Cogliere ora le opportunità : ‘tempus fugit.’

luglio 3, 2011 | Redazionale

Buon lunedì,

 

ascoltando involontariamente i discorsi di due signore sedute ad un tavolino di un bar accanto al mio, mi sono reso conto di quanto siamo bravi a raccontarle ed a raccontarcele.

 

Una delle signore diceva che una sua giovane amica si era trasferita negli Usa per lavoro un anno prima ed ora, si stava per sposare.

In un anno, la sua amica aveva coronato sia il proprio sogno professionale che quello sentimentale e le due amiche ora al bar, insieme commentavano la cosa :

se avessi dieci anni di meno anch’io partirei immediamente….’

‘se non avessi il problema che sono sposata sarei già sull’aereo …’

(ma se la signora ha passato quasi tutto il tempo a parlare male del proprio marito alla sua amica, aggiungendo anche che forse si sarebbero lasciati a breve! Mah!).

Non è la prima, nè la seconda volta che sentiamo questi discorsi.

E’ solo l’ennesimo esempio di discorsi inconcludenti, di scuse banali che nel corso della nostra vita abbiamo l’occasione di ascoltare e che molte molte (chi più o chi meno) facciamo con il solo scopo di mascherare e mascherarci.

Il coraggio delle scelte: se non ora, quando?

 

Riflettevo sul significato di questa frase che negli ultimi mesi è diventata poi uno slogan politico.

Ho provato a sterilizzarlo del valore che ha acquisito ultimamente (slogan politico) per ridarle il significato originale :

le scuse per non fare, per non cambiare, sono sempre pronte anche di fronte all’evidenza, alla voglia di cambiare che emerge ma, ancor più rapidi, arriviamo prima noi a soffocare il rinato spirito/desiderio di rimetterci in gioco con nuove ed attrezzate scuse, anche le più improbabili per non fare nulla.

 

Tempus fugit (il tempo fugge) e le occasioni perdute non ritornano.

 

Saper cogliere le opportunità è importante ma ancor di più, è necessario cominciare ad essere sinceri con noi stessi, smettendola di crearci alibi inesistenti che servono solo a mascherare le nostre insicurezze e le nostre paure.

E’ bene pertanto cominciare ad uscire allo scoperto e presentarci per come in realtà siamo, perlomeno con noi stessi.

Questo, può essere l’inizio di un vero cambiamento che ci potrà portare molti vantaggi e farci così godere di più la vita ed apprezzare veramente quello che ci offre giorno per giorno.

 

Buon lavoro.

 

Andrea Figoli

 

Articoli correlati:

  • Cogliere le opportunità.Cogliere le opportunità. Cambiare In quanti sanno o vogliono davvero farlo? E' sufficiente ascoltare ciò che la gente, di ogni età, estrazione e sesso esprime, per capire come il lamento sia ormai sempre più […]
  • Cambiare vita. Riprendersi la propria vita.Cambiare vita. Riprendersi la propria vita. Nella prima parte, abbiano evidenziato come il cambiamento sia un aspetto della nostra vita, talvolta indispensabile, per permetterci di raggiungere sempre nuovi obiettivi ed uscire da […]
  • Voglio cambiare vita. Cosa ci spinge a cambiare vita.Voglio cambiare vita. Cosa ci spinge a cambiare vita. A tutti noi, capita sovente di percepire quell'insoddisfazione che accompagna l'esistenza di tantissime persone che sono vicine a noi ed anche quei soggetti che casualmente incontriamo […]
  • Come vivere una vita. Ricominciare a vivere.Come vivere una vita. Ricominciare a vivere. Ricominciare a vivere, non è solo uno slogan ma per molte persone, vuol dire anche reimpostare e riposizionare la propria esistenza su nuovi parametri ed adottare un metodo nuovo per […]
  • Se non ora quando.Se non ora quando. Dedicare un po di tempo ai nostri progetti, ai nostri sogni, senza rinviare continuamente al futuro. Fra qualche anno, cosa resterà dei nostri sogni, delle nostre ambizioni, delle nostre […]
  • Diventare mediatore. La mediazione nell’era di Internet.Diventare mediatore. La mediazione nell’era di Internet. Buon lunedì, l'economia, la politica, i rapporti sociali fra le persone ed i gruppi, ecc., tutto, senza eccezione di sorta, è influenzato dall'arrivo del Web che sta mutando e […]

Altri articoli :