Avviare un autonoleggio. Quarta parte

giugno 19, 2010 | Fare impresa

Nella terza parte del servizio a puntate dedicato all’avvio di un’impresa di autonoleggio, avevamo concluso sottolineando l’importanza di un buon sito web per potersi promuovere e per poter lavorare gestendo i contatti ed i pagamenti direttamente on line. Soprattutto se si opera lontano da aree strategiche e non si hanno molti uffici dislocati e se si parte con una piccola attività, il sito di e-commerce nel settore dell’autonoleggio è d’obbligo. Questa è la terza voce di investimento da considerare, dopo il parco auto e l’autorimessa, che avevamo descritto nelle precedenti puntate.

APRIRE UN NOLEGGIO AUTO : IL SITO WEB

Un ottimo sito di e-commerce per un’impresa di autonoleggio si può acquistare con poco. In Italia si trovano più di 300 mila proposte di web agency specializzate nella realizzazione di piattaforme di e-commerce. Generalmente si paga un canone periodico di gestione del servizio di hosting ed assistenza, si va dai 20 euro mensili ai 100 euro annui. Basta cercarle e trovarle sui motori di ricerca. Più di 72 milioni di siti propongono anche piattaforme e software free per realizzare a costo zero il portale d vendita on line più adatto alla propria attività. Se si è esperti ed appassionati nella creazione di siti di e-commerce si possono sfruttare queste soluzioni. Il sito programmifree, ad esempio, propone una lista di siti di e-commerce da modificare con le voci aziendali che più interessano e da scaricare direttamente da internet, il costo da sostenere sarà solo il canone annuo del servizio di hosting che varierà in base al provider scelto. La spesa per la realizzazione di un portale di autonoleggio con database e tutto il resto, non è da escludere perché nel pacchetto potrete acquistare anche il posizionamento sui motori, la pubblicità sul web. Tutto tempo risparmiato che vi consentirà di entrare a regime in un lasso di tempo ragionevolmente breve.

APRIRE UN NOLEGGIO AUTO:LA PUBBLICITA’


La pubblicità di un’azienda di autonoleggio, sfrutta, oltre al web, anche altri canali, come la cartellonistica pubblicitaria nei nodi stradali più frequentati, spazi sui giornali e persino spot su radio e tv. Di solito scelgono i media tradizionali, le grandi società di autonoleggio che vantano una trentennale esperienza di mercato. Per chi parte dall’inizio, il web, la cartellonistica pubblicitaria ed i manifesti, sono delle soluzioni da applicare. La cartellonistica ed i manifesti sono una forma di pubblicità esterna che rientra nel regime delle pubbliche affissioni,

Nel costo della campagna dovrete considerare non solo l’onorario dell’agenzia pubblicitaria, ma anche le imposte di pubblicità che variano da comune a comune. Anche in quest’ultimo caso si paga un canone annuo, comprensivo degli oneri descritti, che può andare dai 50, ai 130 euro all’anno,

Tutto dipende dalle tabelle fissate dai comuni. Il compenso dell’agenzia dipende dal numero di cartelloni e manifesti realizzati, potrebbero volerci 300, 600, 800 euro. Bisogna, inoltre, sottolineare che le piccole agenzie di autonoleggio offrono servizi che le grandi imprese non offrono, come, ad esempio, il noleggio auto per matrimoni. In questo caso un ottimo veicolo pubblicitario è lasciare dei volantini presso atelier e ristoranti, fotografi e fiorai oppure stipulare delle convenzioni o degli accordi con questi stessi operatori che indicano ai futuri sposi e clienti la ditta dove poter prenotare la propria auto per il giorno più bello. Per promuovere, invece, il noleggio di veicoli a scopo turistico, ideale è promuoversi presso strutture alberghiere e tour operator, tramite volantini, biglietti da visita o siglando accordi con le strutture del settore. Un’altra differenza tra piccole imprese di autonoleggio e grandi società è anche nella modalità in cui si svolge il servizio di affitto del veicolo a domicilio, la piccola impresa, rilascia il servizio direttamente con la prenotazione a distanza, mentre le grandi imprese, per via della capillare diffusione di sedi sul territorio, possono richiedere il servizio di noleggio a domicilio, chiedendo al cliente di recarsi di persona in ufficio. Un altro servizio offerto dalle imprese di autonoleggio, per diversificare, specie le più grandi, è la vendita di auto usate. Apprese queste utili informazioni, bisogna conoscere anche le tariffe da richiedere per il servizio. Il costo del servizio di noleggio può essere giornaliero, settimanale o mensile, in base al tempo di utilizzo richiesto dal cliente. Varia anche in base alle dimensioni del veicolo scelto. Si va dai 36 ai 125 euro giorno. Dai 240 ai 530 euro settimanali. Se si supera un tot di km si applica una quota di eccedenza pari a una decina di centesimi di euro a km, fino a 25 centesimi di euro a km, in base al veicolo utilizzato. Si deve anche tenere conto di imposte e tasse e dell’IVA che in queste tariffe è esclusa.

Fonti dei dati:

http://www.centrostampe.it/stampa_manifesti.asp

http://www.autonoleggiorollo.it/tariffe.htm

Rosalba Mancuso

Fonti delle immagini:

http://picasaweb.google.com/lh/photo/KB5wu15VoFxnfbUTbVrTtA

http://www.flickr.com/photos/photolupi/2550513764/



Articoli correlati:

Altri articoli :