Cambiare vita : tornare ad essere i protagonisti.

luglio 22, 2011 | Formazione personale

Molti individui giungono ad un certo punto della propria esistenza in cui smettono di guardare al futuro, di avere dei sogni, di sperare di migliorare la propria esistenza. Anzi, rimuovono ogni possibile velleità, ogni possibile ambizione e così, ogni passione viene messa da parte!

La mente stessa ed il corpo, probabilmente per difendersi da ulteriori delusioni e sconfitte, chiudono i loro orizzonti, innalzando una barriera con la vita stessa e portano così la persona a trascorrere il resto della sua vita come quello spettatore distratto davanti ad un finestrino del treno dove : i paesaggi, le vite, le immagini e le emozioni, gli scorrono davanti ma il suo corpo e la sua mente sono quasi assenti.

E’ sicuramente un meccanismo difensivo, quello di lasciare perdere, di non preoccuparsi di fare di meglio, insomma : pensare solo a sopravvivere, a tirare a campare!

 

Quando si smette di vivere

Milioni di persone aspettano di vivere le proprie emozioni solo in maniera centellinata e solo in alcune specifiche occasioni.

Si finisce così per passare tutta la settimana ad aspettare l’arrivo del weekend oppure qualche giorno di festa comandata.

Tutto il resto dell’esistenza, viene ridotta ad un puro esercizio di sopravvivenza.

Ci si trasforma come quegli automi che limitano la fuoriuscita di energia e sono programmati solo per le ordinarie.

Tutto il resto del proprio tempo, è privo di ogni segno di vitalità!

Si tende a rifugiarsi nel proprio mondo virtuale, un piccolo mondo fatto di sicurezze blindate, di emozioni preconfenzionate all’interno del quale troviamo :

la playstation, la partita di pallone e qualche sparuto hobby.

Insomma, quando gli individui arrivano a crearsi una barriera artificiale, dentro la quale vivere una vita al di fuori del pericolo rappresentato dalle emozioni forti, dalle ‘pericolose passioni‘ e da tutte quelle possibili illusioni, la nostra mente ci porta a difenderci , con la conseguenza di ridurci in quello stato di apatia e rassegnazione e così, la maggior parte della gente, molto spesso ancora in età giovane, finisce per capitolare alla vita ed a ciò che essa è in grado di offrire.

 

Saper vivere : vincere la paura delle emozioni.

Quando smettiamo di sognare e di guardare al futuro, finiamo per diventare come quel fiore reciso che staccato dalle sue radice, dal suo nutrimento vitale, nel giro di poco tempo, comincerà ad appassire e morire.

Le emozioni ed i sogni, fanno parte della nostra vita e sono essi stessi la linfa della nostra esistenza.

Chiuderci a queste emozioni, blindarci dietro la nostra monotona esistenza, con il tempo ci porta ad arenarci come le balene che finiscono la propria vita spiaggiate sulla costa dopo aver perso l’orientamento.

Mantenere in vita le emozioni ed i sogni, è una terapia, una ragione per vivere e migliorarci, facendo del bene a noi stessi e conseguentemente agli altri.

Andrea Figoli

fonte immagini :

mondoecoblog.com

pantalina5872.wordpress.com


Articoli correlati:

Altri articoli :