Diventare avvocato. Terza parte.

gennaio 3, 2011 | Libera professione

Esercitare la professione di avvocato, o meglio, riuscire a completare il percorso di studi per riuscire a diventarlo, in Italia non è molto semplice. Come si sarà potuto notare nelle scorse puntate, la formazione è non solo lunga, ma anche piuttosto complessa, dove c’è lo scoglio di un ulteriore esame da superare per potersi iscrivere all’Albo. Ma l’accesso all’esame, prevede un giusto periodo di tirocinio. Accade così che un avvocato bravo e di talento, riesca a diventare tale solo dopo i 32, 33 anni.

DIVENTARE AVVOCATO SENZA L’ESAME DI ABILITAZIONE

Un fattore che alla fine determina una ulteriore attesa per riuscire a conquistare una clientela degna di un avvocato, appunto. In altri paesi, anche europei, la formazione per diventare avvocato è più liberale e meno rigida rispetto all’Italia, fatto che permette di accorciare di gran lunga i tempi per riuscire ad svolgere la professione, all’estero, ma anche in Italia. Il tormentone annunciato dal web è quello di poter diventate avvocati in Spagna. In questo paese, sfruttando delle direttive europee, si può diventare avvocato senza necessità di superare l’esame di abilitazione, ma facendosi semplicemente riconoscere la laurea in Giurisprudenza conseguita in Italia ed aver dimostrato la conoscenza della lingua spagnola. Niente tirocinio e niente studio per prepararsi all’esame di abilitazione, dunque, nel percorso formativo della Spagna per diventare avvocato.

DIVENTARE AVVOCATO IN SPAGNA SENZA FARE L’ESAME

Ottenuto il titolo si potrà rientrare in Italia ed esercitare la professione per tre anni, dopodiché si avrà diritto a vedersi riconosciuto il titolo di avvocato anche in Italia. Le associazioni di settore si stanno battendo per introdurre anche in Italia dei criteri di accesso alla professione più moderni, come l’iscrizione all’albo senza ulteriori studi ed esami dopo un biennio di specializzazione e tre anni di tirocinio, oppure l’esame di abilitazione, per chi non vuole affrontare i 5 anni di formazione. Il dibattito sulla riforma delle professioni è ancora aperto, ma anche la polemica sulla validità della formazione spagnola che alcuni indicano come l’ennesima illusione degli aspiranti avvocati. In realtà si tratta di un percorso alternativo a quello italiano, dove lo scoglio da superare è solo quello della lingua, piuttosto che il periodo di tirocinio presso uno studio legale. Entrambi i percorsi presentano vantaggi e svantaggi. Imparare lo spagnolo permette di poter interagire con una clientela internazionale, visto che la lingua, è la seconda più parlata al mondo dopo l’inglese, ma per impararla bisogna studiarla e ciò richiede il giusto tempo. Il tirocinio forense permette, invece, di farsi conoscere dalla possibile e futura clientela. Il percorso italiano richiede il suo tempo non c’è dubbio, ma spesso a far scegliere la strada spagnola è il rischio di non riuscire a passare l’esame di abilitazione ancorato a criteri troppo nozionistici. Una cosa bisogna però sapere prima di decidere una delle due strade: per diventare avvocato bisogna studiare e poi bisogna aggiornarsi, sempre, senza fermarsi mai per stare al passo con i mutamenti delle leggi nazionali, europee ed internazionali. Un altro fattore molto importante per riuscire a completare il percorso formativo per l’avvocatura sono i costi per la formazione. Per chi percorre la strada spagnola si dovranno considerare i costi della sola laurea in Giurisprudenza, quindi testi, trasferte e tasse universitarie e la trasferta in Spagna per vedersi riconosciuta la laurea italiana. Per quanto riguarda l’apprendimento della lingua spagnola, sul web esistono migliaia di corsi di lingue gratuiti, con download, dispense ed esercizi da svolgere comodamente a casa, via PC, senza necessità di ulteriori spese. Per trovare il corso gratuito adatto alle proprie esigenze basta digitare sui motori di ricerca le keyword “corso di spagnolo gratis”, appariranno ben 129 mila risultati. Chi vuole seguire quelli a pagamento può digitare la keyword corrispondente, troverà più di 370 mila risultati. Se non si hanno basi di lingua spagnola, farsi seguire da un insegnante potrebbe essere molto utile, se non davvero indispensabile, mentre chi ha basi e conoscenze linguistiche, maturate magari frequentando gli omonimi licei potrà farsi aiutare dai corsi gratuiti. Un corso di lingua spagnola a pagamento ha un costo variabile e dipende dalla scuola che lo offre. Se non si vuole affrontare un ulteriore percorso accademico che allungherebbe a dismisura i tempi per riuscire a diventare avvocato, esistono corsi di scuole private. La quota di iscrizione per un corso di primo livello è di circa 300 euro. In Italia i costi per diventare avvocato, esclusi quelli per il conseguimento della laurea e compresi quelli della formazione post laurea sono di circa 6 mila euro annui tra costi per prepararsi all’esame, mantenersi e spese generiche, oltre al mancato guadagno del periodo di tirocinio. Continua…

Fonte di alcuni dati:

http://www.barcellonaonline.net/Cose-da-fare/diventare-avvocato-in-spagna.htm

Rosalba Mancuso

Fonte immagine:

www.indire.it

www.iocomprocasa.com

Articoli correlati:

  • Diventare avvocato. Quarta parte.Diventare avvocato. Quarta parte. Non sempre un bravo professionista, come l’ avvocato, trova spazio per affermarsi in patria e se nella scorsa puntata abbiamo parlato delle opportunità di formazione professionale offerte […]
  • Diventare avvocato. Sesta parte.Diventare avvocato. Sesta parte. Nelle scorse puntate, abbiamo esaminato tutti gli iter formativi per diventare avvocato, in Italia ed all’estero, ma anche i settori giuridici dove è possibile ottenere una remunerazione […]
  • Diventare avvocato. Settima parte.Diventare avvocato. Settima parte. Mettere su uno studio legale non è un’impresa facile. Come del resto non lo è per qualsiasi tipo di attività. Ci riferiamo chiaramente al discorso dell’investimento economico necessario ad […]
  • Diventare avvocato. Ottava parte.Diventare avvocato. Ottava parte. Tra gli altri aspetti che attengono alla professione di avvocato ci sono anche quelli del tariffario e del profilo fiscale. Come tutti i liberi professionisti, anche gli avvocati applicano […]
  • Diventare avvocato. Quinta parte.Diventare avvocato. Quinta parte. Nella scorsa puntata abbiamo scoperto come sia possibile intraprendere ed esercitare la carriera forense all’interno dei vari stati dell’Unione europea. Ulteriori informazioni sul tema si […]
  • Diventare avvocato. Seconda parte.Diventare avvocato. Seconda parte. Nella prima parte del nostro reportage, abbiamo aperto un dettagliato focus a puntate sulla sempre ambìta professione dell’ avvocato, soffermandoci sulla formazione da seguire in Italia […]

Altri articoli :