Aprire un mercatino dell’usato. Quarta parte.

ottobre 18, 2010 | Fare impresa

Come abbiamo visto nella scorse puntate, le modalità di vendita di un mercatino dell’ usato, si possono svolgere con incarico o mandato di intermediazione o direttamente con acquisto e rivendita al pubblico del bene già utilizzato.

APRIRE UN MERCATINO DELL’USATO . ALTRE SOLUZIONI

La possibile espansione del giro d’affari di un mercatino, non esclude la possibilità di abbinare all’usato, anche la vendita del nuovo, in questo caso si utilizzerà il regime Iva a margine globale, già visto per la vendita di oggetti usati in conto proprio. I locali adatti ad abbinare la vendita di oggetti nuovi ed usati, saranno, perciò di dimensioni superiori a quelle minime citate nella seconda parte del nostro reportage, quindi non 40, ma almeno 60 -70 mq. Se non si dispone di uno spazio così ampio e si vuole risparmiare sui canoni di locazione o sul prezzo di acquisto dell’ immobile, si può pensare alla vendita on line, da realizzare tramite piattaforme di e-commerce. Con l’e-commerce si possono vendere oggetti nuovi od usati.

APRIRE UN MERCATINO DELL’USATO ON LINE

Nel nostro caso parleremo del mercatino dell’usato on line. Per e-commerce si intende, infatti, la vendita elettronica o l’attività di commercio tramite il web. Alla base di un’attività di e-commerce c’è sempre un sito web a cui corrisponde un’azienda reale con sede fisica, uffici, partita Iva ed iscrizione camerale. La possibilità di vendere tramite il web, gli oggetti usati, permette di ampliare il numero di potenziali clienti e di abbattere i costi del magazzino di deposito della merce. Il mercatino dell’usato on line, è particolarmente adatto alla vendita dell’usato attraverso l’intermediazione, cioè attraverso l’incarico dato dal proprietario a vendere i propri oggetti usati. Dopo la presa in visione del bene usato, da parte del responsabile del negozio on line, l’oggetto potrà tranquillamente restare nel deposito del proprietario ed essere consegnato all’acquirente a vendita conclusa. Il sistema di funzionamento di un mercatino dell’usato on line è molto semplice, il proprietario contatta il mercatino on line, compila un incarico a vendere a favore del gestore del sito, invia descrizione ed immagini da pubblicare sul sito; l’acquirente naviga il sito, sceglie la merce usata di suo interesse, compra e paga tramite sistemi di pagamento on line.

APRIRE UN NEGOZIO DELL’USATO ON LINE: ALCUNI SITI DA OSSERVARE

I siti più famosi di vendita dell’usato sono Subito.it ed Ebay che ha da poco lanciato la sezione E-Bay annunci. Per quanto riguarda Subito.it, si tratta di un vero e proprio sito di annunci dove la merce usata viene messa in vendita direttamente dai proprietari, configurandosi come una vendita in conto proprio nel senso puro del termine che avviene in maniera occasionale. Il sito funziona perciò come incontro tra domanda ed offerta, svolgendo un’intermediazione del tutto gratuita. Ebay è, invece, la piattaforma di e-commerce e di intermediazione commerciale più nota al mondo, oltre che un prestigioso sito di aste on line, dove a vendere sono spesso aziende e venditori professionali, le transazioni che avvengono tramite il portale richiedono, infatti, il pagamento di commissioni, quindi si tratta di un servizio di vera e propria intermediazione commerciale. Su Subito ed Ebay si trova usato di tutti i tipi e di tutti i generi, dal mobile, al telefonino, all’abito da sposa. Queste due realtà rappresentano la concorrenza più agguerrita di chi vuole creare un mercatino on line dell’usato. Se non si studiano delle corrette strategie pubblicitarie e di comunicazione, se non si definisce la categoria merceologica da trattare, il rischio più probabile è il fallimento del’iniziativa in un periodo di tempo più o meno breve. Evitare questo rischio è possibile. Le soluzioni a riguardo esistono e lo dimostrano i dati della presenza di mercatini on line, evidenziati durante le ricerche: ben 503 mila. Alcuni di questi siti si ispirano a Subito.it, offrendo un’intermediazione gratuita, altri ad Ebay. Il primo passo è capire che tipo di profilo commerciale dare al sito dell’usato on line. Se si punta al gratuito, l’obiettivo dovrà essere quello di aumentare le visite ed il numero degli iscritti per accrescere il valore pubblicitario del portale, quindi si tratterà di un portale di annunci nel senso puro e tradizionale, che funziona da contenitore di informazioni e descrizioni sui prodotti venduti. In questo caso si tratterà di un vero e proprio prodotto editoriale, simile al giornale cartaceo di annunci, che deve essere editato da un’impresa editoriale, regolarmente registrato e gestito da un direttore responsabile. Se il sito punta a svolgere un servizio di intermediazione commerciale sul modello di Ebay, si tratterà di una ditta di e-commerce che deve possedere regolare partita Iva ed iscrizione alla Camera di Commercio ( anche l’azienda editoriale del portale gratuito deve possedere partita Iva ed iscrizioni camerali). La disciplina giuridica e fiscale dell’e-commerce è simile al commercio tradizionale, per cui anche il mercatino dell’usato on line sarà sottoposto alle stesse regole che abbiamo già descritto per il mercatino dell’usato in sede fisica. Segue…

Rosalba Mancuso

Fonti immagini:

http://www.flickr.com/photos/fosforix/3007393167/

http://www.flickr.com/photos/newdavich/4074193430/

Articoli correlati:

  • Come aprire un mercatino dell’usato. Terza parte.Come aprire un mercatino dell’usato. Terza parte. Nella seconda puntata del nostro reportage sull’avvio di un mercatino dell’usato, dicevamo che tra le attrezzature aziendali, era indispensabile possedere un pc ed un apposito software […]
  • Come aprire un negozio dell’usato. Prima parte.Come aprire un negozio dell’usato. Prima parte. Gli anni legati allo spaventoso dilagare della crisi economica, hanno drasticamente ridotto i consumi ed i risparmi delle famiglie, che nelle loro spese sono diventate più attente ed […]
  • Aprire un negozio dell’usato. Seconda parte.Aprire un negozio dell’usato. Seconda parte. Il business dei negozi che vendono merce usata, sembra essere in continua crescita. Lo scorso anno, i “mercatini dell’usato” contavano 2 mila unità, ma come abbiamo avuto modo di notare, […]
  • Aprire un negozio dell’usato. Sesta parte.Aprire un negozio dell’usato. Sesta parte. Vendere contemporaneamente on line e dal vivo, è una strategia di marketing da non sottovalutare nel campo del mercatino dell’usato. La principale caratteristica di questo tipo di vendita […]
  • Aprire un negozio dell’usato. Quinta parte.Aprire un negozio dell’usato. Quinta parte. Nella scorsa puntata avevamo iniziato a parlare dell’avvio di un mercatino dell’usato on line. Avevamo anche puntualizzato alcuni aspetti relativi alla concorrenza rappresentata dai noti […]
  • Aprire un negozio dell’usato. Settima parte.Aprire un negozio dell’usato. Settima parte. Fino ad oggi abbiamo parlato della gestione di un mercatino dell’usato on line, dal punto di vista delle vendite, ma il web può servire anche dal punto di vista degli acquisti, cioè per […]

Altri articoli :