Dove aprire un’attività : aprire una pizzeria da asporto. Seconda parte

dicembre 8, 2010 | Fare impresa

Bentornati alla seconda parte dedicata a dove aprire una pizzeria al taglio.

Nella scorsa puntata, abbiamo ascoltato la testimonianza di un pizzaiolo di successo che ha aperto la propria pizzeria in una località di vacanza e ci ha spiegato il suo percorso per arrivare a trovare il luogo migliore per avviare la sua attività.

Oggi, ascoltiamo la testimonianza di un altro pizzaiolo che ha invece aperto la sua pizzeria in città.

Trattandosi di una esperienza positiva, abbiamo ritenuto interessante ascoltare la sua storia affinchè possa essere di aiuto a coloro che stanno valutando di mettersi in proprio, aprendo una propria pizzeria e sono alla ricerca del luogo ideale dove aprire.

Dove aprire una pizzeria : la testimonianza di Francesco

Ho lavorato come rappresentante di commercio per prodotti alimentari per quasi dieci anni.

La crisi e le sempre più basse provvigioni, mi hanno portato a valutare scelte alternative.

Infatti, il desiderio di sistemarmi definitivamente e la passione per la cucina, mi hanno spinto a fare un corso per pizzaiolo.

Alla fine del corso, alla sera andavo nei weekend ad aiutare un amico che ha un pizzeria e così, ho migliorato la mia capacità.

Dopo due anni, senza aver mai lasciato il lavoro principale, ho visitato un ristorante mio cliente per fornirgli il materiale di consumo e mi sono reso conto che negli ultimi mesi erano stati ultimati molti palazzi nuovi nella zona e altri, sarebbero sorti prossimamente.

Quindi, un nuovo piccolo quartiere dove ancora mancavano molti servizi.

Ho pensato che, guardando verso il futuro, questa zona sarebbe diventata presto un’area interessante per insediarci una pizzeria.

La più vicina, è oltre un chilometro distante .

Ho cercato un fondo commerciale libero e non ho avuto problemi nel trovarlo perchè erano ancora quasi tutti vuoti.

Anche per il prezzo della locazione, sono riuscito a trattare per un importo accettabile.

Ho aperto l’attività tre anni or sono e da allora, il giro dei clienti è andato progressivamente crescendo.

Addirittura, clienti che abitano di fronte alla pizzeria ad oltre un chilometro dal mio locale, vengono da me a comprare la pizza.


Aprire una pizzeria : i segreti del successo

Non vi sono segreti particolari.

La pizza ed i prodotti affini, sono di natura semplice e quindi la capacità di produrre un alimento che possa andare incontro alle esigenze della gente, è essenziale.

Prima di aprire, ho studiato i concorrenti.

Sia le pizzerie intorno al mio quartiere che le altre.

Ho cercato di capire, ascoltando anche la gente : che cosa i clienti chiedevano e dove erano i punti di debolezza delle altre pizzeria e dei loro prodotti, naturalmente.

La mia esperienza di rappresentante, mi ha permesso di raccogliere le informazioni in maniera attenta e di dialogare con le persone.

Sicuramente, aver puntato su un’area in piena espansione, mi garantisce un potenziale numero di clienti in crescita anche per il futuro.

Quindi, attribuisco i risultati ottenuti ad una serie di elementi importanti :

la scelta del posto

la capacità di ascoltare e di offrire le risposte ai clienti/consumatori

cercare sempre di migliorarsi e di guardarsi intorno

Si conclude anche questa seconda parte dedicata alle testimonianze di pizzaioli di successo, per comprendere la localizzazione migliore per avviare una pizzeria.

Fonte immagine :

fornipizzeria.com

Articoli correlati:

Altri articoli :