Avviare un’attività senza soldi : avviare piccoli business senza capitali. Terza parte.

maggio 31, 2011 | Fare impresa

Nella puntata precedente, abbiamo cominciato a vedere alcuni esempi di piccoli business che sono stati avviati senza disporre di capitali ma che sono in realtà scaturiti dalla creatività e dall’osservazione di alcuni neoimprenditori.

 

 

Oggi, riportiamo altri esempi di come la creatività e l’osservazione, siano fondamentali quando occorre entrare sul mercato e non si dispongono però di molte risorse.

 

Vendere fiori : la vendita dei fiori a domicilio.

 

 

Un giovane fioraio alcuni anni or sono, riusci a moltiplicare i propri affari andando direttamente in giro a vendere fiori e prendendo ordinazioni per alcune giornate particolari.

 

La storia di Antonio è quella di un fiorario che alcuni anni fà, a cavallo fra gli anni ottanta e novanta, passave le serate andando in giro per ristoranti, night club, discoteche dedicate al ballo di coppia per vendere rose e fiori.

 

Durante il giorno, in possimità delle feste, Antonio lasciava la moglie al piccolo chiosco e si recava negli uffici e nelle fabbriche e prendere ordinazioni per consegnare a domicilio o direttamente sul luogo di lavoro mazzi di fiori, piante, in particolare per le feste di San Valentino, Natale, ecc..

 

Antonio, trasformò un piccolo chiosco sconosciuto in una vera e propria azienda commerciale.

 

Insomma, Antonio mise a frutto la sua capacità di comunicare e riuscì a farsi conoscere ovunque.

Anche quando smise di andare in giro perchè gli anni e la salute non erano più così floridi, Antonio continuava a ricevere ordini da vecchi clienti che anni prima lo avevano conosciuto.

 

Aprire un piccolo business senza capitali : vendere prodotti in conto vendita.

 

 

 

Giuliano, per quasi venticinque anni ha fatto il venditore.

Come dice spesso agli amici, ‘ho venduto un po’ di tutto : prodotti, servizi, ecc.’.

Dopo l’ultimo mandato, durato quasi cinque anni, ha deciso di mollare tutto e mettersi in proprio vendendo direttamente prodotti in conto vendita di altre aziende.

 

Ero stufo di andare in giro a vendere prodotti scelti da altri e di subire le strategie di vendita che altri avevano deciso.

Così un giorno, qualche mese prima di mollare la mia ultima collaborazione, provai a proporre nel tempo libero un prodotto che da tempo stavo valutando.

 

Una piccola azienda artigianale aveva realizzato alcuni prodotti e trovandomi a parlare con il titolare, gli proposi di venderli io direttamente senza impegno per entrambi.

 

Utilizzai il garage di casa mia come piccolo magazzino e mi recai in giro a proporre nel tempo disponibile i prodotti.

Mi resi conto che dopo tre mesi, dedicando solo poche ore alla settimana, riuscivo a guadagnare quasi quanto con il lavoro tradizione che però mi impegnava ben quaranta ore la settimana.

 

Decisi allora di fare il grande passo.

 

Oggi, sono indipendente in tutti i sensi, ho recuperato la mia autonomia e la voglia di di andare in giro a vendere ed anche dal punto di vista dei guadagni, sono riuscito a garantirmi un reddito soddisfacente.

Questi, solo solo due dei molti esempi di persone che si sono reiventate e hanno lanciato il loro piccolo ma grande business che ha permesso loro di cambiare la propria vita e diventare indipendenti.

Torneremo in futuro a presentarvi altre storie di successo.

 

 

Fonte immagine :



pmrealization.it

Articoli correlati:

Altri articoli :