Aprire una agenzia investigativa. Seconda parte

maggio 5, 2010 | Fare impresa

Il percorso formativo di un investigatore privato, oltre all’università, può essere intrapreso o concluso anche attraverso corsi di formazione organizzati dalle principali associazioni di categoria.

COME DIVENTARE INVESTIGATORE PRIVATO

Corsi formativi sono offerti, ad esempio, da ENBISI, l’Ente Nazionale Bilaterale Italiano Sicurezza nelle Investigazioni. Percorsi formativi di base ed avanzati vengono offerti anche da agenzie di investigazione accreditate presso i sindacati di categoria. E’ il caso della Mongillo Investigazioni, società di investigazione privata, fondata negli anni ’50 proprio nel Sud Italia, da un fiduciario del Banco di Napoli, la sede principale dell’azienda si trova a Caserta. Forte del suo oltre mezzo secolo di storia, l’azienda offre corsi base e corsi specifici in investigazione privata per chi vuole muovere i primi passi in questo affascinante settore professionale. Ulteriori informazioni sulla professione, possono essere reperite presso i maggiori sindacati nazionali degli investigatori privati. Ecco la lista: Associazione Italiana Investigatori Privati AII; Federpool, Federazione italiana istituti privati investigazioni informazioni sicurezza; A.I.PRO.S., Associazione italiana professionisti della sicurezza; CON.IPI , Confederazione nazionale investigatori privati e SANDIP, Sindacato autonomo nazionale degli investigatori privati, a cui è associata l’azienda che abbiamo citato poche righe più su. Il servizio di investigazione privata si incrocia anche con quello della vigilanza omonima. Di investigazione privata parla anche il sindacato delle guardie giurate, presso l’Unal, Unione Nazionale Autonoma del Lavoro. Ecco perchè dopo aver approfondito il tema oggetto del nostro reportage, vorremmo pure aprire un focus sulla possibilità di creare un istituto di vigilanza privata. Per il momento, però, cerchiamo di capire meglio come avviare un’agenzia di investigazione privata e come muoversi per intraprendere al meglio la professione. A proposito di quest’ultimo aspetto c’è da dire che i sindacati degli investigatori si stanno dotando di precisi codici deontologici che gli iscritti sono tenuti a rispettare a garanzia di professionalità e di tutela del cliente. Iscriversi alle associazioni di categoria non rappresenta solo un modo per formarsi e specializzarsi nell’esercizio della professione, ma anche per creare su di sé e sulla propria azienda un’immagine di affidabilità ed autorevolezza. Un ‘immagine data però dal rispetto delle regole previste dai codici deontologici e dal rispetto delle norme vigenti. Una delle norme a cui l’investigatore deve prestare assoluta attenzione è quella della privacy.

DIVENTARE INVESTIGATORE PRIVATO: LE NORME DA RISPETTARE

Il lavoro del professionista incaricato dal cliente di scoprire gli “affari” altrui, si scontra inevitabilmente con le delicate questioni di privacy ed è questa una delle maggiori aree di criticità del mestiere, bisogna muoversi senza ledere le norme ed i diritti altrui. A fronte di una materia cosi delicata, il legislatore nel 2008 ha varato per chi svolge indagini da far valere nei procedimenti giudiziari, dunque per avvocati, consulenti ed investigatori privati, il codice deontologico della privacy. Il documento, in particolare, prevede che l’investigatore privato non possa raccogliere dati per iniziativa personale, ma solo su conferimento di incarico scritto conferitogli da un difensore o altro soggetto. Le informazioni devono essere raccolte dall’investigatore o da altri investigatori designati al momento dell’incarico o da altri collaboratori dell’investigatore, purchè previsti al momento della sottoscrizione del contratto.

Le informazioni raccolte dal professionista, dovranno essere pertinenti al compito ricevuto ed indispensabili. Dovranno essere cancellate dagli archivi non appena l’attività investigativa si sarà conclusa. Anche i codici deontologici delle associazioni di categoria, recepita e sottoscritta la norma ufficiale, prevedono alcune regole a cui gli associati devono attenersi, queste riguardano i rapporti con il cliente, il trattamento dei dati raccolti ai sensi della legge sulla privacy, i rapporti tra colleghi, i compensi applicabili, i rapporti con la stampa, le forme di pubblicità, i rapporti con gli organi di Polizia. Le agenzie di investigazione possono pubblicizzare la loro attività, purchè non diano messaggi fuorvianti ed ingannevoli volti a far credere al cliente di poter trovare informazioni che violano le norme vigenti. Una visione completa del codice deontologico professionale, con l’elenco delle norme a cui è sottoposto l’esercizio dell’attività, è reperibile a questo link: http://www.federpol.net/codice.php. Per poter essere abilitati ad esercitare la professione di investigatore privato è necessario ottenere la licenza della Prefettura, dunque non abilita la formazione, con quella casomai si impara a lavorare meglio, abilita o, meglio, autorizza ad esercitare solo la licenza del Prefetto. L’autorizzazione prefettizia va richiesta presso l’Ufficio Territoriale del Governo( Prefettura) della provincia dove avrà sede l’attività. Nelle prossime puntate parleremo dell’iter burocratico necessario per ottenere il rilascio della licenza, dei documenti da allegare all’istanza, di altri step burocratici per avviare l’impresa di investigazioni, dei costi da sostenere e di altri aspetti riguardanti la professione. Seguiteci

Fonte di alcuni dati dati:

http://www.nove.firenze.it/vediarticolo.asp?id=a8.01.22.14.37

Rosalba Mancuso

Fonti delle Immagini:

http://www.flickr.com/photos/monaman/3409816369/

http://www.flickr.com/photos/anuzzo/1988931198/

Articoli correlati:

  • Aprire una agenzia investigativa. Quinta parteAprire una agenzia investigativa. Quinta parte APRIRE UNA AGENZIA INVESTIGATIVA : I COLLABORATORI I collaboratori delle agenzie investigative sono spesso giovani che vengono formati attraverso appositi corsi di formazione o […]
  • Aprire una agenzia investigativa. Terza parteAprire una agenzia investigativa. Terza parte APRIRE UNA AGENZIA DI INVESTIGAZIONI : L'ITER BUROCRATICO Per avviare un’agenzia di investigazioni, bisogna seguire un preciso iter burocratico che ha il suo culmine nel rilascio della […]
  • Aprire una agenzia investigativa. Quarta parteAprire una agenzia investigativa. Quarta parte Dopo aver dato un’occhiata alle procedure burocratiche per mettere su un’agenzia di investigazioni ed uno sguardo alle tariffe da applicare, cercheremo di capire quali costi iniziali e di […]
  • Aprire una agenzia investigativa. Prima parteAprire una agenzia investigativa. Prima parte Per intraprendere la professione di cui stiamo per parlare in questo nuovo reportage, dedicato alle idee di impresa, bisogna possedere una dote molto importante: la curiosità. Essere […]
  • Vivere secondo i propri sogni.Vivere secondo i propri sogni. Buon lunedi', La primavera è arrivata e con essa, come ogni anno, la natura ci presenta il suo spettacolo che si rinnova sempre, con la sua esuberanza, il suo vigore e la sua forza […]
  • Aprire un Centro Benessere , sesta parte : diventare massaggiatoreAprire un Centro Benessere , sesta parte : diventare massaggiatore . Un’altra figura indispensabile in un centro estetico o centro benessere è quella del massaggiatore. Il massaggiatore, come dice lo stesso termine, fa i massaggi, ma di questa […]

Altri articoli :