Aprire un ristorante. Quinta parte

dicembre 13, 2010 | Fare impresa

Dopo aver attentamente valutato i mercati esteri dove è possibile avviare un ristorante, si potrà scegliere lo stato che più si preferisce, perché magari piace di più come clima o come abitudini o come tradizioni culinarie in cui ci si riconosce ed in cui si ritiene di poter essere dei bravi cuochi o degli ottimi ristoratori. In questa puntata, dedicata allo start up di un ristorante, cercheremo di esaminare alcune località dove sembra sia possibile avviare un ristorante ottenendo una più che discreta remunerazione.

APRIRE UN RISTORANTE A PRAGA ED A PANAMA

Uno di questi luoghi è Panama, nel Centro America, l’altro, Praga, in Europa. La prima meta del vostro investimento imprenditoriale, è molto gettonata da chi vuole cambiare vita ed avviare un ristorante o un bar o comunque un’attività legata alla somministrazione al pubblico di alimenti e bevande. E’ un luogo da sogno che fa sognare molto gli aspiranti ristoratori che pensano di poter creare un’attività redditizia sfruttando il flusso turistico della zona, dove coesistono metropoli e grattacieli, come Panama City o spiagge di incontaminata e straordinaria bellezza. Ma come qualsiasi progetto di impresa, anche l’avvio di un ristorante a Panama, come in qualsiasi luogo, richiede un’attenta pianificazione. Prima di partire per Panama, si possono reperire informazioni attraverso le istituzioni nazionali all’estero che abbiamo citato nella scorsa puntata. Dopo la partenza e l’arrivo nella meta designata, ci si può appoggiare alle istituzioni del luogo come l’IPAT ( Istituto Panamense del Turismo). Si deve anche considerare che il posto dove alloggiare durante la permanenza o il definitivo trasferimento a Panama sia già stato trovato tramite i contatti indicati, prima della partenza o durante un primo soggiorno di visita. Nell’investimento complessivo, si dovrà considerare che una parte dei risparmi andrà a coprire proprio le spese di viaggio e di soggiorno.

APRIRE UN RISTORANTE A PANAMA : COME ORGANIZZARSI

Superata questa fase propedeutica all’avvio del ristorante, si dovrà avere già una prima idea dell’investimento iniziale, delle tariffe, dello svolgimento del lavoro. Se non si ha sufficiente esperienza, meglio rivolgersi a persone esperte che operano nello stesso settore o a consulenti legali panamensi che possono aiutarvi a pianificare finanziariamente il vostro progetto d’impresa. L’investimento iniziale per avviare un ristorante cambia molto da zona a zona. A Panama City sono necessari almeno 60 mila dollari, mentre nei paesi di provincia ne bastano anche 30 mila. L’affitto del locale non dovrebbe superare il 10, 15% dell’incasso che si prevede di ottenere dall’attività. La localizzazione del ristorante è determinante per il successo dell’attività. Location ideali sono nei pressi dei centri commerciali, zone trafficate e con un buon flusso di persone, magari con presenza di uffici e zone commerciali. Strategici anche i luoghi dotati di ampi parcheggi e quelli con un buon flusso turistico. Se l’area prescelta è già occupata da diversi ristoranti, meglio puntare su altre zone che rispecchiano sempre le caratteristiche indicate. Per fidelizzare la clientela è indispensabile offrire un menu coerente con lo stile del locale. Ristoranti che sorgono nei pressi delle spiagge si sono specializzati nell’offerta di menu a base di pesce, ad esempio. Il luogo in cui si decide di avviare il locale, può anche influenzare la quantità di lavoro. Le aree prettamente turistiche sono molto frequentate nei mesi estivi, mentre durante l’inverno, anche a causa delle piogge torrenziali sono, quasi, abbandonate. Per rendere continuativo il lavoro, il ristorante prettamente estivo dovrebbe essere una filiale di quello che sorge in aree centrali e che lavora tutto l’anno. Per conoscere la possibile redditività del locale bisogna anche sapere le tariffe solitamente applicate dal settore ristorazione a Panama. Un ristorante di lusso ha delle tariffe che si aggirano tra i 35 ed i 40 dollari a persona, un ristorante di livello medio ha tariffe che vanno dai 20 ai 35 dollari a persona, un ristorante economico ha tariffe che sono inferiori ai 20 dollari. La procedura burocratica per avviare il ristorante, si può affidare al consulente del posto che si sarà occupato anche di redigere il business plan. Le pratiche burocratiche, vengono di solito espletate in una decina di giorni. Anche la pubblicità, è fondamentale per far conoscere il ristorante alla gente del posto. Le modalità di promozione pubblicitaria cambiano in base al mercato a cui ci si rivolge. Se è turistico, meglio siglare accordi con gli hotel o pubblicare spot sulle riviste specializzate. Se ci si rivolge ad un mercato locale, molto utili possono essere le inserzioni su quotidiani e gli spot via radio. Continua…

Fonti dei dati:

http://www.voglioviverecosi.com/index.php?scelte-di-vita-cambiare-lavoro-o-paese_76/aprire-un-ristorante-a-panama-trasferirsi-a-panama-vivere-a-panama-viaggi-a-panama_55/

http://panamaviaggi.com/investire-a-panama/opportunita-di-investimento/aprire-un-ristorante/

Rosalba Mancuso

Fonti immagini:

www.flickr.com/photos/23065375@N05/2247353062

www.flickr.com/photos/marcveraart/3666502066

Articoli correlati:

  • Aprire un ristorante. Sesta parteAprire un ristorante. Sesta parte In questo articolo, proseguiamo a parlare dell’avvio di un ristorante all’estero e precisamente, nel paese indicato nella quinta parte del nostro reportage, ovvero a Panama. Nella stessa […]
  • Avviare un ristorante.Avviare un ristorante. Come si sarà potuto notare durante la lettura della terza puntata, avviare un ristorante non è un investimento da poco. Sugli oneri iniziali incideranno anche i costi dello staff e del […]
  • Aprire un ristorante a Praga. Settima parteAprire un ristorante a Praga. Settima parte Per avviare un ristorante all’estero non è necessario oltrepassare l’oceano, lo si può fare anche entro i confini europei, l’importante è individuare il paese o i paesi in cui lo start up […]
  • Diventare animatori turistici. Seconda parteDiventare animatori turistici. Seconda parte Verificata la propensione a lavorare in modo continuativo come animatori, conseguita un’adeguata formazione, si potrà passare alla valutazione del vostro progetto di impresa. Ma per […]
  • Aprire un business di nicchia : dove e come aprirlo. Prima parte.Aprire un business di nicchia : dove e come aprirlo. Prima parte. Quanti di voi, nel corso della propria vita, hanno pensato di avviare attività di nicchia come : aprire un negozio etnico particolare oppure avviare un ristorante di cucina vietnamita […]
  • Aprire un cooperativa di badanti.Aprire un cooperativa di badanti. Nel corso della prima puntata, abbiamo sin dall'inizio preso atto che questo settore (l'assistenza ad anziani e disabili) coinvolge un numero variegato di moltissimi soggetti (c'è infatti […]

Altri articoli :