Aprire un negozio per celiaci. Prima parte

Idee per aprire un negozio : aprire un negozio per celiaci.

June 13, 2011 | Fare impresa

La buona riuscita di un’impresa dipende anche dal saper individuare la giusta nicchia di mercato. Quando si parla di nicchia non si deve pensare necessariamente a dei guadagni bassi, ma ad un target specifico che permette di confrontarsi con una concorrenza molto inferiore al mercato di “massa”. Per nicchia si intende, infatti, un settore economico o una categoria di potenziali clienti che per situazioni particolari necessitano di determinati prodotti e servizi.

APRIRE UN NEGOZIO PER CELIACI : PRESENTAZIONE

 

Fanno parte del cosiddetto “target di nicchia” i celiaci, persone affette da una intolleranza al glutine presente nei cereali. Questa patologia interessa ogni anno un numero sempre più elevato di persone che a volte non sanno di averla e la scoprono per caso, quando i fastidi gastrointestinali ed il cattivo assorbimento dei cibi con glutine creano problemi ancora più importanti. Questi soggetti sono obbligati a nutrirsi di alimenti in cui il glutine sia tassativamente assente, quindi pane, pasta, biscotti e tanti altri prodotti che potrebbero contenere il glutine devono essere preparati e venduti senza questa sostanza pericolosa per i celiaci. Da questa premessa avrete già capito che stiamo per parlare della creazione di un’attività riservata ai celiaci: il negozio di prodotti per persone intolleranti al glutine, o “negozio per celiaci” appunto. Sul web questa parola chiave spopola ed in tanti vorrebbero intraprenderla come attività, ma notizie vere in merito ne circolano poco, a parte delle sostanziose introduzioni e dei preamboli che alla fine invitano a comprare in kit formativo dove si spiega come avviare questo tipo di negozio. Per carità, ognuno sul web è libero di vendere quello che vuole, non stiamo qui a giudicare, perché il lavoro è un diritto per tutti. Noi in questa sede “venderemo” la nostra conoscenza per spiegare ai lettori come creare un negozio per celiaci.

COS’E’ UN NEGOZIO PER CELIACI

 

Con questo termine si intende un punto vendita aperto al pubblico destinato alla commercializzazione di prodotti alimentari senza glutine. Un negozio per celiaci rientra, dunque, nell’attività di somministrazione di alimenti e bevande. Con l’abolizione del Rec, il Registro degli esercenti il commercio, l’attività di somministrazione di alimenti e bevande richiede solo il possesso di determinati requisiti da comunicare al Comune con la dichiarazione di inizio attività e poi alla Camera di Commercio della provincia dove avrà sede il negozio. I requisiti per aprire il negozio sono: possesso del diploma di scuola alberghiera o equivalente o superamento di un esame dopo aver frequentato un corso professionale o aver esercitato per almeno due anni, negli ultimi 5 anni, attività di somministrazione di alimenti e bevande come dipendente di negozi o come coadiutore o collaboratore familiare. Queste le regole generali dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande. Nel caso del negozio per celiaci non bisognerebbe disdegnare lauree in scienze biologiche o della nutrizione o in dietologia, in modo da fornire al cliente tutte le informazioni sanitarie di cui ha bisogno. Per aprire il negozio servono solo i requisiti richiesti dalla legge, ma una preparazione scientifica permette di fornire al cliente un servizio di informazione chiaro e completo sul prodotto che andrà ad acquistare. Non a caso alcuni titolari di negozi per celiaci si avvalgono della collaborazione e della presenza in negozio di consulenti scientifici, biologi, dietologi e nutrizionisti in grado di orientare in modo corretto le scelte di acquisto della persona affetta da celiachia. Inquadrato il percorso burocratico da seguire per avviare il negozio, bisognerà rendersi conto delle effettive dimensioni del mercato. Una buona fonte di informazione in tal senso è rappresentata dall’Associazione Italiana Celiachia, sito web www.celiachia.it che rende noti gli ultimi dati sulla diffusione di questa patologia che colpisce un italiano su 100. Inoltre, uno studio italo-americano su 3.500 persone seguite per 15 anni, pubblicato sulla rivista Annals of Medicine, rivela che celiaci non si nasce, ma lo si diventa. Nell’arco di tempo preso in esame dallo studio si è scoperto, infatti, che l’incidenza della celiachia è passata da un caso su 500 ad un caso su 100. Tra le cause della patologia, che può svilupparsi anche in età adulta o avanzata, anche l’eccessivo consumo di frumento contenente glutine tossico che porta i consumatori a diventare progressivamente e definitivamente intolleranti a questa sostanza. Lo studio ha rivelato anche che l’incidenza della celiachia è in costante aumento. Nel 2003 il numero di pazienti con intolleranza al glutine è stato di 1 ogni 133. Continua…

 

Rosalba Mancuso

Fonti immagini:

guadagnorisparmiando.com

dietesane.com

 

Articoli correlati:

  • Aprire un negozio per celiaci. Terza parteAprire un negozio per celiaci. Terza parte
    Proseguiamo il nostro reportage dedicato alla creazione di un negozio per celiaci esaminando altri aspetti che potrebbero rivelarsi utili per la messa a regime dell’attività. Nella seconda puntata ...
  • Aprire un negozio per celiaci. Quinta parteAprire un negozio per celiaci. Quinta parte
    Nella scorsa puntata dedicata sempre al tema dell’apertura di un negozio per celiaci, ci siamo soffermati sulla fornitura dei prodotti che rappresentano la parte centrale dell’investimento e su...
  • Aprire un negozio per celiaci. Quarta parteAprire un negozio per celiaci. Quarta parte
    Nella scorsa puntata, esaminando attentamente una disposizione normativa del Ministero della Salute, siamo riusciti a capire, più o meno indirettamente, quali attrezzature fossero necessarie per a...
  • Aprire un negozio per celiaci. Seconda parteAprire un negozio per celiaci. Seconda parte
    Benvenuti alla seconda parte del reportage dedicato alla creazione di un negozio per celiaci. Se ricordate, nel nostro primo articolo sull’argomento, abbiamo dato la definizione del tipo di attivit...
  • Aprire un negozio redditizio : quale negozio aprire?Aprire un negozio redditizio : quale negozio aprire?
    Aprire un negozio di successo : i settori più interessanti. In questo post e nella successiva puntata, cercheremo di prendere in considerazione un settore che in questo momento sta fortemente cres...
  • Aprire un’erboristeria. Seconda parte.Aprire un’erboristeria. Seconda parte.
     Anche la distribuzione delle erboristerie che vendono on line, si presenta piuttosto omogenea sul territorio nazionale e sulle piattaforme web. Di solito si tratta di erboristerie che vendono ...

Altri articoli :

Comments (1)

 

  1. upnews.it scrive:

    Aprire un negozio per celiaci. Prima parte | AffariPropri.com…

    Aprire un’attività di nicchia in un settore oriantato ad un tipo particolare di consumatori. La buona riuscita di un’impresa dipende anche dal saper individuare la giusta nicchia di mercato. Buona lettura….

Leave a Reply

Chi siamo

Affaripropri pubblica foto e video presi dalla Rete Internet facendo attenzione a non violare diritti d'autore.

Nel caso ravvisiate utilizzo improprio di testi ed immagini, scriveteci e provvederemo immediatamente alla rimozione del materiale.