Aprire un ristorante. Terza parte

novembre 29, 2010 | Fare impresa

Se nella scorsa puntata abbiamo cercato di capire quanto si potrebbe guadagnare dall’apertura di un ristorante, in questo nostro seguito dedicato all’argomento, vogliamo cercare di capire quanto si dovrebbe investire per avviarlo e quali caratteristiche dovrebbe avere la location ideale. Intanto i locali per iniziare l’attività, dovrebbero sorgere in aree ad elevata frequentazione o ad elevato flusso turistico, quindi in zone particolarmente pregiate delle città, ma anche in zone di mare o montagna con una densa frequentazione turistica. Bisogna prestare moltissima attenzione alla scelta del luogo, perché da esso dipenderà il volume d’affari e di lavoro. Le zone di mare sono più frequentate nei periodi estivi o delle festività primaverili, mentre quelle di montagna, nel periodo natalizio e in primavera.

APRIRE UN RISTORANTE : DOVE APRIRE

Quindi il maggiore flusso di lavoro e di clienti potrebbe arrivare solo in corrispondenza di questi periodi. Una buona promozione pubblicitaria, però, può permettere di incrementare il flusso di clienti nel periodo dei matrimoni che di solito è compreso tra aprile e settembre. I ristoranti che vengono scelti per festeggiare le ricorrenze sorgono spesso in sontuose ville al mare o in colline ricche di verde e particolarmente suggestive. Sono proprio i locali del ristorante, la parte più consistente dell’investimento. Se il locale funzionerà anche come sala cerimonia, più servizi connessi come bar, pizzeria, cucina, magazzino e servizi, bisogna prevedere una superficie minima di 1500 metri quadri. La maggiore superficie sarà adibita a sala ristorante, mentre gli spazi minori serviranno per la cucina, magazzini, celle frigo, locali per il personale, servizi igienici. L’investimento iniziale minimo è compreso tra 100 mila e 250 mila euro, tutto dipenderà sempre dalla location, dalla zona in cui sorge, dalle sue dimensioni. Più si pensa in grande, più il luogo sarà “pregiato” e maggiore sarà l’investimento. Altro costo che incide sull’investimento è quello della fornitura delle materie prime, ovvero gli alimenti necessari alla preparazione di gustosi menu, le bevande, l’arredo, il corredo per tavoli, posate, piatti e bicchieri. Nei ristoranti non si usano mai posate, piatti e bicchieri di plastica o di carta monouso. Questi “attrezzi” dovranno essere rigorosamente di acciaio inox, porcellana e vetro. Il ristorante dovrà essere dotato di lavastoviglie di una certa portata e potenza, ma non si dovrà risparmiare sul personale.

APRIRE UN RISTORANTE : IL PERSONALE

Il numero di camerieri di sala, dovrà essere proporzionale alla grandezza della stessa, quindi almeno due camerieri, un barman, un cuoco ed un lavapiatti ed eventualmente un addetto alla reception per prenotazioni ed accoglienza clienti ed uno alla cassa. Non bisognerà risparmiare nemmeno sulla qualità degli alimenti, anche se bisogna essere bravi a trovare prodotti di qualità, senza incidere sul livello dei guadagni. Alcuni operatori della ristorazione hanno subìto delle incredibili perdite economiche perché compravano gli alimenti al dettaglio, nei mercati. I prodotti giusti e di qualità per la cucina del ristorante si possono trovare anche dagli stessi produttori che vendono senza ulteriori costi di trasporto o altri ricarichi di filiera. Esistono anche società di fornitura di alimenti per ristorazione ( mense, ristoranti, catering), che nascono, spesso, per volontà degli stessi produttori e grossisti che si associano tra loro per garantire un’efficace e capillare distribuzione dei loro prodotti a livello nazionale. Queste realtà promuovono gli acquisti collettivi delle forniture per ristoranti, selezionando solo prodotti di qualità ed assicurando un buon rapporto qualità/prezzo. Una di queste aziende distributrici la trovare cliccando su www.cateringross.it . Per trovare fornitori di posaterie, piatti e bicchieri si può visitare quest’altro sito: www.maiolatesiduesrl.it. Gli attrezzi necessari a mettere su un ristorante, non sono solo quelli che abbiamo brevemente elencato in questo articolo, servono attrezzi di sala, ma anche attrezzi per la cucina come bacinelle e bistecchiere, affettatrici, forni a microonde. Ma non finisce qui, serve anche l’abbigliamento giusto, come il camice dello chef e le divise dei camerieri. Tutto questo “materiale” e molto altro per completare l’attrezzatura del ristorante si può comprare anche on line sul sito http://www.cissrl.it/catalog/, dove sono pubblicate le immagini, il prezzo e l’elenco di tutto quello che serve per l’attività. Per acquistare, basta aprire semplicemente un account. Continua…

Altri fonti di dati:

http://www.topfranchising.it/franchising-bar-e-ristoranti/al-pesce-azzurro.htm

http://www.betheboss.it/franchise.cfm?s_booth=322356

Rosalba Mancuso

Fonti immagini:

http://www.flickr.com/photos/84341125@N00/1747629621/

http://www.flickr.com/photos/51035555243@N01/12151781

Articoli correlati:

  • Aprire un ristorante.Aprire un ristorante. In questo nuovo reportage dedicato alla creazione di impresa, continueremo ad occuparci di attività che rientrano nella categoria della somministrazione di alimenti e bevande, ovvero i […]
  • Aprire un ristorante.Aprire un ristorante. In questa seconda parte del tema dedicato all’apertura di un ristorante, continueremo ad esaminare alcuni aspetti che possono permetterci di capire la redditività dell’impresa. […]
  • Mettersi in proprio : Servizio di ‘cucina a domicilio’.Mettersi in proprio : Servizio di ‘cucina a domicilio’. Ci sono i grandi chef, come Antonello Colonna, Fulvio Pierangelini e Gianfranco Vissani, che di tanto in tanto lasciano il loro ristorante per andare a cucinare presso clienti vip. Ci sono […]
  • Aprire una pizzeria . Seconda puntata.Aprire una pizzeria . Seconda puntata. Continuiamo il nostro approfondimento per capire come fare per aprire una pizzeria. Dopo aver analizzato nella precedente puntata le diverse tipologie di pizzeria, la scelta dei locali […]
  • Comprare una trattoria.Comprare una trattoria. Nel corso della prima parte, abbiamo cominciato ad analizzare questo tipo di impresa, i suoi caratteri principali, alcuni dei punti di forza ma anche le possibili criticità connesse alla […]
  • Aprire una trattoria.Aprire una trattoria. Una fra le attività tradizionali a gestione familiare maggiormente diffuse, è senza dubbio la trattoria, un locale dove si può mangiare, bere e socializzare, nonché, un luogo 'simbolo' che […]

Altri articoli :