Quale attività aprire in tempi di crisi? E come impostare la propria attività?

Quali sono i settori che reggono durante la crisi?

August 5, 2011 | Fare impresa

In momenti di incertezza e di crisi generale, alcuni settori tradizionali sembrano reggere più di tanti altri; addirittura, alcuni vanno in controtendenza rispetto alla situazione generale.

L’agricoltura, dopo aver visto per un lunghissimo periodo un continuo calo del numero dei suoi occupati, comincia, proprio nel periodo più difficile per l’economia generale, a veder crescere il numero dei giovani imprenditori agricoli ed anche del numero dei suoi occupati.

Anche altre attività tradizionali, legate sopratutto all’artigianato tradizionale ed ai mestieri che sembravano destinati a scomparire, stanno offrendo piccoli/piccolissimi nuovi spazi a giovani e meno giovani imprenditori che hanno riscoperto professioni e mestieri che proprio in piena era dello sviluppo della Rete e dei servizi del terziario avanzato, sono riusciti a crearsi una propria realtà.

Cosa aprire in tempi di crisi?

Il fatto di vivere in un periodo di crisi globale, dominato anche da una fase di incertezza generale, porta molti individui a fare scelte più profonde ed attente, sicuramente meno massificate ma che tengono conto di un’analisi reale delle esigenze delle persone ed anche di una ricerca più attenta alla qualità della vita.

In una fase di pieno sviluppo (come in certi periodi del passato), la corsa ad occupare posizioni di rilievo ed aprire attività più alla moda, rappresenta la normale tendenza di una società e di un’economia che vede i propri personaggi cercare di ricoprire quelle posizioni che vengono considerate di maggior prestigio.

Ma, in un periodo in cui la situazione generale ci obbliga a rallentare il ritmo ed a diventare maggiormente riflessivi, si guarda sopratutto a quelle attività ‘tradizionali’ e non che rispondono a quei bisogni primari ed essenziali ai quali, in ogni caso, ogni individuo deve far fronte periodicamente.

In sostanza, se il reddito delle famiglie e la capacità di spesa di molte imprese e professionisti tende a ridursi nei periodi di crisi e di incertezza, occorre anche definire quali sono i prodotti ed i servizi che rimarranno in ogni caso nella priorità dei consumatori.

Produrre e vendere in tempi di crisi.

Non basta pertanto individuare solo i settori ed i prodotti/servizi da vendere, anche se questo, rappresenta comunque un primo step fondamentale della nostra analisi.

Che cosa aprire e cosa vendere.

Bisogna anche individuare il contesto, la modalità in cui proporsi.

Ad esempio, produrre prodotti agricoli in una piccola impresa o realizzare manufatti artigianali nel proprio laboratorio od avviare/rilevare un laboratorio di calzolaio, ecc, comporta anche capire che i consumatori di oggi sono cambiati rispetto al passato e così, anche le loro abitudini.

Pertanto, per promuovere e vendere i propri prodotti e servizi, occorre farlo in un’ottica completamente nuova che tenga in considerazione questi mutamenti e prenda in esame anche tutte quelle nuove forme di vendita e nuovi modi di rapportarsi con i clienti.

Serve adattare la produzione e la vendita dei quei prodotti e servizi tradizionali al nuovo modo di vivere e consumare delle nuove generazioni, altrimenti si rischia di fallire.

Un agricoltore/allevatore, dovrà sempre più utilizzare le nuove tecnologie per farsi conoscere ed aderire anche a quelle forme di commercializzazione (G.A.S, vendita diretta, Web, botteghe specializzate, ecc.) che in passato i vecchi produttori agricoli non usavano.

Anche un nuovo artigiano calzolaio, potrebbe dover inventarsi nuove forme di marketing per contattare nuovi clienti che sono al di fuori del suo quartiere/zona (le massaie che erano le clienti con cui si rapportava sono rimaste in poche e pertanto, è necessario rivolgersi a tutti quelli che oggi sono nuovi interlocutori presenti).

Insomma, il ritorno e la riscoperta di molte professioni e mestieri tradizionali, deve anche passare attraverso l’attuazione di nuove strategie di promozione e vendita dei propri servizi/prodotti.

Fonte immagine :

rethinkamerica.blogosfere.it

Articoli correlati:

Altri articoli :

Leave a Reply

Chi siamo

Affaripropri pubblica foto e video presi dalla Rete Internet facendo attenzione a non violare diritti d'autore.

Nel caso ravvisiate utilizzo improprio di testi ed immagini, scriveteci e provvederemo immediatamente alla rimozione del materiale.