Aprire una agenzia di rappresentanza. Sesta parte.

aprile 13, 2011 | Fare impresa

Dopo aver dato un’occhiata al livello delle provvigioni percepite dal rappresentante ed al loro trattamento fiscale, ci avviamo verso la fase conclusiva del nostro lungo reportage dedicato alla creazione di un’impresa di rappresentanza, cercando di fornire altri utili dettagli per avviare l’attività. Un punto fondamentale per mettere a regime un’impresa è quello di trovare clienti. Nel caso dell’agenzia di rappresentanza, “l’impresa” si rivela alquanto facile e per diversi motivi.

  • Primo: il titolare di un’impresa di rappresentanza è anche un agente di commercio, con pregressa esperienza, che già possiede un certo portafoglio clienti.
  • Secondo: le aziende oggi come oggi, sono sempre a caccia di venditori e proporsi alle tante che ogni giorno mettono annunci per reclutare agenti di commercio è cosa estremamente semplice, se non addirittura, elementare.
  • Terzo: basta sfogliare le pagine gialle o bianche o di qualsiasi altro colore per ottenere i recapiti telefonici e gli indirizzi email di centinaia di aziende in svariati settori merceologici. L’operazione può essere facilmente eseguita via web.

Insomma avrete capito che per trovare clienti, nel caso di un’impresa di rappresentanza, non si dovrà faticare molto, rispetto ad altre categorie di impresa.

 

APRIRE UN’AGENZIA DI RAPPRESENTANZA : COME CRESCERE IL FATTURATO

 

Poi bisognerà pensare a delle strategie per incrementare il fatturato, di una abbiamo già parlato nelle scorse puntate e cioè comportarsi come agenti plurimandatari, che vendono cioè per conto di diverse aziende. Altre strategie sono quella di abbinare la vendita porta a porta o a domicilio, tramite l’ausilio di collaboratori e la vendita on line. La promozione pubblicitaria di un’impresa di rappresentanza diventa necessaria nel caso della vendita on line, nel caso della vendita all’ingrosso o porta a porta, basterà citare i marchi delle aziende mandanti, spesso molto noti, per ottenere un ritorno di immagine e di pubblicità. La vendita porta a porta è quella che si svolge presso il domicilio del consumatore, può essere svolta da chiunque, il quale viene definito “incaricato alle vendite”. Il trattamento fiscale dell’incaricato alle vendite è più favorevole rispetto a quello di Agente e , dunque, collaboratori con questo inquadramento, oltre ad incrementare il fatturato, porteranno anche un notevole risparmio in termini di imposte e tasse. Per rendervi conto di quanto asserito, date un’occhiata alla tabella comparativa, raggiungibile a questo link:http://www.studioconsult.it/tassedif.html.

 

APRIRE UN’AGENZIA DI RAPPRESENTANZA : LA VENDITA ON LINE

 

L’impresa di rappresentanza può applicare anche la strategia delle vendite on line. Non è un passaggio obbligatorio, visto che l’agente di commercio vende all’ingrosso, rifornendo di merce i punti vendita al dettaglio. La vendita on line può essere abbinata alla vendita a domicilio, cioè all’acquisto dei prodotti da parte dei consumatori, via web. La maggior parte delle imprese di rappresentanza, possiede siti web dall’aspetto curato e professionale, in cui si spiega chi sono, cosa fanno e dove sono, insomma siti che si identificano come un biglietto da visita per essere trovati dai grossisti che rappresentano la clientela dell’azienda mandante. I venditori più arguti hanno iniziato a sfruttare piattaforme di vendita come E-bay, ma è chiaro che questi strumenti non servono se si trattano alimenti o prodotti facilmente deperibili. Altri imprenditori altrettanto arguti hanno sfruttato il sito web non solo per facilitare i contatti con le aziende mandanti ed i potenziali grossisti, ma anche per fornire servizi innovativi, come corsi di formazione per aspiranti agenti di commercio, con particolare riferimento al settore merceologico trattato, come alimenti, vini, materiali edili o altro. Per essere sempre aggiornati sulle novità del settore, sulle migliori aziende in cerca di agenti di commercio, si possono consultare portali specifici, come Venditori.it. Ulteriori informazioni possono essere reperite contattando le principali associazioni di categoria, come USARCI (Unione Sindacati Agenti e Rappresentanti di Commercio Italiani); FIARC ( Federazione Italiana Agenti e Rappresentanti di Commercio), dove è possibile conoscere in tempo reale tutte le variazioni normative e fiscali che riguardano la categoria. Per gestire facilmente e velocemente l’attività, le imprese di rappresentanza possono dotarsi di appositi software. Questi programmi permettono di elaborare gli ordini per le aziende mandanti, di calcolare le provvigioni, di gestire dati relativi ai rapporti con i subagenti. Questi ultimi sono degli agenti di commercio a tutti gli effetti, incaricati dall’agente di commercio di concludere contratti in una determinata zona. Noi per clienti dell’impresa di rappresentanza abbiamo inteso le aziende mandanti, ma anche i punti vendita, i grossisti che effettuano ordini presso l’agenzia di rappresentanza possono essere considerati tali. Per trovarli, nel caso di aziende, si possono usare i consigli citati in questo articolo. E per concludere, un altro settore molto diffuso e su cui puntare per l’attività di rappresentanza, è quello dell’energia. Dopo tutte queste informazioni e sperando di esservi stati utili, vi auguriamo una buona creazione di impresa.

 

 

Rosalba Mancuso

Fonti delle immagini:

http://www.softwareperagenti.it/dbsoft/mandanti.htm

http://www.venditori.ws/

 

 

Articoli correlati:

  • Aprire una agenzia di rappresentanza. Seconda parte.Aprire una agenzia di rappresentanza. Seconda parte. Riprendiamo a parlare di come creare un’impresa di rappresentanza, proseguendo con l’analisi della concorrenza. Dopo esserci soffermati sui dati delle presenze web delle aziende di […]
  • Aprire una agenzia di rappresentanza. Quarta parte.Aprire una agenzia di rappresentanza. Quarta parte. Dopo aver esaminato il personale necessario ad un’impresa di rappresentanza, la forma giuridica e le nicchie di mercato in cui è possibile realizzare un’attività remunerativa, proseguiamo […]
  • Aprire una agenzia di rappresentanza. Quinta parte.Aprire una agenzia di rappresentanza. Quinta parte. Nel proseguire la nostra trattazione relativa all’avvio di un’impresa di rappresentanza, intendiamo analizzare il trattamento fiscale delle provvigioni maturate a favore del rappresentante […]
  • Aprire una agenzia di rappresentanza. Prima parte.Aprire una agenzia di rappresentanza. Prima parte. Con questo nuovo argomento di impresa, approfondiremo un settore che non conosce crisi e che sembra essere in continua crescita, contando su un basso numero di competitor: le imprese o […]
  • Aprire una agenzia di rappresentanza. Terza parte.Aprire una agenzia di rappresentanza. Terza parte.  Un’agenzia di rappresentanza plurimandataria, ha più possibilità di guadagnare vendendo prodotti di più aziende e di diverse categorie merceologiche, ma un’attività di questo tipo […]
  • Quali sono i settori anticrisi?Quali sono i settori anticrisi? Buon lunedì, il 2012 in particolare ed anche il 2013, non saranno certamente annate eccezionali per l'economia italiana, come purtroppo anche per buona parte dei paesi europei. Per un […]

Altri articoli :