Aprire un’agenzia debiti : offrire assistenza ai debitori od alle vittime di situazioni debitorie. Seconda parte.

maggio 25, 2011 | Fare impresa

Benvenuti al secondo appuntamento con il reportage dedicato alla creazione di un’agenzia debiti. Nella prima parte avevamo introdotto una definizione di questo tipo di attività, la tipologia di clienti a cui si rivolge, l’eventuale profilo della concorrenza, per lo più rappresentata da studi libero professionali che da imprese sotto forma di agenzia debiti vera e propria. In questo articolo proseguiremo ad esaminare altri aspetti dell’attività, da come trovare clienti, a quante agenzie debiti esistono effettivamente in Italia, percorso burocratico da seguire per avviare l’impresa e forma giuridica della società. Se non riusciremo ad esaudire tutti gli argomenti in un solo articolo, li distribuiremo nella varie puntate successive. Per cui non temete: alla fine del reportage avrete un quadro chiaro e completo di come lavorare.

APRIRE UNA AGENZIA DEBITI : IL MERCATO

 

Intanto per incoraggiare gli intraprendenti a valutare l’idea di creare un’agenzia debiti, inizieremo a fornire alcuni dati sulla effettiva distribuzione della concorrenza riferita alle sole agenzie con questo profilo. Effettuando una ricerca sul web abbiamo notato che la key “agenzia debiti” restituisce in tutta Italia più di 2 milioni e seicentomila risultati. Il numero abnorme di pagine su questo argomento è dovuto al fatto che trattandosi di un’attività recente, molte agenzie spendono molto in pubblicità sul web ( metodo da tenere presente per trovare dei clienti). Altro dato che ci sembra utile riferire è che il settore delle agenzie debiti ha iniziato a diffondersi da poco, molti siti, infatti, risalgono appena allo scorso anno. In questi risultati sono compresi comunque anche studi associati in cui operano diversi professionisti, come avvocati e commercialisti. Con questi numeri anche il settore delle agenzie debiti sembra essersi saturato in tempi brevissimi, cioè in appena 12 mesi e stando sempre ai numeri, ne sarebbero nate più di due milioni. Ma si tratta di dati che non devono affatto spaventare. Nel contesto economico in cui viviamo si assiste sempre più spesso alla saturazione di interi segmenti imprenditoriali. Ciò è naturale in un’economia di mercato dove prevale l’iniziativa privata. Tutti vogliono ed hanno bisogno di lavorare ed è normale che pensino di investire in settori che presentano degli elevati fabbisogni di mercato. Quello dei debiti è un settore dove esistono milioni di persone che hanno bisogno di consulenza. Per cui l’idea di fondare un’agenzia debiti ci sta tutta. Ma per evitare di inserirsi in un contesto troppo concorrenziale, bisogna tutelarsi con alcune fondamentali strategie. Molte agenzie debiti cercano clienti sul web che raccoglie una fetta molto ampia di concorrenti. L’agenzia debiti, invece, per iniziare con il piede giusto, dovrebbe abbinare la consulenza alle problematiche debitorie del cliente ad altri servizi forniti dai singoli componenti della stessa.

APRIRE UNA AGENZIA DEBITI : COME ORGANIZZARSI

 

Trattandosi di avvocati e commercialisti, sarebbe utile creare uno staff tra professionisti che operano già da qualche anno e che possono contare su un buon pacchetto di clienti. Come si può notare, in questo articolo stiamo contemporaneamente spiegando come battere la concorrenza e come trovare clienti. Un’agenzia debiti si può fondare anche da zero, ma come qualsiasi impresa che parte da zero richiede un periodo più o meno lungo di messa a regime. Per accorciare questo periodo, servono: un buon investimento pubblicitario e la disponibilità a fornire al cliente una prima consulenza gratuita. Alcune agenzie debiti hanno iniziato a fornire consulenza telefonica gratuita ad un elevatissimo numero di clienti, circa duemila. Tra questi, che magari hanno trovato utile il consiglio, ci sono stati coloro che hanno richiesto delle prestazioni a pagamento per risolvere controversie che comunque richiedono l’assistenza obbligatoria di avvocati e commercialisti. Se il risultato della prestazione avrà esito positivo, il cliente, tramite il passaparola, fornirà all’agenzia altri clienti. L’agenzia dovrà abbinare alle prestazioni di servizi in ambito territoriale, anche quelle in ambito web. Le due modalità di lavoro non si escludono l’una con l’altra, anzi serviranno ad integrare i margini di guadagno. Ma pensare di costruire un’agenzia debiti solo online, a nostro parere, non è una buona idea per iniziare a guadagnare e trovare clienti. Il web italiano sconta ancora una certa arretratezza culturale dove sempre più navigatori e potenziali clienti vanno a caccia di prodotti e servizi poco pagati. Il core business di un’agenzia debiti dovrà anche puntare sulla territorialità ed agire in ambito locale. Diventare un punto di riferimento per i clienti di una determinata area geografica permetterà di assumere autorevolezza e credibilità. Ma per riuscirci bisogna iniziare a svolgere un’attenta analisi del mercato locale di riferimento. Segue…

 

Rosalba Mancuso

Fonte immagine:

style.it

mutuoprestito.blogspot.com

Articoli correlati:

Altri articoli :