Aprire una agenzia Interinale o agenzia del lavoro. Terza parte.

dicembre 16, 2009 | Franchising

 

Il successo o il fallimento di un’azienda possono dipendere da fattori contingenti, non facilmente controllabili, ma nella maggior parte dei casi dipendono dalle capacità del singolo imprenditore, dal’esperienza, dalle motivazioni e dalle ambizioni personali che lo spingono a scegliere un settore, piuttosto che un altro. Voi starete pensando: ma cosa c’entra tutto questo preambolo nel seguito del reportage dedicato alle Agenzie di lavoro private? C’entra, c’entra, perché sono aspetti emersi in una godibilissima intervista realizzata con un’agenzia di collocamento privato che offre anche l’opportunità di aprire un’impresa in questo settore, tramite il franchising. E’uno dei primi casi di società di lavoro privato, in Italia, ad aver deciso di offrire l’affiliazione tramite la formula del franchising.

view

APRIRE UNA AGENZIA INTERINALE IN FRANCHISING

Con questa terza puntata, inauguriamo, dunque, anche un aspetto che terremo in gran considerazione sul nostro giornale on line: le opportunità di affiliazione in diversi e variegati segmenti di impresa. Il franchising, intanto è una formula di affiliazione che prevede la possibilità di aprire un’impresa usando il marchio ed il know how di consolidate realtà già presenti sul mercato. Attraverso la stipula di un contratto e generalmente il pagamento di un diritto o quota ( fee) d’ingresso, l’affiliante o franchisor, offre all’affiliato, franchisee, la possibilità di avviare un’azienda con il supporto logistico, formativo, burocratico e pubblicitario del brand a cui si affilia. La premessa generale sul franchising era doverosa. Questa azienda, inoltre, dà all’affiliato la possibilità di veder finanziato il suo investimento che sarà rimborsabile nei limiti e nei tempi che lo stesso affiliato, riterrà opportuni. L’azienda, che ci ha rivelato alcuni aspetti del suo progetto di affiliazione, è un’Agenzia di collocamento privato fornita di regolare autorizzazione ministeriale, che si chiama Media – Work. E’ di Perugia, ed oltre al sito dedicato proprio al franchising, ha anche un portale omonimo http://www.media-work.it/, ricco di news sul mondo del collocamento privato e di pagine dedicate al programma di affiliazione offerto. Inserendo i propri dati nel modulo di contatto dedicato all’apertura di un centro di collocamento privato in franchising, si verrà contattati dai responsabili dell’azienda che daranno tutte le informazioni necessarie per avviare il proprio centro in maniera totalmente autonoma ed indipendente, ma con il supporto costante del Marchio della “Casa Madre”. Il contratto prevede un fee d’ingresso decisamente contenuto, tenuto conto dei numeri relativi al settore e degli investimenti previsti per legge che abbiamo elencato nelle precedenti puntate, ma tutte le informazioni “contrattuali” vi verranno spiegate nel dettaglio, se muniti della giusta esperienza nel settore della selezione del personale, deciderete di mettervi in proprio con l’aiuto di Media-Work. Noi, invece, mettiamo, nero su bianco, l’intervista con l’Amministratore Delegato di Media Work, Enrico Valocchia. Un confronto, che ci auguriamo possa esservi utile a capire come muoversi nel settore dell’avvio di un’agenzia di collocamento privato in franchising.

view

Dott. Valocchia, ci può raccontare quando è nata Media Work?

L’azienda ha ricevuto l’autorizzazione ministeriale nel 1998, come terza società nell’ambito del collocamento privato.

Dopo 11 anni come valuta i risultati ottenuti?

Li valuto molto positivamente. Mediawork è nata sul concetto dell’innovazione, all’epoca era il periodo dei radicali cambiamenti nell’ambito del collocamento al lavoro che fino a poco tempo prima era di competenza pubblica. Era arrivata la rivoluzione apportata dalla legge Treu che ci ha permesso di muoverci in un contesto di iniziale espansione e novità.

Qual è il vostro core-business?

E’ proprio il collocamento privato, cioè servizi di intermediazione tra domanda ed offerta di lavoro, aiutiamo le persone a trovare lavoro stabile , cioè a tempo indeterminato. A questi servizi affianchiamo consulenza per le aziende clienti e per il personale.

E l’idea del franchising, non fa anche parte dei vostri servizi?

Come le spiegavo, Media Work ha saputo cavalcare l’onda dei tempi, fiutando il successo ottenibile dal puntare tutto sull’innovazione. Il progetto del franchising rientra proprio in questo ambito.

Quindi vi definite un’azienda innovativa?

Senza alcun dubbio. Per molti aspetti. Le cito, anzi le ribadisco, i più importanti: il primo è occuparci di trovare lavoro a tempo indeterminato per i candidati che si rivolgono a Media-Work, ed il secondo è dare l’opportunità a chi ha esperienza nel campo della consulenza e selezione di personale di mettersi in proprio avviando un centro di lavoro privato in franchising, dove potrà scommettersi come imprenditore e non come dipendente.

view

Quali requisiti deve avere un aspirante imprenditore desideroso di avviare un’agenzia di lavoro in franchising con Media Work?

Consolidata esperienza nel settore, forte motivazione ed ambizione. Quando riceviamo contatti per richieste di affiliazione, stiamo molto attenti a valutare che la persona abbia precisi requisiti professionali, per evitare il rischio di un penoso fallimento dell’impresa. Solo chi conosce bene il settore ed è fortemente motivato, ha buone probabilità di successo.

Se possiede i requisiti giusti, poi cosa accade?

Se il candidato al nostro progetto franchising è ritenuto idoneo potrà avviare un’agenzia di collocamento privato nel suo territorio di competenza. Un centro con il marchio Media- Work, che avrà il supporto logistico, burocratico ed operativo della nostra Agenzia. Aiutiamo il candidato a trovare i locali idonei, attraverso pagamento del fee d’ingresso, (che potrà essere anche finanziato da noi), l’affiliato avrà un’azienda dotata di arredamento, software, formazione, promozione pubblicitaria ed assistenza burocratica per l’ottenimento dell’Autorizzazione Ministeriale, in pratica saremo noi stessi ad interessarci di fare avere all’affiliato l’autorizzazione richiesta dalla legge per poter operare, evitandogli totalmente la preoccupazione di beghe amministrative in capo al suo Centro. Inoltre non chiediamo nessuna percentuale sul fatturato, l’affiliato terrà per se il 100% dei profitti. Ogni centro sarà dotato di una propria autorizzazione e di una totale indipendenza finanziaria.

So che molte Agenzie di Lavoro operano attraverso delle filiali sparse in tutto il territorio nazionale, può spiegarci la differenza tra una filiale di un’Agenzia di lavoro ed un Centro in affiliazione?

Le filiali sono centri diretti dell’Agenzia di Lavoro, dove operano soggetti in qualità di dipendenti della Casa Madre. Un centro in affiliazione , invece, è gestito da imprenditori che operano in proprio ed in totale autonomia, ma con la sicurezza di un marchio consolidato che li assiste.

Insomma imprenditori sì, ma con la sicurezza di un punto di riferimento…

Se vuole possiamo utilizzare questo concetto: imprenditori che non vengono mai lasciati soli.

Dove è più proficuo avviare un’ agenzia Media-Work in franchising? Ci sono differenze territoriali e culturali, che abbiamo analizzato in precedenti reportage sul tema, come ad esempio al Sud, dove il ricorso al collocamento privato è meno sentito che al Nord. Conferma?

Indubbiamente le differenze territoriali e culturali esistono, ma il segreto del successo di un imprenditore che opera nel collocamento privato, come in qualsiasi settore, è l’esperienza nel campo e la profonda conoscenza della realtà territoriale dove si troverà ad operare. Conoscerne i limiti ed i punti di forza, gli permetterà di lavorare con risultati positivi. L’ambizione e la motivazione poi permetteranno di far conoscere ed apprezzare il suo lavoro.

Consiglierebbe di rischiare in questo particolare momento di crisi? Conviene oggi mettersi in proprio?

Oggi è il momento giusto per potersi mettere in proprio. Consideri che chi decide di costituire una società, in questo autunno, tra procedure di costituzione, affiliazione e creazione del centro, sarà operativo a gennaio 2010, quando le previsioni danno l’economia in ripresa.

Voi siete una Srl, la legge stabilisce dei limiti minimi di capitale che variano per tipologia societaria, alcuni sono davvero pesanti da poter affrontare finanziariamente.

Noi siamo una Srl, autorizzata a fare selezione e ricerca di personale: il limite di capitale sociale è di 25 mila euro.

Ci può dare qualche ulteriore dato sul progetto di affiliazione in franchising di Media Work?

Abbiamo lanciato il progetto nel 2008, siamo stati gli unici, abbiamo capito il bisogno profondo che covava nel nostro settore, da parte dei colleghi che operavano come dipendenti nell’ambito delle risorse umane. Da quel periodo, chi vuole mettersi in proprio con il franchising, nel collocamento privato, può farlo, prima non era possibile. Abbiamo chiuso il 2009 con 30 affiliazioni su tutto il territorio nazionale e da nostri studi abbiamo valutato che sono circa 3 -4 mila le persone con esperienza nell’ambito delle Risorse Umane.

Noi possiamo solo dire un grazie a Media – Work per l’intervista rilasciata ed un in bocca al lupo agli aspiranti imprenditori che troveranno in questo reportage un punto di riferimento per fare franchising nel settore di cui sono esperti.

Rosalba Mancuso

Fonti delle Immagini:

http://www.media-work.it/affiliation.php

http://www.media-work.it/chisiamo.php

Articoli correlati:

Altri articoli :