Aprire un giornale on line : guadagnare dalla pubblicità.

settembre 14, 2010 | Finestra sulla Rete

Ritorniamo su questo argomento, dopo aver analizzato i casi di tre edizioni locali di giornali on line.

I tre imprenditori contattati, a cui sono state poste domande dirette in merito alla redditività ed ai modelli di business possibili, hanno evidenziato alcune criticità che tutti i neo imprenditori, devono assolutamente verificare, già nella fase di elaborazione del loro business plan.

Aprire un giornale on line : guadagnare dalla pubblicità.

I tre soggetti imprenditoriali, hanno tutti e tre maturato una significativa esperienza commerciale e di impresa.

Due di loro, addirittura provengono dal settore dei media tradizionali.

L’impatto con il Web, è stato per loro, da una parte entusiasmante, in quanto li ha posti di fronte a nuove sfide ed anche all’opportunità di uscire dai limiti di ‘visibilità’ che i media tradizionali (radio, giornali ecc.) sono in grado di offrire;

dall’altra, la necessità di reinventarsi un modello di business nuovo, in grado di sostenere la nuova iniziativa.

La leggenda che la pubblicità paghi ogni iniziativa indifferentemente: è e rimane, solo una leggenda.

Aprire un giornale on line : le criticità

Gli elementi evidenziati sono :

necessità di raggiungere un numero di visitatori e di visite, sufficientemente ampio;

ottenere la credibilità e l’autorevolezza utili a raccogliere pubblicità

disporre di una organizzazione commerciale per raccogliere la pubblicità

ma soprattutto : verificare se il bacino di utenza, sia in termini di visitatori (trattandosi di edizioni locali), sia in termini di capacità di raccolta inserzioni, sia compatibile con l’iniziativa on line che stiamo predisponendo.

Una delle tre iniziative in esame, terminerà la sua operatività poiché si è inserita in un contesto locale con un basso numero di abitanti e con già la presenza di due competitor avviati ed abbastanza solidi.

Quindi, nonostante ci si trovi ad analizzare attività innovative, occorre sempre prendere in esame il potenziale mercato, sia in termini di competitors che di potenziale fatturato ottenibile.

Altrimenti, si rischia di avviare un’iniziativa che non è in grado di sostenersi finanziariamente nel medio termine.

E così, come nei settori tradizionali, le aziende più solide ed in grado di superare la selezione e la competizione, emergono.

La pubblicità come fonte di monetizzazione, va analizzata e considerata non in termini generici (…tanto a finanziare c’è la pubblicità…quasi fosse la soluzione ad ogni problema!) ma riferita al progetto che noi stiamo avviando.

Quindi :

riuscire a quantificare i numeri del nostro progetto e conseguentemente verificarne la fattibilità.

Fonte immagine :

piazzavittoria.net



Articoli correlati:

Altri articoli :