Quale attività aprire oggi? Prima parte.

agosto 18, 2011 | Fare impresa

Osservando gli spot pubblicitari in televisione, è possibile comprendere  molte più cose di quanto possa molte volte offrire un’analisi parziale del mercato che spesso, in alcuni casi ci può portare fuori rotta quando cerchiamo di capire in quale direzione guardare per avviare un business di successo

Trenta o quaranta anni or sono, la pubblicità di passeggini, biberon, pannolloni per bambini,  prodotti ed alimenti per ragazzi, era la protagonista delle campagne pubblicitarie televisive e sui vari giornali.

Aprire un’attività redditizia: che cosa è successo?

Se invece prendiamo in considerazione le pubblicità che oggi passa in quantità sempre maggiore sui media tradizionali (tv, giornali, ecc.), ci rendiamo conto che le promozioni, sono sempre più indirizzate verso un pubblico di mezza età ed anziani.

Cioè un target di popolazione completamente differente rispetto a quello di due o tre decenni fa.

Dalla pubblicità che parla di dentiere che non si staccano grazie ad una colla resistente, sino alla promozione di assorbenti  femminili che permettono alla giovanile signora di ballare e fare molte conquiste; ai supporti per permettere a persone anziane e disabili di muoversi (salire le scale, fare il bagno, spostarsi per la strada); dai bifidus agli integratori per donne che hanno bisogno di calcio (menopausa e periodo della terza età), ecc., ci rendiamo immediatamente conto a quale tipo di mercato e target si rivolgono in misura sempre maggiore e con sempre maggior frequenza le aziende.

Senza parlare del successo della pillolina blu utile per tutti quegli uomini che vogliono tornare a recuperare la virilità e  senza dimenticare quelle promozioni che fanno riferimento a soluzioni per il trapianto di capelli e le lozioni anticaduta per quei maschi che non possono invecchiare e devono per forza rimanere competitivi.

Quale attività aprire : dove si sta spostando il business?

Per il mercato e quindi per le imprese che investono, diventa sempre più importante quel segmento di popolazione non più giovane ma che vuole e pretende di rimanere protagonista e si aspetta dal mercato soluzioni che gli permetta un miglioramento della propria condizione.

Ecco che entriamo così in un segmento commerciale ampio o meglio ancora, enormemente vasto che comprende tutti quei prodotti e servizi rivolti ad una larga fascia della popolazione di età, sesso, estrazione sociale differente ed accomunata però da una serie di esigenze comuni.

Tutto questo, è il risultato di un cambiamento nei consumi che è anche il figlio di una metamorfosi che la nostra società sta subendo e che sta coinvolgendo ormai ogni soggetto indistintamente.

Se da una parte sono entrate in crisi molte attività che in passato erano le protagoniste, oggi, aumentano i punti vendita di attrezzature per disabili ed anche le farmacie sono sempre piene di clienti/consumatori; per non parlare degli integratori e delle vitamine  che ormai si possono trovare al centro degli scaffali di ogni centro commerciale.

Anche il turismo ed il tempo libero, vedono come protagonisti queste nuovi gruppi sociali.

Dalle crociere, ai corsi di ballo latinoamericano, sino ad arrivare alle agenzie matrimoniali che mettono sempre più al centro queste fascie di età.

Che cosa aprire? O meglio, che cosa fare?

A volte, non si tratta neppure di aprire nuove attività.

Potrebbe essere sufficiente riconvertire alcuni business verso segmenti diversi e quindi, guardare ad un pubblico differente ed a esigenze che prima non si erano neppure prese in considerazione.

Ad esempio, il ballo e le sale che prima erano sedi di discoteche per ragazzi, oggi vedono questi nuovi protagonisti intenti ad incontrarsi e socializzare.

Per ogni imprenditore, diventa pertanto fondamentale adattarsi a questi nuovi assetti e cavalcare le nuove realtà.

In periodi in cui è facile lamentarsi per la crisi e la mancanza di spazi, guardare verso queste nuove esigenze potrebbe anche  risultare una importante opportunità.

Continua.

Fonte immagine :

medicinalive.com

Articoli correlati:

Altri articoli :