Aprire un’attività : il controllo dei costi. Premessa

luglio 20, 2010 | Fare impresa

Due settimane or sono, sono andato a cena in un ristorante pizzeria dove ogni tanto con alcuni amici ci incontriamo.

Un locale pulito, ordinato.

Un servizio efficiente mah….

Il colpo d’occhio di chi è allenato da anni ad analizzare costi e ricavi, purtroppo non era a riposo, neppure in una serata di relax.

Così, assieme agli altri commensali( 2 piccoli imprenditori ed un commercialista) non potemmo non notare una sproporzione fra il numero dei clienti ai tavoli ed il personale impiegato nelle varie funzioni.

Praticamente, nell’arco della serata, un addetto ogni 2,5 clienti.

Essendo i prezzi praticati non alti (in termini generali), se ne deduceva che il locale lavorare pienamente in perdita.

Aprire un’attività : il controllo dei costi

Ora, abbiamo preso in esame un’attività piccola ma tradizionale come questa, per cercare di comprendere le cause delle inefficienze e purtroppo anche delle chiusure, di molte piccole e medie attività.

Il locale di cui abbiamo parlato, è aperto da tempo e pianificare l’esatto numero di personale necessario a coprire le esigenze, non è difficile.

Talvolta, non è il numero degli addetti ma la loro modalità di utilizzo.

In questo caso, c’erano più camerieri che tavoli da servire ma in molte altre situazioni che nelle settimane prossime andremo ad analizzare, scopriremo che uno sbagliato utilizzo degli strumenti e dei mezzi aziendali ed una scarsa gestione e pianificazione del personale, porta a risultati simili.


Aprire un’attività : la gestione delle risorse aziendali

Nelle prossime puntate, analizzeremo per i vari settori, dove è possibile migliorare l’efficienza e la produttività, migliorando conseguentemente il bilancio aziendale.

Arrivederci

Andrea Figoli

fonte immagine :

comune.prato.it

Articoli correlati:

Altri articoli :