Aprire un centro di medicina estetica e di dimagrimento. Settima parte.

agosto 19, 2011 | Fare impresa

 

Nella scorsa puntata abbiamo continuato a parlare dell’investimento per aprire un centro di medicina estetica, abbiamo presentato una lista sintetica delle attrezzature necessarie allo svolgimento delle prestazioni e indicato alcuni link di società di progettazione di centri di medicina estetica. Abbiamo anche indicato una cifra per la spesa del canone di locazione, creando un quadro il più possibile completo di tutto gli aspetti concernenti questo tipo di impresa e che completano altre peculiarità indicate nelle scorse puntate: formazione, forma societaria, procedure burocratiche per la costituzione della società. Non ci siamo soffermati su altre definizioni prettamente medico sanitarie, su norme e prescrizioni igieniche, perché già segnalate nel reportage relativo al centro polidiagnostico.

APRIRE UN CENTRO DI MEDICINA ESTETICA : I MACCHINARI.

 

In questo articolo, dunque, vorremmo soddisfare la curiosità di molti che desiderano conoscere i prezzi di vendita delle attrezzature medicali in modo da avere un’ulteriore idea dell’investimento da sostenere. Ci proveremo. Una macchina per la depilazione a luce pulsata, da usare nei centri di medicina estetica, nuova chiaramente, costa 26 mila euro. Per quanto riguarda gli apparecchi a radiofrequenza bisogna sottolineare che ne esistono di diversi tipi. Vengono usati in dermatologia per trattare diverse zone del corpo che presentano rilassamento cutaneo come viso,
collo, doppio mento, braccia (per correggere la lassità della zona inferiore), mani (per ridurre la lassità della pelle), glutei (per rassodare), cosce (per la cellulite), ma anche per trattare l’acne del viso e curare la seborrea. A differenza del laser, gli apparecchi a radiofrequenza non lasciano cicatrici e gli effetti del trattamento sono reversibili. Nel sito di un dermatologo, il Dott. Matteo Cagnoni, a cui abbiamo tratto i dati degli apparecchi a radiofrequenza, si spiegano le caratteristiche di questi prodotti. “Nei laser ablativi – si legge nel portale – si cerca una temperatura di 80 gradi mentre in radiofrequenza a 6 MHZ sono sufficienti 55-60 gradi.La radiofrequenza in dermatologia estetica è stata inizialmente utilizzata per contrastare il rilassamento cutaneo, per il ringiovanimento del viso e per attenuare le rughe. Successivamente questa metodica è stata estesa anche ad altri distretti cutanei con notevole successo.
Esistono diversi apparecchi a radiofrequenza, mono e bipolari, con modalità di trattamento diverse tra loro ma risultati assolutamente sovrapponibili
”. Questa specifica, dunque, vi permetterà di capire se acquistare apparecchi a radiofrequenza monopolari o bipolari. Gli apparecchi bipolari non ragiungono la profondità della pelle, mentre i monopolari penetrano negli strati più profondi del derma. Un apparecchio a radiofrequenza costa circa 17 mila euro. Gli apparecchi laser, invece, si usano per realizzare trattamenti di epilazione, lesioni vascolari  e ringiovanimento cutaneo. Gli apparecchi laser usati per la laserterapia servono anche per trattare la cellulite, per fisioterapia in caso di infiammazioni, dolori articolari e per problemi della pelle. Piccoli apparecchi professionali, che vengono usati anche per i trattamenti a domicilio costano circa 2500 euro. Ma gli apparecchi medicali per laserterapia da usare nei centri di medicina estetica, realizzati secondo le norme di sicurezza in vigore, costano anche 12 mila euro.

Per realizzare un buon investimento, nel caso del centro di medicina estetica, bisognerà puntare più alla qualità delle attrezzature che al prezzo. Attrezzature non conformi alle norme di sicurezza possono, infatti, danneggiare i pazienti, portare alla chiusura dell’attività e alla radiazione dall’Ordine dei Medici. I costi delle attrezzature, da quello che abbiamo potuto appurare, si aggirano nell’ordine di parecchie migliaia di euro. Per trovare nel dettaglio tutto quello che serve in un centro di medicina estetica, vi consigliamo di consultare questo link http://www.tecnologiemediche.com/?gclid=CJqY4by6gKoCFewJtAodqnVeyw che elenca esattamente le attrezzature medicali per la medicina estetica. Troverete la descrizione e tutta la documentazione tecnica. Per conoscere i prezzi, selezionate poi la tipologia di apparecchio e cercatela su un sito di questo tipo: www.doctorshop.it/Catalogo.aspx?IDC=TR-1-03-01,

un portale dedicato alla vendita di dispositivi medici. Si troveranno tutti i prezzi delle varie attrezzature medicali, del vestiario, degli attrezzi chirurgici e per la sterilizzazione. L’investimento in attrezzature medicali, da solo, comprenderà una spesa minima di 50 mila euro a cui aggiungere arredo e tutto il resto. Ecco perché nella scorsa puntata vi abbiamo consigliato di rivolgervi a società di progettazione specializzate. Un’alternativa alla riduzione dei costi, privilegiando sempre i dispositivi medicali di qualità, può essere il noleggio, che permette, pagando un canone periodico, di ammortizzare la spesa. Un’azienda che offre in noleggio attrezzature medicali per centri di medicina estetica è reperibile a questo sito: www.rentmedicalbeauty.it.

 

 

Rosalba Mancuso

Fonte immagini:

Matteocagnoni.it

Articoli correlati:

Altri articoli :