Diventare commercialista. Terza parte.

marzo 16, 2011 | Libera professione

Continuiamo il nostro reportage dedicato alla professione di commercialista. Dopo aver individuato, nelle scorse puntate, il suo ambito professionale e descritto le fasi del tirocinio, ci occuperemo, in questo nuovo articolo dell’esame di Stato il cui superamento permette l’iscrizione all’Albo per l’abilitazione ad esercitare.

DIVENTARE COMMERCIALISTA : L’ESAME DI STATO

 

 

Anche l’esame di Stato per l’accesso alla professione si svolge secondo i criteri stabiliti dalla legge 139/2005. L’esame si compone di tre prove scritte e di una prova orale volte ad accertare le conoscenze del candidato maturare durante il percorso di studi ed il tirocinio professionale. Il superamento dell’esame permetterà l’iscrizione alla sezione A dell’Albo Unico per il dottore commercialista ed alla sezione B per l’esperto contabile. Le materie su cui verteranno le prove sembrano lievemente diverse per commercialisti ed esperti contabili, ma riguardano sostanzialmente gli stessi ambiti di attività. Nel caso del dottore commercialista le prove verteranno sulla Ragioneria generale ed applicata, sul diritto tributario e simili, mentre per l’esperto contabile verteranno su contabilità e disciplina dei bilanci. Le prove orali verteranno sulle materie oggetto delle prove scritte. L’elenco completo delle materie su cui verterà l’esame può essere consultato a questo link: www.uniud.it/didattica/post_laurea/abilitazioni/esame-stato-commercialista. Possono accedere all’esame di Stato per l’iscrizione nella sezione A dell’Albo dei Dottori Commercialisti coloro che sono in possesso di laurea specialistica o magistrale ad indirizzo economico ed aziendale ed hanno svolto il tirocinio triennale presso lo studio di un dottore commercialista. Possono accedere all’esame di Stato per l’iscrizione nella sezione B dell’Albo degli Esperti contabili coloro che sono in possesso del diploma di laurea ( laurea breve) nelle classi “Scienze dell’economia e della gestione aziendale” ed hanno svolto il tirocinio. L’esame di Stato si svolge presso le sedi universitarie individuate dal Ministero dell’Istruzione e dislocate sul tutto il territorio nazionale in modo da permettere agli aspiranti di abilitarsi presso la sede più vicina al luogo di residenza o di formazione. Le date di svolgimento degli esami per ciascun anno vengono fissate da un’ordinanza ministeriale. Quelli del 2010 si sono svolti in due sessioni tra giugno e novembre con date diverse per i dottori commercialisti e per gli esperti contabili. Per individuare le sedi di svolgimento dell’esame di Stato si può consultare la tabella del Ministero. Trattandosi di un atto riferito al 2010 si consiglia anche di visitare il sito del Miur alla sezione Atti Ministeriali dove si potrà prendere visione dei provvedimenti relativi ai percorsi di istruzione, formazione ed abilitazione per l’anno in corso. L’esame di Stato non è un’esperienza da prendere sotto gamba. Si tratta di un esame impegnativo anche per via della complessità delle materie trattate che costituiranno poi l’attività del commercialista. Per superare l’esame bisogna prepararsi molto bene.

DIVENTARE COMMERCIALISTA : L’ABILITAZIONE E LA PREPARAZIONE ALL’ESAME

 

Una buona preparazione di base si deve formare già con il percorso universitario, poi con il tirocinio e con un successivo percorso di studio ed aggiornamento. Per prepararsi al’esame bisogna studiare su testi che trattano esattamente le materie delle prove scritte ed orali. Si consiglia di stampare l’elenco completo delle prove dai siti dedicati e di presentarsi in qualsiasi libreria che vende testi per la preparazione a concorsi ed esami, in modo da scegliere quelli che corrispondono agli argomenti oggetto dell’esame. Anche il Web in questo caso può fare la sua parte con siti dedicati alla preparazione dell’esame del Commercialista dove si consigliano i testi più utili su cui studiare. Ecco una risorsa dove poter trovare questi testi: www.esamecommercialista.it. I testi hanno un costo compreso tra 15 e 20 euro. Si tratta di un piccolo investimento, insomma, utile per superare questo percorso abilitante che permetterà l’iscrizione all’Albo e l’accesso definitivo alla professione. Sul web si trovano anche corsi di preparazione all’esame di commercialista offerti da centri di formazione per gli esami universitari che supportano il candidato nell’acquisizione di un metodo di studio valido per assimilare i contenuti delle materie d’esame. Ognuno può scegliere il metodo di studio che ritiene più congeniale, ma è di fondamentale importanza capire che non esistono scorciatoie per imparare senza fatica dei testi con materie complesse come la contabilità e l’economia. Sicuramente agevola molto la passione di base per questi argomenti e questa professione, passione che permette di assimilare e memorizzare meglio i contenuti. Ma poi, l’esito dell’esame dipenderà dalle ore di studio e dall’impegno profuso dal candidato. Continua…

Rosalba Mancuso

Fonti immagini:

cosafaccio.it

haylda.wordpress.com

Articoli correlati:

  • Diventare commercialista. Seconda parte.Diventare commercialista. Seconda parte. Il primo passo per diventare commercialista, meglio se bravo e preparato, è il desiderio reale di intraprendere questo lavoro. Mai lasciarsi tentare dall’idea di intraprendere una […]
  • Diventare commercialista. Quinta parte.Diventare commercialista. Quinta parte. Nella scorsa puntata avevamo iniziato ad esaminare le modalità della ricerca di nuovi clienti per i neocommercialisti in fase di start-up. Il reclutamento dei clienti rappresenta, infatti, […]
  • Diventare commercialista. Quarta parte.Diventare commercialista. Quarta parte. Continua il nostro reportage sulla professione di commercialista. Dopo aver descritto il ruolo di questo professionista, il percorso di studi e di formazione ed i criteri di accesso per […]
  • Diventare commercialista. Sesta parte.Diventare commercialista. Sesta parte. Continua il nostro reportage sulla professione di commercialista. In questo articolo analizzeremo gli orari di lavoro di questo professionista e le tariffe applicate per i clienti e con […]
  • Diventare commercialista. Prima parte.Diventare commercialista. Prima parte. Continua anche in questo nuovo reportage, il nostro viaggio dedicato al mondo delle libere professioni. Dopo l’avvocato ed il notaio ci occuperemo del commercialista o, meglio, di come […]
  • Diventare commercialista : diventare consulente del lavoro. Settima parte.Diventare commercialista : diventare consulente del lavoro. Settima parte. Le funzioni del commercialista, specie per quanto riguarda la contrattualistica nei rapporti di lavoro e l’elaborazione di buste paga e versamenti di tasse e contributi per il personale […]

Altri articoli :