Attività redditizie : aprire un’attività in un settore saturo. Prima parte

ottobre 22, 2010 | Fare impresa

In tutti i post che sono stati pubblicati, abbiamo sottolineato quanto sia importante durante la preparazione del business plan, l’analisi del mercato e dei concorrenti.

Aprire un’attività quando c’è molta concorrenza

Due elementi, tra l’altro collegati fra loro, da osservare con attenzione, sono :

il livello della concorrenza

la fase in cui si trova questo tipo di mercato

Il livello di concorrenza presente : riusciamo ad analizzarlo osservando i competitors presenti ed il tipo di offerta e di strategia che essi portano avanti.

La fase in cui si trova il settore: è un po’ più difficile da definire anche se è chiaro che dobbiamo comprenderne lo stato di salute (la condizione di questo settore o nicchia in cui intendiamo aprire l’attività).

Quindi, dobbiamo capire se, per il settore che stiamo valutando,  ci troviamo di fronte ad una fase di :

crescita ed espansione

fase di pre saturazione o comunque in un momento in cui non si vede una crescita del fatturato in questo settore

fase di declino : ossia, ci troviamo nel momento della riduzione delle vendite o comunque, in una crisi a tutti gli effetti del settore.

Aprire un’attività redditizia : come inserirsi in un settore già saturo o comunque con molti competitors?

Ci sono esempi famosi di come iniziative che si sono inserite in settori o contesti affollati e con competitors agguerriti e forti, sono comunque riuscite, nonostante tutto, a ritagliarsi uno spazio interessante.

Ovviamente, dietro a queste iniziative di successo, riscontriamo una strategia innovativa che va ad inserirsi in nicchie poco sfruttate od utilizzando formule del tutto nuove.

Aprire un’attività redditizia : aprirsi la strada fra mille concorrenti

Pensando all’editoria cartacea, colpita duramente dalla crisi delle vendite e dal crollo della pubblicità, possiamo portare come esempio controcorrente, la nascita del quotidiano il fattoquotidiano che è stato lanciato poco più di un anno fa e lavora con successo.

Ovviamente, ha attuato una strategia di diversificazione rispetto ai concorrenti, offrendo servizi di inchiesta che gli altri giornali, da tempo non proponevano, a parte pochi e rarissimi casi.

Nel calcio italiano di serie A, fatto di alti costi, sponsorizzazioni di elevato livello e tifoserie numerose che comprano abbonamenti agli stadi, portiamo il caso del Chievo Verona, una squadra che fa riferimento ad un bacino di circa 5000 abitanti, all’interno di una zona da tempo coperta da un altro ‘competitor’ il Verona calcio.

Eppure, la formula adottata da questa brillante e dinamica società che vede insieme : passione, professionismo e volontariato, ha sconvolto ogni ipotetica strategia e formula sin qui elaborata.

Gli esempi che si possono fare, sono pertanto molti.

Appuntamento con la prossima puntata

fonte immagine :

trasloitalia.it

Articoli correlati:

Altri articoli :