiliazione.
Sicuramente, e’ un momento opportuno per promuovere il proprio brand su persone che andranno a crescere come agenti immobiliari e molto spesso stanno valutando anche un’eventuale apertura di un proprio ufficio ed il franchisor si propone come soluzione ideale che offre ad un neoagente il supporto per la fase di star up.

Marketing diretto ad agenzie

In passato, probabilmente era un sistema piu’ diffuso di adesso.
Contattare agenzie indipendenti per proporgli l’adesione ad una rete organizzata, magari con buone agevolazione in fase di ingresso, specie in zone dove il franchisor e’ ancora scoperto.
In passato abbiamo conosciuto alcuni franchisor che disponevano di una rete di venditori che contattavano le singole agenzie, senza distinzioni fra neoaagenti e veterani, facendo loro proposte personalizzate per entrare nella loro gruppo.
2images

Fiere del settore

Fiere e saloni del franchising sono un’ottima opportunità perche’ raccolgono molto pubblico che spesso e’ alla ricerca dell’idea per ‘mettersi in proprio’.
Sicuramente, e’ una soluzione che offre ancora interessanti risultati.
Inoltre, fiere dedicate all’imprenditoria ed in particolare ai neoimprenditori, senza dimenticare ovviamente molte manifestazioni a carattere regionale o locale.
Sottolineiamo anche molte fiere e manifestazioni a carattere locale, dove molti aspiranti imprenditori si recano a ‘curiosare’ e dove la presenza di grandi franchisor e’ minore.

Pubblicita’

Questo e’ un campo piu’ complesso in quanto direzionare il proprio messaggio su un media specifico non e’ semplice.
I media dedicati al ‘fare impresa’ sono molto pochi e convogliare le risorse verso specifichi canali non e’ sempre una cosa facile.
In Internet, abbiamo esempi di come Google Ad Sense riesca direzionare utenti attraverso il pay per click ma non conosciamo i risultati di tali iniziative su eventuali acquisizione di affiliati.
E’ indubbio che brand piu’ conosciuti siano maggiormente favoriti da azioni di marketing su una massa di utenti molto vasta.
A questo, aggiungiamo molti portali Web che si presentano come vetrine di proposte in franchising.

Canali istituzionali

Da una consulenza svolta da parte di FigoliConsultanta srl quasi 3 anni or sono, per conto di un piccolo franchisor immobiliare (rete con meno di 50 affiliati), per lo sviluppo della rete, venne proposto al Gruppo una sorta di collaborazione con alcuni assessorati alla formazione e/o altri enti pubblici per promuovere e fare azioni di formazione, anche attraverso corsi verso neoimprenditori/trici (in particolare le seconde) per raggiungere aspiranti affiliati alla Rete.
Infatti, l’obiettivo era trovare nuovi canali per promuovere il proprio brand e per ottenere nuovi affiliati alla Gruppo.
Vennero valutati molti soluzioni ed alcune vennero adottate, una fu questa.
Il risultato su 3 province diede interessanti risultati :
Nuovi affiliati, nuovi collaboratori e promozione del brand al pubblico, con costi sostenibili e sicuramente mirati.

Azioni come quella sopra descritta, vanno inseriti su contesti locali e naturalmente nel rispetto delle prerogative e delle funzioni che determinate istituzioni od enti svolgono.

Sviluppare un franchising immobiliare : collaborare con le associazioni di categoria

Un canale che alcuni gruppi immobiliari hanno utilizzato, negli ultimi anni, per raccogliere nuovi adepti o comunque disporre di un bacino di utenza nuovo, e’ sicuramente quello delle associazioni di categoria delle imprese.Queste, per la loro stessa funzione istituzionale, hanno spesso il contatto con i neoimprenditori.

La collaborazione con associazioni imprenditoriali di categoria puo’ essere interessante anche perche’ alcune stanno sempre piu’ orientando la propria attenzione verso settori prima trascurati da parte dalla loro organizzazione.

Offrire soluzioni chiavi in mano a neoimprenditori
Il punto di forza di un franchisor e’ quello di fornire ‘chiavi in mano’ una soluzione a neoimprenditori che possono entrare in un settore, completamente nuovo, con il supporto del franchisor.
E’ quindi comprensibile che una proposta in affiliazione sia piu’ forte (sostenibile) quando viene fatta ad aspiranti imprenditori senza nessuna esperienza o supporto.
Questa e’ la ragione per cui per un franchisor, in questo caso immobiliare, effettui una ricerca mirata maggiormente verso le nuove leve.
6images

Altri servizi gestiti dalle agenzie in franchising

Servizi di mediazione creditizia: vendere mutui?

Come gia’ evidenziato nella puntate precedenti, molte agenzie indipendenti e di fatto anche i gruppi immobiliari in franchising, svolgono attivita’ di mediazione creditizia.

L’esito della vendita di molte proprieta’ immobiliari, specie se rientrano nel segmento ‘prima casa’, e’ strettamente legato alla possibilita’ di ottenere mutui da istituti di credito e spesso diventa fondamentale per una agenzia, trovare una soluzione per poter permettere all’aspirante acquirente di accedere a forme di finanziamento per le operazioni di acquisto.

Provvigioni sui mutui
Inoltre, specie con il boom immobiliare degli anni scorsi, le provvigioni riconosciute dagli istituti di credito sui mutui ai ‘collaboratori’ esterni, erano arrivate ad importi che sfioravano il 40, 50% , in taluni casi, della provvigione realizzata dalla compravendita dell’immobile, nel caso di finanziameni accordati al 100%. Quindi una vera e propria attivita’ secondaria.

lavoristagionali.eu

sicaimmobiliare.it

lasimo.blog.deejay.it

Articoli correlati:

Altri articoli :