Aprire una agenzia di pompe funebri. Prima puntata.

Idee per mettersi in proprio : aprire una agenzia di pompe funebri.

May 24, 2010 | Fare impresa

In questo reportage ci accingiamo a parlare di un settore di impresa che molti non hanno mai pensato di creare, ma che, forse, a causa del lavoro sempre più scarso, della crisi che rende il futuro sempre più incerto, inizia ad interessare una discreta fetta di utenti: i servizi funebri. L’impresa che effettua servizi funebri per conto terzi , è l’agenzia di pompe funebri. Un’impresa da sempre circondata da un’ aura di tristezza e di scaramanzia, ma che in realtà annovera al suo interno fior fior di professionisti che si mettono al servizio di coloro che hanno perduto un familiare, seguendo tutte le fasi del disbrigo delle pratiche mortuarie, del cerimoniale, del trasporto e della tumulazione della persona deceduta. Trattando l’argomento, è inutile dire chi sono i clienti tipo di un’impresa funebre, perché essendo l’attività legata alla naturale fase della fine della vita, riguarda tutti.

APRIRE UNA AGENZIA DI POMPE FUNEBRI : L’ATTIVITA’

E sì, tutti siamo potenziali clienti e saremo, speriamo in un giorno lontanissimo, effettivi clienti di un’agenzia di pompe funebri. L’impresa viene classificata come agenzia d’affari che si obbliga a trattare delle pratiche per conto terzi, ma anche come attività commerciale se effettua anche la vendita di arredi funerari ( bare, candelabri etc.); e se si occupa dell’addobbo funerario, è anche considerata impresa artigiana. I servizi di un’agenzia di pompe funebri sono davvero tantissimi, anche se apparentemente diretti, verso un’unica tipologia di azione: il funerale. Il settore è degnamente rappresentato e dunque la concorrenza non manca, proprio perché non mancheranno mai nemmeno i clienti. Il business di queste imprese è in continua crescita. A fine 2009 le imprese funebri italiane erano circa 6000. Tra le regioni che presentano la concorrenza più agguerrita troviamo la Lombardia, il Lazio e la Sicilia, seguite da Campania e Piemonte. Pensate che il numero maggiore di imprese funebri per densità di abitanti si trova proprio al Sud con 20 imprese ogni 100 mila residenti. I dati , elaborati dalla Camera di Commercio di Milano e dall’Istat, sono riportati sul sito di settore www.funerali.org » . Il portale, edito dalla Euro Act. Srl, pubblica anche dei riferimenti fiscali e normativi che un imprenditore delle pompe funebri deve necessariamente conoscere. Ma andiamo per gradi, in modo da trattare tutti gli aspetti che possono portale alla costruzione di un’impresa funebre. Dopo aver accennato alla distribuzione della concorrenza, passiamo ad analizzarne la struttura societaria. Le agenzie di pompe funebri sono molto spesso a conduzione familiare e si tramandano di padre in figlio. Non sempre i figli vogliono intraprendere il mestiere dei padri , che alle soglie della pensione si vedono costretti a mettere in vendita l’attività. La soluzione di rilevare un’impresa di pompe funebri già esistita, può rivelarsi una scelta vincente, per via dell’avviamento e della nomea di cui l’azienda ha goduto negli anni, anche se si dovrà tenere conto di un consistente investimento che ripaghi l’impresa degli anni di lavoro, delle attrezzature possedute, del grado di avviamento realizzato.

APRIRE UNA AGENZIA DI POMPE FUNEBRI : I COSTI

Non è che avviarla da zero, consenta di risparmiare sull’investimento, anzi, tenete conto che 100 mila euro potrebbero non bastare. Quello, semmai, è l’investimento richiesto per avviare un’agenzia di pompe funebri per animali, una sorta di interessante innovazione per chi opera nel settore delle pratiche funerarie, cioè i servizi per la sepoltura dei nostri cari amici a quattro zampe. Rilevare un’impresa funebre esistente, forse, potrebbe consentire un considerevole risparmio sull’investimento iniziale. Alcuni impresari di pompe funebri chiedono somme intorno ai 50 mila euro. Ma prima di effettuare una simile operazione bisogna chiedersi il perché di questo prezzo, se l’azienda è redditizia, cioè se riesce a reggere la concorrenza, se una richiesta così bassa è dettata dalla volontà del titolare ormai anziano di abbandonare per sempre il lavoro di una vita anche a costo di regalare l’attività. Valutate tutte le variabili e le dinamiche alla base della cessione dell’impresa, si potrà decidere per l’acquisto o per la creazione da zero di una propria agenzia di pompe funebri. Anche questo segmento di impresa, è annoverato negli annali del franchising, imprese del settore dal marchio consolidato stanno offrendo opportunità di affiliazione al loro nome ed al loro know how. Il che non è da disdegnare, specie per chi vuole diventare impresario di pompe funebri per la prima volta. Farsi seguire da marchi con consolidata esperienza, permette di avviare l’impresa con una solida base di esperienza, da utilizzare nello svolgimento dell’attività. A proposito di svolgimento del lavoro, bisogna sottolineare che si tratta di un mestiere 24 ore su 24, dove non esistono orari o festività che tengano, ma solo le esigenze di coloro che hanno perso, spesso tragicamente ed all’improvviso, delle persone care. Lo spirito di sacrificio e la capacità di rispetto e di ascolto del dolore altrui, sono i requisiti fondamentali dell’impresario e dello staff di un’agenzia funebre. Continua.

Rosalba Mancuso

Fonti delle Immagini:

autoblog.it

societamillennium.com

Articoli correlati:

  • Aprire una agenzia di pompe funebri. Seconda puntata.Aprire una agenzia di pompe funebri. Seconda puntata.
    Capacità di ascolto e spirito di sacrificio sono solo alcuni dei requisiti di base, necessari per implementare un’ impresa di pompe funebri. In realtà per mettere su l’azienda, non bastano solo le ...
  • Aprire una agenzia di pompe funebri. Terza puntata.Aprire una agenzia di pompe funebri. Terza puntata.
    Proseguiamo nella trattazione del reportage dedicato all’avvio di un’impresa di pompe ( od onoranze) funebri. Come citato nella scorsa puntata, il titolare dell’impresa ed i suoi collaboratori dev...
  •  …Cosa faro’ da grande…quali attivita’ aprire? …Cosa faro’ da grande…quali attivita’ aprire?
    Buon Lunedi', La settimana scorsa, abbiamo cominciato a parlare di due nuovi argomenti. Entrambi riguardano l'apertura di attivita' commerciali tradizionali nella forma ma abbastanza innovat...
  • Aprire una agenzia matrimoniale. Terza parte.Aprire una agenzia matrimoniale. Terza parte.
    Anche nella fondazione e nella conduzione di un’agenzia matrimoniale dovranno essere superate alcune criticità. Affrontarle al meglio dipenderà sempre ed esclusivamente dal talento, dall’attitu...
  • Aprire un’agenzia di poste private. Prima parte.Aprire un’agenzia di poste private. Prima parte.
    C’era una volta il postino. Gentile, puntuale e pronto a smistare la corrispondenza al destinatario. Una volta questa figura professionale dipendeva da Epi, cioè dall’Ente Poste Italiane, organiz...
  • Aprire una agenzia matrimoniale. Seconda parte.Aprire una agenzia matrimoniale. Seconda parte.
    Il primo passo per essere autorizzati a gestire un’agenzia matrimoniale, è quello dell’ottenimento della licenza di pubblica sicurezza, da richiedere alla Questura del territorio dove ha sede l’i...

Altri articoli :

Comments (1)

 

  1. [...] Aprire una agenzia di pompe funebri. Prima puntata * Aprire una agenzia di pompe funebri. Seconda puntata * Aprire una agenzia di pompe funebri. Terza [...]

Leave a Reply

Chi siamo

Affaripropri pubblica foto e video presi dalla Rete Internet facendo attenzione a non violare diritti d'autore.

Nel caso ravvisiate utilizzo improprio di testi ed immagini, scriveteci e provvederemo immediatamente alla rimozione del materiale.