Aprire un negozio dell’usato. Sesta parte.

novembre 1, 2010 | Fare impresa

Vendere contemporaneamente on line e dal vivo, è una strategia di marketing da non sottovalutare nel campo del mercatino dell’usato. La principale caratteristica di questo tipo di vendita è, infatti, il bacino di utenza prettamente locale. Un sistema di vendita non esclude l’altro. Poi se le cose ingranano, ma anche dall’inizio, si può pensare a proporre l’acquisto di oggetti usati anche ad una platea più globale. Pensiamo, infatti, ai collezionisti di oggetti ed arredi d’epoca che si trovano dappertutto, ma anche agli amanti dell’elettronica di qualità che sognano di possedere un cellulare trendy senza però spendere grosse cifre. Il business di un mercatino dell’usato on line sta nel saper vendere molto ed a tanti. Ma come è possibile riuscire ad ottenere dei grandi risultati in questo campo?

APRIRE UN MERCATINO DELL’USATO ON LINE : LA PROMOZIONE

Nella scorsa puntata avevamo provato a darvi alcuni suggerimenti esaminando il grado di concorrenza dei mercatini on line, i settori di nicchia e quelli più richiesti, la necessità di riproporre i prodotti da vendere in piattaforme web molto note come E-bay o Subito.it, ma per creare un mercatino on line di successo, la strada resta ancora lunga. Servono un sito di e-commerce professionale e facilmente accessibile agli utenti, un ottimo posizionamento sui motori di ricerca, qualche piccolo investimento pubblicitario sempre in campo web e l’utilizzo di un’efficace strategia di comunicazione on line. Quella più in voga ai nostri tempi, è l’iscrizione ai Social Network, come Twitter o Facebook. Questi portali, servono per socializzare, ma anche per creare contatti e relazioni commerciali. I possessori di aziende, con relativo sito web, si iscrivono quasi tutti nei Social, sembra, infatti che le relazioni amicali e commerciali create all’interno di questi portali conducano ad interessanti risultati in termini di ritorno di immagine e di ricavi. I Social, infatti, funzionano molto diversamente dai motori di ricerca, mentre in questi ultimi gli utenti cercano delle informazioni, nei Social si cercano contatti con persone che abbiano interessi in comune. Pubblicizzare un mercatino dell’usato on line, tramite i motori di ricerca, richiede ottime abilità di indicizzazione del sito, studio delle parole chiave più efficaci in termini di risultati delle ricerche, mentre promuoverlo sui Social Network richiede la capacità di saper trovare e fidelizzare un ampio numero di contatti che condividono le stesse passioni e gli stessi interessi. Se si vendono, ad esempio, cellulari usati, si andranno a selezionare i profili degli utenti appassionati di elettronica di consumo o di telefonia mobile.

APRIRE UN MERCATINO DELL’USATO ON LINE :I TEMPI DELLA PROMOZIONE

I risultati, non si otterranno da un giorno all’altro, ma con costanza e pazienza si potranno intrecciare interessanti contatti commerciali in un ragionevole lasso di tempo. Se si gestisce la promozione sul Social con costanza, tutti i giorni, i risultati possono consolidarsi anche in uno o due anni. Anche nel caso dell’e-commerce, conta molto la formazione, cioè sapere come si fa a trovare clienti che comprano. Si può imparare sul campo, ma andando per tentativi si rischia di perdere troppo tempo, mentre un corso che rivela i trucchi ed i segreti della vendita on line, può accorciare di molto, i tempi di attesa. Sul web esistono più di 400 mila voci che parlano di corsi di formazione sull’e-commerce, vengono offerti da aziende informatiche, centri di formazione, in aula ed in modalità e-learning e servono a fornire le giuste conoscenze per imparare a vendere esclusivamente tramite Internet. Molti di questi corsi sono sviluppati direttamente per le aziende che già vendono on line o hanno intenzione di farlo, per cui se avete già avviato un mercatino dell’usato e vi preparate a vendere anche sul web, frequentarne qualcuno potrebbe essere la chiave del successo della vostra attività. A proposito dei corsi di E-commerce, vi segnaliamo quelli offerti da marketinginformatico, azienda aderente a Confindustria, che propone diversi pacchetti formativi riguardanti la vendita on line, con corsi base o più specialistici. Consigliabile anche consultare i siti di formazione e-commerce in lingua inglese dove le ricerche danno oltre 20 milioni di risultati e questo perché nel mondo anglosassone la vendita on line è molto più diffusa ed avanzata rispetto ad altre realtà. Imparare anche da chi ha più esperienza è un’altra valida strategia ai fini del decollo di un business imprenditoriale. La formazione, in genere, è a pagamento, ma sempre sul web si trovano tante guide e risorse gratuite, da cui si possono apprendere le basi delle strategie di vendita sul web. Un sito noto per i suoi videocorsi di formazione gratuita su tutte le sfaccettature dell’e-commerce, è Auctions Academy.

Rosalba Mancuso

Fonti immagini:

http://jean83.ilcannocchiale.it/?TAG=youtube

http://www.italianbloggers.it/privacy-sul-social-network-facebook/

Articoli correlati:

  • Aprire un negozio dell’usato. Quinta parte.Aprire un negozio dell’usato. Quinta parte. Nella scorsa puntata avevamo iniziato a parlare dell’avvio di un mercatino dell’usato on line. Avevamo anche puntualizzato alcuni aspetti relativi alla concorrenza rappresentata dai noti […]
  • Aprire un negozio dell’usato. Settima parte.Aprire un negozio dell’usato. Settima parte. Fino ad oggi abbiamo parlato della gestione di un mercatino dell’usato on line, dal punto di vista delle vendite, ma il web può servire anche dal punto di vista degli acquisti, cioè per […]
  • Aprire un negozio dell’usato. Seconda parte.Aprire un negozio dell’usato. Seconda parte. Il business dei negozi che vendono merce usata, sembra essere in continua crescita. Lo scorso anno, i “mercatini dell’usato” contavano 2 mila unità, ma come abbiamo avuto modo di notare, […]
  • Come aprire un negozio dell’usato. Prima parte.Come aprire un negozio dell’usato. Prima parte. Gli anni legati allo spaventoso dilagare della crisi economica, hanno drasticamente ridotto i consumi ed i risparmi delle famiglie, che nelle loro spese sono diventate più attente ed […]
  • Come aprire un mercatino dell’usato. Terza parte.Come aprire un mercatino dell’usato. Terza parte. Nella seconda puntata del nostro reportage sull’avvio di un mercatino dell’usato, dicevamo che tra le attrezzature aziendali, era indispensabile possedere un pc ed un apposito software […]
  • Aprire un mercatino dell’usato. Quarta parte.Aprire un mercatino dell’usato. Quarta parte. Come abbiamo visto nella scorse puntate, le modalità di vendita di un mercatino dell’ usato, si possono svolgere con incarico o mandato di intermediazione o direttamente con acquisto e […]

Altri articoli :