Fare business in Romania

novembre 3, 2009 | Fare business all'estero

(tratto da un articolo di Diana Fenici per la nostra edizione Romena banii.biz)

In tempi di crisi, quando anche (ed in particolare) paesi come la Romania sono stati molto colpiti, quali sono i business che permettono di ottenere guadagni interessanti a fronte di bassi investimenti e poca struttura?

Oggi prendiamo spunto da un articolo della nostra edizione romena, con cui si ‘segnalava’ un’ interessante opportunita’ che la scorsa estate e’ stata colta da molti piccoli commercianti in Romania.

affari 9

Contrariamente alle italiche abitudini, all’estero ed in questo caso in Romania, gli intervalli per i pasti, ad ore regolari non sono cosi’ rispettati.

Si tende prevalentemente a mangiare quando si ha fame, anziche’ ‘regolarsi’ in base ad orari prestabiliti.

Questo ha facilitato la diffusione di molti chioschi e punti vendita (ambulanti) di panini (hot dog, kebab), dolci, gelati, ecc..

I romeni sono golosi e grandi consumatori di gelato.

Esistono in ogni citta’, in particolare nelle grandi, piccole e medie gelaterie; alcune hanno nomi italiani, altre sono state fondate da italiani.

Il gelato e’ consumato sia al tavolino che a ‘passeggio’, con coni gelato.

Molte gelaterie, oltre a vendere il proprio prodotto presso il  punto vendita, con la soluzione ‘servizio al tavolo’ e ‘da asporto’, hanno l’abitudine, dalla primavera, di mandare in giro ragazze con carretti, per vendere nei punti di passaggio e nelle piazze, il gelato prodotto.

Si sono visti talvolta grossi fatturati, a fronte di bassi costi, specie quando si e’ riusciti a generare ‘economie di scala’.

Fare business in Romania : Guadagnare molti soldi con bassi investimenti.

affari gelateria

Centralizzando la produzione di gelato ed avendo solo come costi fissi ulteriori : una giovane commessa pagata a salario base (meno di 350 euro mensili comprensivi di contributi), capite che vendendo centinaia di gelati ogni giorno a prezzi che vanno da 0,50 euro a salire , il fatturato ed in particolare i margini, sono molto interessanti.

Aprire un’impresa in Romana : l’arrivo delle macchinette per il gelato

L’estate scorsa, e’ stato il boom delle ‘macchinette’ per gelato.

Questi apparecchi, permettono di ‘limitare’ la produzione artigianale, sfornando grandi quantita’ di gelati in tempi ridotti e riuscendo ‘a servire’ un cono in tempi ancor minori.

Addirittura si sono moltiplicati i margini di questa operazione, utilizzando queste macchinette che premendo solo dei pulsanti fanno uscire il gelato.

Quindi anche realta’ imprenditoriali, prive di una esperienza nella fabbricazione dei gelati, si sono lanciate e hanno riempito le piazze.

Un giorno di lavoro, una macchinetta, in una delle principali piazze di Timisoara (una giornata di sole) ,ha fatturato intorno alle 800 euro.

I costi di acquisto della macchinetta nuova, sono intorno alle 3000 euro (usata anche la meta’); il costo del personale per 16 ore al giorno (2 ragazze che si alternano) e’ intorno alle  20 euro giornaliere.

Il materiale incide in maniera importante ma assolutamente limitato, rispetto al fatturato realizzato.

I costi delle licenze e dell’occupazione del suolo pubblico sono bassi.

Ultima analisi : il commerciante preso in considerazione che non e’ assolutamente un gelataio, ha ‘piazzato’ 4 macchinette gelato, con un fatturato interessante a fronte di un investimento irrisorio.

Arrivederci alle prossime news dalla Romania.

fonti immagini

ecodos.it

www.maxigel.ro/pics/categories/xxl/2341_1.jpg

Articoli correlati:

Altri articoli :