Mettersi in proprio con successo : la costanza e la determinazione. Seconda parte

aprile 1, 2010 | Formazione personale

Bentornati nelle seconda parte dedicata a come programmare alcuni cambiamenti importanti nel corso della nostra vita.

Abbiamo osservato, la scorsa puntata, come le buone intenzioni, si concludono molte volte gia’ dopo i primi giorni di impegno e sacrifici : quindi si ritorna a fare la vita di tutti i giorni; forse un po’ piu’ delusi e frustrati di prima.

Questo, perche’ abbiamo assimilato (somatizzato) una sconfitta (l’ennesimo tentativo non riuscito di cambiare).

Oggi, parliamo di : mollare tutto: cambiando luogo di vita e di lavoro.

Un cambiamento estremo che spesso viene vissuto come un sogno e solo in alcuni casi si tende ad attribuirgli un vero e proprio significato completo.

Cambiare vita : scappare via! Aprire un’attivita’ all’estero!

E’ il sogno di molti e sicuramente i racconti (talvolta esagerati) di qualcuno che e’ scappato ed e’ riuscito a ricostruirsi una nuova vita, ci spingono molte volte a sognare e cercare in una fuga (all’inizio solo virtuale), la soluzione dei nostri problemi o perlomeno anche solo il tentativo di allontanarci dai nostri pensieri di tutti i giorni e dalle questioni che ci assillano continuamente.

Pensare di recarsi all’estero o comunque fuori da quello che e’ il nostro ambiente e ricostruire un nuovo percorso di vita, anche mediante l’apertura di un’attivita’ commerciale in loco, e’ un sogno che molti, coltivano piu’ o meno segretamente.

Scappare via : aprire il bar sulla spiaggia tropicale

Questo, e’ sicuramente la visione da cartolina che molte persone hanno, di un cambiamento della propria vita.

Vediamo ora realmente, quali possono essere le ragioni di un cambiamento repentino della nostra vita e come impostare le fasi di questo passaggio.

Aprire una attivita all’estero : le ragioni e i passi da fare.

Non entriamo nei motivi specifici ( e personali) che spingono le persone ad un certo punto della propria vita, a cercare altrove nuove opportunita’.

Cerchiamo invece di capire, quali sono le azioni da attuare e quali sono gli elementi di criticita’ in queste scelte.

Aprire una attivita all’estero : gli errori piu’ comuni

Il primo errore, e’ sicuramente voler confondere un momento di vacanza e serenita’ che stiamo vivendo in una localita’ lontana dal nostro domicilio, con l’illusione che questo sia per forza un luogo adatto per viverci ed in grado di offrire automaticamente opportunita’ di business.

Il secondo errore, sta nella superficialita’ con cui si analizza la situazione ambientale.

Spesso, come in altre situazioni, preferiamo vedere le cose da villeggianti e non da imprenditori accorti e non prendiamo in considerazione molti aspetti:

cultura e tradizioni differenti

leggi non sempre omogenee e neppure facili da interpretare;

credere che il basso costo della manodopera locale e dei servizi in genere, giustifichi investimenti ed opportunita’, dimenticandoci che il nostro ritmo lavorativo, non e’ lo stesso che hanno tutti i paesi del mondo;

dimentichiamo che per noi, il lavoro ha un senso ed uno spazio per ben preciso, nella nostra scala di valori mentre in molte culture, occupa uno spazio differente ed invece altri elementi/valori, a cui noi attribuiamo (in base alla nostra cultura) importanza marginale, in quel luogo, dove vogliamo ricominciare a vivere ed a investire, ricoprono ruoli fondamentali;

comunicare : se vogliamo effettivamente riuscire a portare avanti nuove iniziative ed integrarci, occorre conoscere, oltre alle abitudini ed alla cultura, la lingua del posto.

(questo, e’ uno degli aspetti che molti sottovalutano e pensano di ovviare con il supporto di un traduttore o poco piu’) e quindi, si rischia di vivere in luogo, rimanendo di fatto degli estranei.

Queste, sono alcuni considerazioni, per cominciare a pensare di avviare una attivita’ in un altro paese e trasferirci per vivere.

Nelle prossime puntate, affronteremo quelli che sono gli aspetti e le problematiche legate all’apertura di una nuova attivita’ all’estero.

In base anche alle esperienze che ci sono giunte da parte di molti imprenditori, cercheremo di comunicare quali sono gli errori piu’ diffusi da evitare.

Fonti immagini :

digilander.libero.it

travelblog.it

Articoli correlati:

Altri articoli :