Aprire un club privè. Terza parte

settembre 5, 2010 | Fare impresa



Proseguiamo la nostra disamina dedicata alla creazione di un club privato. Come già detto, il club privato, detto anche club privè, non si configura come una vera e propria attività di impresa, perché rientra nello status dell’associazione tra privati. Solo l’abbinamento di servizi di ristorazione e gioco richiede anche il rilascio di autorizzazioni per attività di impresa. Ma di questo ed altri aspetti avevamo già parlato nelle scorse puntate.


APRIRE UN CLUB PRIVE’ : L’ARREDAMENTO

Nell’ultima, avevamo concluso parlando dell’investimento necessario ad avviare un circolo privato. Una parte molto importante della spesa, va dedicata all’arredamento, che deve essere legato ad un particolare stile e ad una certa raffinatezza. Per sua natura, trattandosi di un’attività che mira a favorire gli incontri e la socializzazione, l’ideale sarebbe studiare un design particolare dell’arredo, magari a tema. Ogni angolo o spazio della sala, potrà essere allestito secondo una tematica o uno scenario particolare. Tutto questo, però, ha un costo, e non tutte le aziende di vendita di arredamento offrono mobili, complementi ed accessori a tema. Per attirare più soci si può pensare, ad esempio, a creare sale dedicate al romanticismo con divani e poltrone di colore rosa, o alla passione, con complementi d’arredo di colore rosso fuoco o ancora si possono imitare gli stili di famose sale di ristorazione e pub, ispirate al tema della Divina Commedia con la suddivisione di sale in Paradiso, Inferno e Purgatorio. Tutto, questo, dicevamo, poco fa, ha un costo e non è facile reperire una simile mobilia in qualsiasi azienda commerciale. Nel caso del club privato, così come per i pub ed i night club, gli arredi a tema vanno progettati e realizzati a richiesta e su misura. Sul web abbiamo trovato alcune aziende specializzate in grado di farlo. Una di queste è raggiungibile a questo link: www.cerettiarredamenti.com. L’accesso al sito è riservato ad utenti registrati, si progetta e si realizza arredo per diversi settori di impresa ( anche club e night). Ecco un’altra azienda specializzata nella progettazione di arredi per settore www.tecnamprogetti.it. Ed ancora un’altra, raggiungibile a link www.pirelliarredamenti.it.

Si tratta di aziende prestigiose, che vantano realizzazioni in Italia ed all’estero. Per conoscere l’ammontare del costo di un arredo a tema è consigliabile consultarle direttamente, tramite e-mail o telefono.


APRIRE UN CLUB PRIVE’ : ALCUNI COSTI

C’è chi, per risparmiare sui costi, si affida all’acquisto di mobili e complementi d’arredo aziendale, a prezzi outlet. Esistono, infatti, gli outlet dei mobili. Ecco un sito che potrebbe fare al caso vostro nel caso decidiate di corredare il club privato con un’attività di impresa legata alla ristorazione: www.idfoutlet.com/outlet-mobili-ristorante.htm. Il risparmio sta nel fatto che in questi particolari tipi di negozi si trovano arredi provenienti direttamente dai magazzini dei produttori. Comunque, per la progettazione di arredi personalizzati, la tappa obbligata è quella della consultazione di imprese di progettazione specializzate. Il design e lo stile con cui viene allestito un club privato, sono in grado di determinarne il successo o l’insuccesso. Meglio puntare sulla raffinatezza di alta qualità, per andare sul sicuro. Intanto, per avere una prima panoramica del costo di alcuni complementi d’arredo indispensabili all’allestimento di un club privato, diciamo che una poltrona do ottima fattura e particolarmente elegante, può costare da 500 a 1000 euro.

APRIRE UN CLUB PRIVE’ : ALTRE INFORMAZIONI

Ci sono anche quelle di discreta qualità che costano 200 euro. Un divanetto di ottima qualità, si aggira dai 500 ai 1300 euro. Per visionare altri prezzi potete dare uno sguardo a questo link: www.sedieitaliane.eu, da dove abbiamo tratto le informazioni che avete appena letto. Per i tavolini da abbinare a poltrone e divanetti, si va dalle 150 alle 300 euro. Per quelli più raffinati potrebbero volerci anche 800 euro. Insomma il costo da sostenere è notevole. La soluzione ideale sarebbe quella di rilevare un club privè già esistente ( compreso di locali ed arredo) e magari di spendere solo per ammodernarlo con qualche particolare non eccessivamente costoso. Molte di queste occasioni si trovano nei siti di annunci. Alcuni sono classificati come cessione di night club, ma sappiamo che l’intrattenimento, diurno o notturno, può sempre fare parte dei servizi offerti dal club privè. Le attività cedute hanno dimensioni da 160 a 500 metri quadri. Di solito sono discoteche e ristoranti con annesse sale privè, da poter trasformare, dopo l’acquisto, in un club privato. La procedura ideale sarebbe costituire l’associazione con un numero determinato di soci fondatori ( anche 10) e comprare l’attività ripartendo la spesa ( minimo 200 mila euro) tra loro.

Nella prossima puntata, capiremo quale può essere la location ideale di un club privè e qual è il profilo fiscale di questa categoria di attività.

Rosalba Mancuso

Fonti delle immagini:

http://www.pirelliarredamenti.it/discoteche.asp

Articoli correlati:

  • Aprire un club privè. Quarta parteAprire un club privè. Quarta parte Riprendiamo a parlare della creazione di un club privè, soffermandoci in questo seguito, sulle peculiarità che avevamo citato nella scorsa puntata: location ideale del circolo e […]
  • Aprire un club privè. Prima parteAprire un club privè. Prima parte In questo reportage dedicato alla creazione di impresa parleremo di un argomento che affascina molti aspiranti imprenditori. Da sempre circondato da un’aura di mistero e trasgressione, […]
  • Aprire un club privè. Seconda parteAprire un club privè. Seconda parte Riprendiamo a parlare di come aprire un club privè proseguendo da dove eravamo rimasti e cioè dall’analisi del mercato e della concorrenza. Come avrete potuto notare, leggendo la prima […]
  • Aprire un night club od un locale di lap dance.Aprire un night club od un locale di lap dance. Negli ultimi anni, sono stati aperti centinaia di locali di lap dance sul territorio italiano. Sono sempre esistiti i locali di night club e questa formula innovativa (lap dance) […]
  • Aprire una discoteca : prima parte.Aprire una discoteca : prima parte. Il mondo del divertimento e della notte, si incontra nelle discoteche e nelle sale da ballo. Il settore delle sale da ballo in Italia, nel corso degli anni si è trasformato, superando […]
  • Dove aprire un’attività : avviare un locale di lap dance.Prima parteDove aprire un’attività : avviare un locale di lap dance.Prima parte Con questo post, intendiamo analizzare l'aspetto della localizzazione di un'attività rispetto alle opportunità di successo e quindi agli incassi. Vi sono elementi che sono […]

Altri articoli :