Diventare fotografo dei vip ed aprire una agenzia fotografica. Terza parte.

aprile 9, 2011 | Libera professione

Dopo aver parlato della formazione necessaria per diventare fotografi, vogliamo suggerirvi anche di non disdegnare l’aggiornamento continuo che potrete realizzare semplicemente scaricando dal web tool e guide gratuite che vi insegnano ad affinare le vostre tecniche di fotoritocco. Per i fotografi di matrimonio sarà anche necessario imparare le tecniche di ripresa video ed il montaggio in cui si taglieranno le parti di filmato inutili e si aggiungeranno degli effetti grafici, testuali e video alle immagini. Ricordate che per avere successo in questo mestiere dovrete affinare sempre il vostro talento.

DIVENTARE FOTOGRAFO : I CORSI

 

Per trovare dei corsi online gratuiti di fotografia digitale e fotoritocco, basta inserire sui motori di ricerca la parola chiave: “lezioni gratis fotoritocco”, ne troverete a decine e tutti utili e davvero interessanti. Eviteremo di indicare i link perché li troverete indicando esattamente le parole che vi abbiamo indicato. Per il montaggio video è consigliabile frequentare dei corsi omonimi che possono anche essere gratuiti. Si tratta di quelli finanziati dal Fondo Sociale Europeo ed organizzati dagli enti di formazione professionale accreditati dalla Regione. Per conoscerli basta consultare il sito della propria Regione di residenza. Il web può essere un’utile risorsa anche per trovare dei programmi freeware di montaggio video in modo da esercitarsi ed acquisire abilità e velocità. Un modo per esercitarsi a casa, a costo zero, nel montaggio video è usare il programma Windows movie maker. Comunque nell’esercizio della professione dovrete imparare ad usare dei software professionali che costruiscono parte dell’investimento economico per la messa in opera della vostra attività. Nelle righe che seguono indicheremo gli attrezzi necessari per il vostro lavoro ed il relativo costo. Le macchine fotografiche oggi sono quasi tutte digitali, cioè permettono di scaricare le foto direttamente su dispositivi digitali, come il pc.

DIVENTARE FOTOGRAFO : LA SCELTA DELLA MACCHINA FOTOGRAFICA

 

La macchina fotografica ideale del fotografo professionista deve possedere una risoluzione molto elevata ed essere in grado di catturare le immagini anche in condizioni ambientali difficili, come immagini di cronaca, foto naturalistiche. L’immagine non deve essere mossa o sfocata. Molto dipenderà dalla bravura del fotografo, ma l’ausilio di un buon dispositivo di lavoro è in grado di fornire un supporto fondamentale. E’ anche vero che i grandi fotografi hanno saputo scattare delle foto spettacolari anche con macchine fotografiche rudimentali. Quindi la macchina fotografica deve essere considerata un indispensabile attrezzo di lavoro, ma non l’autore delle foto, perché l’autore dello scatto sarà sempre il fotografo e non la macchina. La macchina fotografica digitale si chiama reflex e comprende modelli per amatori, modelli semi professionali e professionali. Con il termine “reflex” si intendono delle macchine fotografiche digitali composte da un sistema di mira formato da uno specchio posto a 45° rispetto all’obiettivo e da un pentaprisma che ha il compito di raddrizzare le immagini. Lo specchio si solleva al momento dello scatto per poi richiudersi producendo il caratteristico click. Durante il movimento dello specchio il soggetto non è più visibile al fotografo, ma con il vantaggio di vedere esattamente l’inquadratura dell’obiettivo che si rivela utile per le foto a distanza ravvicinata, per l’uso di obiettivi intercambiabili e di teleobiettivi. Il costo di una reflex digitale professionale, cioè realizzata in modo da poter essere utilizzata quotidianamente, supera i 1000 euro e va da un minimo di 1200 a 2000 euro e oltre. Non vogliamo soffermarci sulle marche più o meno valide che vi saranno consigliate certamente dal rivenditore. Per scattare delle immagini professionali da pubblicare sulla stampa basta anche una reflex con un sensore da 6 Megapixel. Il sensore da 10-12 Megapixel serve per pubblicare l’immagine in “doppia” cioè su due pagine affiancate di una rivista. Le reflex professionali sono molto veloci, permettono cioè di scattare un certo numero di foto al secondo. Sono in grado di resistere alle intemperie ed ai maltrattamenti. Hanno un autofocus ( capacità di messa a fuoco automatica) migliore, ottimo mirino ed il corpo bilanciato per i teleobiettivi. Questi dispositivi permettono di ampliare l’inquadratura anche quando il soggetto è lontano dal fotografo. I fotoreporter ed i fotografi di gossip vanno quasi sempre in giro muniti di reflex più teleobiettivo. Il teleobiettivo professionale è il 600 mm luminoso, ma non sempre serve, anche uno minore ed una reflex semiprofessionale consentono di ottenere dei buoni risultati con il vantaggio della compattezza e della comodità del dispositivo. Le reflex professionali, sono, infatti, più pesanti. Il costo di un teleobiettivo di 200 mm è compreso tra 500 e 1200 euro, un 400 mm può superare anche i 1700 euro. Link utili per conoscere le caratteristiche della macchina fotografica ideale sono:

http://www.dphoto.it/200904271523/corso-fotografia/come-scegliere-la-propria-reflex-digitale.html e

http://www.reflexdigitali.com/, da cui abbiamo tratto alcuni dati.

 

Rosalba Mancuso

Fonti immagini:

blognotizie.info

dphoto.it

 

 

 

 

Articoli correlati:

Altri articoli :