Guadagnare in Internet : diventare blogger. Seconda puntata.

novembre 5, 2009 | Scheda tecnica

Nella prima puntata abbiamo visto quali sono le premesse per iniziare l’attivita’ di blogger.

In questa seconda scheda cerchiamo di capire :

  • quali sono gli impegni e gli oneri per gestire un sito web

  • le fonti di entrata per un blogger

  • i punti critici da valutare in fase di preparazione del progetto

affaripropri7

Aprire un sito web : i costi e gli oneri di gestione

Esistono migliaia di pagine nella Rete con consigli ‘tecnici’ su come realizzare il sito e come manutenzionarlo, quindi esamineremo questo aspetto, elencando solo i punti principali, in modo che poi possiate, se lo volete, approfondire i singoli elementi, cercando il materiale corrispondente sul Web.

Ci soffermeremo invece maggiormente sulle fonti di entrata e sulle valutazioni generali.

Una premessa valida nella scelta della vostra infrastruttura Web :

Scegliete una soluzione di partenza che vi permetta di crescere costantemente, per non correre il rischio di trovarvi in difficolta’ dopo alcuni mesi, quando il sito richiedera’ implementazioni decisive e/o l’aumento delle visite potrebbe non essere supportato dal servizio di hosting da voi scelto.

La scelta del nome del sito:

Definito l’argomento ed i nostri obiettivi, occorre cercare un dominio libero da acquistare.

Effettuate una ricerca che abbia tra le priorita’: un nome non troppo lungo, sicuramente disponibile ed in particolare, attinente con l’argomento trattato dal nostro blog.

Ricordatevi che la scelta del nome e’ molto importante perche’ sul quell’indirizzo Web, focalizzerete le vostre energie per promuovere il vostro sito.

L’individuazione di un servizio di hosting

Intendiamo con hosting : spazio web, servizio di posta elettronica ed il supporto a determinati servizi presenti sul nostro sito.

Non ci soffermiamo sui costi e sulle molte offerte presenti in Rete.

Consigliamo per la nostra esperienza di quasi 15 anni nel settore, di optare per una soluzione che sia un giusto rapporto costo/servizio e sia in grado di darvi assistenza continua, nel caso ne abbiate bisogno.

Realizzazione del sito

Anche in questo caso, l’offerta e’ ampia; e’ comunque importante predisporre il sito in modo che quest’ultimo sia facilmente aggiornabile e nel caso, modificabile, anche in maniera sostanziale, nei mesi successivi (se dovesse servire), in tempi rapidi (e quindi con costi limitati).

Proponiamo l’utilizzo di un cms(link) per facilitare la realizzazione e sopratutto la gestione del sito in maniera semplice ed ottimale.

Una volta che il sito e’ operativo, ridurre i tempi di aggiornamento del sito, diventa uno degli elementi di forza o di debolezza del progetto.

Quindi in fase di start up, prevedere l’utilizzo di un applicativo che consenta :

  • facili e rapidi aggiornamenti

  • modifiche strutturali o implementazioni del sito in tempi brevi

Visibilita’

E’ fondamentale essere visibili, altrimenti il nostro progetto ha le gambe corte.

Farsi supportare da un buon seo all’inizio, se non si e’ in grado di fare da soli, e’ fondamentale.

affaripropri6

Come guadagnare da un blog

Questo è l’argomento di discussione di questa scheda.

La fonte principale di entrata di tutti i blog indipendenti e dei giornali on line, privi di edizione cartacea è la pubblicità.

Riassumiamo alcuni fra i metodi per ‘monetizzare’ da un blog, anche se per un maggior approfondimento, vi consigliamo di dare un’occhiata al sito che probabilmente in Italia raccoglie il numero di maggiori informazioni in merito: http://www.masternewmedia.org/it/

In particolare vi suggeriamo questo articolo http://www.masternewmedia.org/it/2009/05/25/oltre_la_pubblicita_guida_ai_modelli_alternativi.htm

che mette in evidenza differenti modelli di business on line per varie tipologie di utilizzi e necessita’.

Raccogliere soldi dalla Rete :

Ci soffermiamo su 2 dei metodi maggiormenti utilizzati on line per ‘fare cassa’.

Esistono poi molte strade, meno diffuse: vi invitiamo a dare un’occhiata al link sopra esposto per approfondire meglio l’argomento.

  • I banner sono ancora oggi uno dei mezzi con i quali viene ‘venduta’ la pubblicita’ in Rete.

    E’ utile ricordare che per un piccolo blog, essere meta delle attenzioni di agenzie pubblicitarie importanti e’ molto difficile. Sono necessari : visibilita’ elevata e/o disporre di un sito con una forte ‘presenza’ in Rete.

    Per forte presenza in Rete significa : occupare uno spazio (una nicchia) importante, essersi guadagnati un’alta credibilita’ all’interno del proprio settore. In questo caso, il valore delle visite(la qualita’), seppur non elevatissimo, permette di ‘potersi accreditare’, indipendentemente dal fatto di generare traffico che in valori assoluti, farebbe posizionare il sito su modelli di business non interessanti da parte degli inserzionisti.

    Ad esempio : se un gruppo di veterinari(autorevolezza dell’editore) lanciasse un sito dedicato alla cura ed alla crescita dei cani ed il blog fosse periodicamente aggiornato con una elevata qualita’ dei contenuti (contenuti di alta qualita’) : anche se il numero dei visitatori unici mensili non superasse i 50.000, il sito avrebbe comunque un forte valore per un inserzionista, disposto a mettere in evidenza prodotti( alimentazione, servizi, medicine ecc.) per il mondo canino.

    Quindi il problema dell’interesse verso determinati siti da parte di potenziali inserzionisti, non e’ solo strettamente legato al numero complessivo dei visitatori , quanto piuttosto alla qualita’ dei contenuti ed al livello di credibilita’ del sito stesso.

  • Google ad sense (link): e’ il sistema piu’ utilizzato dai piccoli siti Internet per raccogliere pubblicita’ attraverso il sistema ‘pay per click’. Con questo metodo inserzionisiti pubblicitari pagano Google in rapporto ai click che i navigatori fanno sui link posizionati nei vari siti che accettano la pubblicita da Google. Una parte minore del fatturato generato da questi clik, vanno ai siti ospitanti la pubblicita’, dove sono stati effettuati i clik . E’ sicuramente il sistema piu’ semplice ed immediato per raccogliere pubblicita’ e quindi soldi da Internet.

Esistono, come sopra accennato, molti metodi che garantiscono forme di entrata (link a pagamento, affiliazioni ecc.).

Sicuramente nella predisposizione del Vostro progetto d’impresa dovrete tenere conto di fattori importanti di cui abbiamo gia’ parlato nei precedenti approfondimenti.

  • La concorrenza e’ elevata. Sembra che diventare blogger sia un sogno molto diffuso.

  • La capacita’ a ‘reggere’ per un periodo lungo. Riuscire a creare un interesse per il Vostro prodotto e mantenere gli standard elevati nella qualita’ dei contenuti che offrite, prima di essere ‘supportati’ da entrate importanti.

  • Saper adattarsi alle ‘richieste’ inespresse, ossia capire dove esistono spazi (piccole nicchie) scoperte e con molto umilta’ sapersi inserire e anche ‘modificare’, quando serve , la vostra strategia;

  • Non abbiate fretta! Sviluppare un progetto interessante richiede i suoi tempi;

  • Sperimentare forme di ‘monetizzazione’ attraverso soluzioni piu’ adatte al vostro sito ed alla vostra gestione. Infatti, in Rete troverete numerosi esempi di ‘sponsorizzazioni’; non tutte si adattano per ogni tipologia di sito. Occorre tenere conto non solo della veste grafica e dell’impatto che desiderate dare al vostro progetto ma ricordatevi che queste forme di ‘sponsorizzazioni’ richiedono spesso di essere un po’ ‘seguite’ per poterne trarre dei benefici interessanti.

fonte immagini :

www.cellulari-pc.noiblogger.com

www.computer-acquisti.com

Articoli correlati:

Altri articoli :