Aprire una attivita’ on line : quali sono gli errori da evitare. Seconda parte

marzo 14, 2010 | Finestra sulla Rete

Cerchiamo di partire dalla base di ogni attivita’ : definire chi sono i nostri clienti e soprattutto il prodotto che vendiamo.

Durante il boom di aperture di piccole boutique, gestite in maggioranza da commercianti donne, negli anni ottanta, la voglia di aprire una propria attivita’ commerciale era notevole e molto spesso queste innumerevoli esperienze imprenditoriali si concludevano dopo non molto tempo, con la chiusura dell’attivita’.

La chiusura delle attivita’ commerciali dopo poco tempo dall’apertura : Che cosa era successo?

I negozi erano stati aperti sotto la spinta dell’entusiasmo e dalla voglia di ‘mettersi alla prova’ e ‘diventare indipendenti’.

Sicuramente, questa e’ una motivazione importante che deve sempre essere alla base di ogni nuova iniziativa ma : occorre rispettare le regole del mercato.

Aprire una attivita’ deve essere anche la conseguenza di una reale valutazione del possibile mercato per la nostra impresa.

Quindi, quella di basare il successo del nostro progetto esclusivamente su un sano entusiasmo ed un ottimismo cieco, puo’ essere un azzardo.

Aprire un’attivita’ on line : le regole da seguire

Anche nel caso dell’apertura di una attivita’ su Internet, occorre tenere conto dei parametri presi in considerazione nel paragrafo precedente.

Troppo spesso, preferiamo illuderci che sia sufficiente aprire un sito :una bella grafica…un bel nome..e poi come nel caso delle nostre amiche commercianti, aspettare che molte persone vengano sul nostro sito a comprare o a consultarci, solo perche’ abbiamo voluto credere che fosse cosi’.

Le nostre amiche commercianti, avevano volutamente ignorato di analizzare i comportamenti dei consumatori nel loro quartiere o nel loro paese.

Perche’ se avessero chiesto o solo osservato dove le persone ( i potenziali loro clienti) abitualmente compravano, forse non avrebbero aperto o comunque avrebbero identificato meglio la loro nicchia.

Invece hanno preferito ignorare il tutto.

Guadagnare su Internet : usare il buon senso.

Come le nostre care amiche, anche molti aspiranti imprenditori sul Web, evitano di porsi riflessioni importanti su :

  • mercato di riferimento
  • concorrenti
  • definizione del prodotto e servizio da vendere
  • reali costi ( in tutti i sensi) dell’iniziativa.

Quindi molte volte, passati i primi mesi, molte iniziative, vengono abbandonate e vanno alla deriva.

Aprire un sito per guadagnare : cosa fare prima di partire.

  • Innanzi tutto : definire cosa vogliamo fare e cosa si potrebbe fare ( quali sono gli spazi liberi? Che cosa manca?…)
  • Valutare bene la presenza di competitor: come sono strutturati e soprattutto che strategia adottano.
  • Una volta definita la nostra nicchia, cominciare ad ipotizzare realisticamente la nostra attivita’ di imprenditori.

Aprire un sito per guadagnare : altre cose da ricordare.

  • Come abbiamo ricordato gia’ in passato, e’ bene scegliere un settore a noi gradito o comunque congruo con le nostre attitudini/desideri.
  • Definire la nostra disponibilita’ : ossia quanto tempo, quanti soldi, quanta pazienza.., occorrono per vedere nascere il nostro progetto.

Aprire un sito per guadagnare : alcune obiezioni che molti potrebbero fare.

Molti, effettivamente potrebbero obiettare che le piu’ grandi societa’ in Internet, sono nate in maniera spesso approssimativa, in garage e non certo con grandi ricerche di mercato e business plan.

Solo in parte!

Perche’ molte aziende Web, in realta’, hanno alle spalle professionisati con esperienza(al di la’ dell’aspetto friendly), consulenti e naturalmente venture capital, in grado di ‘seguire’ e ‘consigliare’ quando serve.

Poi, vengono spesso portate come esempio, solo quelle aziende(un numero decisamente minore rispetto alle totali) che sono nate e cresciute solo con l’entusiasmo dei loro fondatori.

Inoltre, stiamo parlando di situazioni temporali e territoriali (USA e Cina ) che comunque hanno permesso anche a progetti ‘improvvisati’ ma interessanti, di trovare un mercato e dei finanziatori.

Purtroppo, non e’ possibile ripetere ovunque ed in ogni tempo, sempre la solita formula.

Aprire un sito per guadagnare : definire tempi e modalita’ di operativita’

Un errore di cui abbiamo gia’ parlato, commesso da neoimprenditori sul Web, e’ senza dubbio quello di non pianificare un calendario di massima delle azioni.

Ossia, troppo spesso si tende a ‘vivere alla giornata’.

Ricordiamo che il Business Plan e’ uno strumento dinamico che serve anche a verificare i nostri obiettivi e deve essere costantemente aggiornato nella fase di avviamento e sviluppo della nostra azienda.

Se non definiamo degli obiettivi, dei costi, delle strategie legate ai tempi di attuazione, rischiamo di essere in balia delle situazioni e del caso.

Anche le situazioni non positive, se abbiamo precedentemente pianificato una strategia, possono essere analizzate e ‘riposizionate’, alla luce di cio’ che e’ accaduto.

Quindi : saper utilizzare ogni informazione, analizzare ogni risultato e sopratutto gestire ogni cambiamento in corso, riaggiornando il nostro percorso, i nostri obiettivi, alla luce delle risorse da impiegare.

fonti immagini

www.sarzano.genova.it

www.sfilate.it

blogs.myspace.com

Articoli correlati:

Altri articoli :