Aprire un negozio: avviare un outlet. Terza parte

gennaio 6, 2010 | Fare impresa

Il mondo outlet non riguarda solo le calzature o l’ abbigliamento firmato. La vendita di prodotti di marca a prezzi vantaggiosi può interessare, infatti, i più svariati settori merceologici. Un imprenditore deciso ad esplorare questo ennesimo segmento del lavoro in proprio, può investire nei settori che ritiene più congeniali alle sue attitudini ed a quelle dei consumatori. La delicata fase economica globale, ha imposto un rapido ripensamento dei consumi e dopo “l’abbuffata” di prodotti a basso prezzo, di provenienza ignota, spesso contraffatti e di dubbia qualità, l’utenza va sempre più orientandosi verso il risparmio, ma con la garanzia di un prodotto sicuro e di qualità. Gioielli, oggetti per la casa e prodotti enogastronomici, possono certamente costituire l’assortimento di un punto vendita outlet, a patto di essere rigorosamente di marca ed accessibili in termini di prezzo. Imprenditori coraggiosi, nel territorio italiano, ce ne sono tanti, e dopo il boom del fenomeno outlet nel mondo degli accessori e dell’abbigliamento, c’è chi ha fiutato l’affare dedicandosi all’avvio di punti vendita di prodotti ed oggettistica per la casa con questa formula. Si tratta di oggetti di uso quotidiano, come piatti, posate, pentole, padelle, bicchieri, di grandi marche ed a costi davvero interessanti per le tasche di chi acquista.

view

APRIRE UN OUTLET : VEDIAMO QUALCHE ESEMPIO

Abbiamo cercato di scovare qualcuno di questi lungimiranti imprenditori ed il web, sempre utilissimo, nelle nostre ricerche, ci ha rimandato ad un outlet di articoli casalinghi che porta la sigla omonima: outlet del Kasalingo, appunto, ma con la K! Il marchio appena citato appartiene ad un’azienda leader nella commercializzazione di articoli per la casa: la Fratelli Fontana Srl, con sede in un comune italiano molto noto ( e non vi spieghiamo i motivi): Arcore, in provincia di Milano. La Fratelli Fontana Srl, viene fondata nel 1968 su iniziativa di una giovane e tenace imprenditrice: Giannina Fontana. Sito web: www.fontanacasa.it. L’azienda commercializza articoli per sposi e casalinghi di grandi marche, prevedendo anche un reparto outlet, dove vengono “svenduti” prodotti di fine serie, a sconti davvero incredibili, anche del 60%. Nei primi anni di attività l’impresa cresce come grossista, si espande e riesce a realizzare un fatturato di oltre 10 miliardi di lire, contando sul lavoro di una ventina di dipendenti. La storia dell’azienda è visibile anche su www.kasanova.it, dove si elencano anche le categorie merceologiche disponibili ed acquistabili e si racconta l’evoluzione della vendita di casalinghi in modo outlet. “Per comprendere meglio come questa intuizione abbia radicalmente cambiato la distribuzione in Italia del settore dei casalinghi – si legge nel sito– occorre ricordare che allora esistevano solo negozi di due tipologie: da un lato i negozi di “porcellane” di fascia alta, quelli nei quali si entrava in occasione delle ricorrenze familiari, che proponevano solo marchi prestigiosi nei corredi da tavola e negli argenti; dall’altro i dettaglianti più simili a dei bazar mediorientali dove “si vendeva di tutto” con un assortimento che andava dai casalinghi di fascia medio-bassa al pentolame corrente all’oggettistica per la cucina in plastica fino alla ferramenta”.” La F.lli Fontana – si legge ancora nel sito kasanova.it-… in quegli anni altro non era che un’azienda con una buona tradizione di grossista per questa seconda categoria di dettaglianti, con una gamma molto ampia di prodotti di livello medio e medio-basso: una ventina di dipendenti e un fatturato di circa 10 miliardi di lire”. Nel 1994 l’azienda decide la grande svolta, trasformandosi da grossista a catena di negozi in franchising con il marchio “Kasanova. L’amante della Casa”, unico marchio italiano nella distribuzione di casalinghi, diventato, dopo l’avvento del web, Kasanova.it. Oggi l’azienda conta quasi 200 punti vendita in tutta Italia e grazie al web, propone anche la vendita di liste nozze on line. Se desiderate conoscere gli oggetti per la casa più richiesti, potete visionare il seguente link: http://www.kasanova.it/lista-di-nozze/casalinghi/offerta. Per quanto riguarda la vendita in outlet di questi articoli, si spazia dagli oggetti più tradizionali come piatti, bicchieri, posate, fino a quelli più di tendenza, come complementi d’arredo, corredi per la tavola, tutti di marche prestigiose, di materiali rigorosamente selezionati ed a prezzi altamente competitivi. Pensate che i consumatori ( e non solo gli sposi) possono trovare bicchieri in cristalli di Boemia, o la prestigiosa porcellana tedesca. Il reparto outlet della F.lli Fontana si estende su una superficie di 350 mq, dove si trovano prodotti di fine serie ed occasioni speciali acquistati in stock dalle migliori aziende produttrici. Le offerte speciali e le promozioni outlet sono visibili anche on line, dove i clienti interessati al risparmio di qualità, possono visionare il prodotto desiderato. Il web anche per un negozio outlet rappresenta, dunque, un buon veicolo promozionale teso alla fidelizzazione o all’incremento della clientela. Ecco come si presenta on line l’outlet dell’azienda di cui vi stiamo parlando: http://www.fontanacasa.it/outlet.ctr. La lungimirante Giannina Fontana ha voluto e saputo entrare anche in questo nuovo modo modello di commercializzazione. Dal target di prodotti trattati possiamo anche desumere che la clientela tipo dell’azienda sia costituita, soprattutto, da coppie alla soglia delle nozze, che necessitano di riempire il loro futuro appartamento, con tutti gli oggetti necessari alla gestione della vita quotidiana, ma anche da famiglie che vogliono rinnovare o mettere a posto gli accessori della propria casa e da altre categorie di clienti che rendono abbastanza eterogenea la clientela di questo tipo di negozi. Clienti vari accomunati , tutti, dal desiderio di coniugare buon gusto, qualità e risparmio. Orientarsi nella commercializzazione di un certo tipo di prodotto, per un certo tipo di utente, può rivelarsi una scelta vincente sotto il profilo del business imprenditoriale. L’attività tradizionale di vendita di prodotti casalinghi, le liste nozze e la vendita a prezzo outlet coesistono senza problemi all’interno della F.lli Fontana, assieme al progetto di affiliazione in franchising che porta il nome “Outlet del Kasalingo”. Dai requisiti richiesti, dal capitale minimo da investire, potrete ricavare utili informazioni sulla bontà del vostro progetto di impresa nel settore. L’idea dell’outlet del Kasalingo, nasce nel 2007, analizzando le richieste del mercato.

view

APRIRE UN OUTLET : LA LOCALIZZAZIONE

La localizzazione ideale di un outlet, considerata anche la presenza dei competitor, il caos delle città, e l’esigenza dei consumatori di preferire punti vendita lontani dalle città, può essere anche quella fuori dal centro abitato e sempre più in periferia, ( con costi di affitto più bassi) ma anche il centro se si trova la location ideale o una zona commerciale. Un outlet di oggettistica per la casa, dovrebbe avere una superficie minima di 120 -140 mq. Il fatturato annuo a regime dovrebbe aggirarsi sui 400 mila euro. Il personale necessario per punto vendita è di due persone. L’investimento totale minimo è di 30 mila euro. Affiliandosi ad un marchio come l’outlet del Kasalingo, il franchisee riceve nell’investimento iniziale l’arredamento e l’impianto, mentre l’allestimento del primo impianto merce è a carico dell’affiliato. Si offre anche un preventivo gratuito “No Risk”, dove si valutano le condizioni di fattibilità del progetto, per quanto riguarda la zona ed i locali, ma anche per i costi gestionali e l’arredo. La campagna pubblicitaria e la fornitura di cartelloni e volantini, in fase di apertura del negozio, sono a carico del franchisor. Il bacino di utenza minimo del negozio deve essere di 15 mila abitanti. In un comunicato stampa diramato dalla stessa, lo scorso anno, Gianni Ghidelli, responsabile franchising, spiega i motivi del progetto di affiliazione ed i vantaggi di avviare un outlet con questa formula:” La scelta di proporre il format l’Outlet del Kasalingo si basa sulla convinzione che oggi l’outlet sia per certo la formula più aggressiva per entrare in un mercato che presta molta attenzione alle opportunità di risparmio. La dimostrazione di ciò è il crescente successo delle cittadelle outlet che riescono a motivare i clienti a fare anche qualche centinaio di km per raggiungerle”. Il nostro affiliato ideale – prosegue nel comunicato Gianni Ghidelli – è una persona motivata, con capacità organizzative e soprattutto con la voglia di raggiungere il successo”. Non è richiesta esperienza sul campo, della formazione si occuperà sempre la casa madre, non saranno richieste royalty periodiche, ma solo un fee d’ingresso di 3 mila euro ed il contratto avrà durata quinquennale, rinnovabile. Un segreto per fidelizzare la clientela e non commettere passi falsi è avere un assortimento sempre disponibile ad aggiornato. Se si sceglie l’affiliazione queste necessità saranno sempre soddisfatte dal franchisor, con nuovi arrivi di merce a cadenza settimanale ed assortimento inesauribile. Per ulteriori informazioni visitate la pagina http://www.kasanova.it/lavoro/offerte e scaricate la brochure informativa in pdf sul progetto dell’outlet in franchising.

Link di approfondimento da cui abbiamo tratto alcuni contenuti:

http://www.franchisekey.it/franchising-attualita/Il-franchising-L-Outlet-del-Kasalingo-va-incontro-ai-potenziali-franchisee.htm

http://www.lavoroeformazione.it/Franchising2.asp?codice=175

http://www.infofranchise.it/detail.cfm?IdNotizia=10578&IdSezione=5&strKey=it

Rosalba Mancuso

Fonti delle immagini:

http://www.fontanacasa.it/esposizione.ctr#

Articoli correlati:

Altri articoli :