Aprire una focacceria all’estero: aprire una catena di focaccerie. Terza parte

marzo 9, 2011 | Fare impresa

Riprendiamo dalla seconda parte in cui abbiamo accennato all’opportunità di aprire una focacceria in franchising oppure avviare un progetto di apertura in franchising all’estero.

Aprire una catena di locali in franchising : avviare una focacceria all’estero.

La cultura alimentare italiana e la modalità di consumo dei pasti regolamentata sui tre principali e le due pause a metà mattina ed a metà pomeriggio per fare merenda, non trovano sempre un corrispondenza nelle abitudini alimentari di altri paesi.

Dalla Germania agli Stati Uniti sino ad arrivare alla Romania, tanto per citare qualche esempio, le abitudini alimentari e soprattutto gli orari dei pasti non sono così rigidi come in Italia.

Quindi, in questi paesi si consumano merende e pasti ad ogni ora ed i locali che vendono cibo hanno orari molto più elastici.

Inoltre, esiste una maggiore disponibilità a consumare pasti rapidi e merende, passeggiando per la strada.

Questa abitudine, favorisce in molti paesi la nascita di punti vendita di panini, hot dog, ecc..

Aprire una focacceria all’estero : gli spazi di mercato.

Quindi, aprendo un punto vendita in una zona di passaggio, si possono ottenere sicuri risultati offrendo soluzioni che si adattano alle abitudini di quei paesi.

Innanzi tutto :

occorre capire dove posizionare il/i punti vendita.

Valutare se iniziare con un punto vendita ed allargarsi successivamente in futuro.

Offrire un prodotto che si adatti alle richieste/abitudini alimentari di quella specifica comunità.

Infatti, la focaccia è un alimento povero e semplice e quindi occorre proporre delle soluzioni che permettano di inserirsi come colazioni complete, pasti veloci, merende, ecc.

Quindi studiare un menù adatto al paese dove si intende aprire.

Potrebbe essere un errore molto grave quello di sottovalutare questo aspetto.

E’ fondamentale comprendere il segmento in cui si va inserire la nostra attività ed il nostro prodotto in particolare.

Aprire una rete di focaccerie : lo sviluppo.

Talvolta, il primo punto vendita è allo stesso tempo sede del laboratorio di produzione e funziona anche da test commerciale per capire il mercato.

I successivi punti vendita che si andranno ad aprire, non faranno produzione ma si limiteranno a infornare ed infarcire i prodotti.

Quindi, potrebbero essere sufficienti spazi molto più limitati e con personale a bassa qualifica.

Non sempre all’estero (e neppure in Italia) è facile incontrare personale preparato per questo tipo di prodotto.

Aprire una rete di focaccerie.

A questo punto, occorre sviluppare tutti quegli aspetti legati al marketing, allo sviluppo ed alla tutela del brand.

Quindi : registrazione del marchio, registrazione del dominio Internet, studio e realizzazione di insegne e pianificare l’arredameno dei negozi in modo che seguano l’immagine che noi vogliamo promuovere.

Infatti, definita la formula aziendale, occorre spingere sullo sviluppo commerciale, rafforzando l’immagine del brand e concentrandosi su questi aspetti.

Continua.

Fonte immagine

it.wikipedia.org

Articoli correlati:

Altri articoli :