Idee di successo e scuse per non fare.

ottobre 10, 2010 | Redazionale

Buon lunedì,

la crisi che ha colpito l’economia, ha sicuramente reso più ardua la vita a milioni di imprenditori, lavoratori e cittadini.

Ma cadere nel pietismo e nei discorsi sconfortanti: è troppo!

Mettersi in proprio in tempi di crisi

In questi anni, c’è stato un boom di :

apertura di negozi outlet e negozi dell’usato, di turismo low cost, di negozi che vendono oro e preziosi (specie usati), della vendita di medicine, della richiesta di servizi assistenza per anziani, la nascita di giornali on line, la vendita di computer portatili e smartphone, dei servizi relativi alla cura e bellezza del corpo ecc..

Potremmo continuare ancora per molto ad elencare attività che negli ultimi cinque , sei anni, hanno visto aumentare i punti vendita o crescere il loro fatturato.

E’ anche vero che i margini su questi prodotti e servizi, sono spesso diminuiti e che bisogna ‘correre di più’ per raggiungere gli obiettivi ma è purtroppo anche vero che centinaia di migliaia di imprese, vivevano e vivono ancora adesso, sull’onda di un passato (ormai lontano e sbiadito) successo e quindi, supporre che tutto possa rimanere immobile anche e nonostante la peggiore crisi degli ultimi 80 anni: scusate è un po’ troppo!

Come già detto in passato in altri post, nulla sarà come prima e la ripresa dell’economia, delineerà gradualmente una nuova classe di imprenditori e di nuove aziende, capaci di rispondere alle nuove e future esigenze del mercato.

Buon lavoro

Andrea Figoli

Articoli correlati:

Altri articoli :