La ricerca del successo e la fuga dalla realta’ Quando il Gatto e la Volpe diventano ai nostri occhi delle grandi opportunita’.

ottobre 15, 2009 | Formazione personale

Non c’e’ peggior situazione che la disperazione ed il bisogno.

Sono i nostri peggiori nemici.

Quando siamo sereni e consapevoli, siamo sempre in grado di capire il significato di ogni proposta e sappiamo valutare con criterio ogni soluzione.

Quando il bisogno e la ‘paura’ prendono il nostro sopravvento, diventa difficile per noi comprendere quali strade prendere ed ‘analizziamo’ le nostre scelte con i filtri della paura e …quindi dell’illusione.

Il Gatto e la Volpe sono sempre in agguato ed hanno l’immagine consueta di ‘sistemi piramidali vincenti..’, ‘lotterie..e grattini..risolutivi’, investimenti in titoli ad ‘altissimo rendimento’, ‘network rampanti, fatti di applausi e sorrisi a 32 denti’….e nel ‘privato’, pensare di aver trovato ‘la soluzione’ alle nostre insicurezze e solitudini.

Non voglio neppure accennare a quell’enorme numero di sistemi miracolosi, della serie ‘diventare milionari in un weekend’.

Purtroppo, il desiderio di vedere solo cio’ che vogliamo, ci porta alle conseguenze che tutti conosciamo.

La ‘paura’ e le nostre ‘insicurezze mascherate’, ci portano alla conclusione che ‘e’ piu facile illuderci’ che guardare le cose come realmente sono.

111images

La fuga dalla realta’ come conseguenza delle nostre paure ed incertezze.

Ed ecco che scopriamo che ‘quel farabutto del nostro socio….’l’avessi saputo prima’…e quel nostro/a ex marito(o moglie) ‘scopriamo’ anche qui, dopo tante volte che abbiamo voluto ‘coprire’ la realta’ per anni, ‘raccontando a noi stessi bugie’…per continuare ..a non voler ‘vedere’..

Arriva il momento di diventare grandi e cominciare a vivere la vita, guardando la realta’ senza le paure .

Non e’ sempre facile distaccarci dal nostro quotidiano e ‘vedere’ le cose con qualche filtro in meno, pero’ e’ necessario, se non vogliamo soccombere in una vita di ‘fallimenti morali’ o arrenderci ‘alla corrente’, trascinando la nostra esistenza da un fallimento ad un altro e pronti ad aspettare ‘la prossima illusione’, sino a quando …..finiscono anche quelle.

La vita e’ un’altra cosa

Scopriamo quindi che cosi’ possiamo riprenderci la vita…perche’ questa vita e’ nostra e non dobbiamo delegare la nostra esistenza ad altri, nell’illusione che qualcuno la viva meglio di noi.

Dobbiamo portare maggiore rispetto per noi stessi

Cominciare a riguardare alla vita, con naturalezza, osservando gli eventi con lo sguardo e l’animo giusto.

Da quanto tempo non osservate un tramonto, un arcobaleno o vi fermate in una sera d’estate a guardare un cielo indaco e da quanto non prendete qualche secondo per osservare compiaciuti dei bambini che giocano od ascoltare un uccellino che cinguetta.

Per noi, abituati a uscire di casa di corsa ed a saltare in macchina e buttarci nel traffico, con la testa gia’ nei problemi, nell’ansia quotidiana e ‘narcotizzati’ da radio ad alto volume’, sigarette e iperdosi di caffeina alla macchinetta…puo’ essere il momento di ‘ritornare a noi’.

Prendiamoci 10 minuti della nostra giornata per ‘resettare’ il nostro spirito e riprendere la vita, guardando le cose ‘non tanto da un’altra ottica’ ma dalla giusta maniera.

Buon weekend e buona vita a tutti

Andrea Figoli

fonte immagini

concorezzo.org

Articoli correlati:

Altri articoli :