Quanto vale un sito Web e come calcolare il valore di un sito.

agosto 16, 2011 | Finestra sulla Rete

Ogni giorno, nascono continuamente sempre nuovi siti e nello stesso momento, molti altri siti vengono abbandonati o chiusi per vari motivi.

 

Tra le cause più diffuse, spicca :

 

la scarsa redditività del progetto;

 

il mancato interesse da parte dei promotori a continuare ad aggiornare il sito;

 

l’impossibilità per i gestori di continuare l‘attività per altre varie ragioni : mancanza di contenuti, fuoriuscita di alcuni promotori, ecc..

 

In conseguenza di questo, molte piattaforme Web (siti commerciali, blog,ecc), alcune delle quali anche con contenuti interessanti ed ottime indicizzazioni sui motori di ricerca, vanno ad arenarsi e poco tempo dopo il loro abbandono, cominciano a perdere valore e visibilità.

 

Spesso, di tratta di blog con contenuti molto od abbastanti curati, con centinaia ed talvolta, migliaia di pagine di contenuti originali ed oltre naturalmente ad aver ottenuto un buon livello di fidelizzazione da parte di utenti.

La domanda per i fondatori di questi siti è :

 

è possibile vendere un sito avviato sul mercato ? E quanto può essere il suo valore?

 

Chi puo essere interessato ad acquistare un sito?

 

Come calcolare il valore di un sito ed in particolare dei suoi contenuti?

 

Migliaia di blogger hanno avviato con passione moltissimi siti che trattano di una miriade di contenuti.

 

La stragrande maggioranza di questi siti, è a carattere volontario e non professionale.

Nonostante ciò, molte volte, i contenuti risultano essere molto curati e lo stesso sito, è riuscito anche a piazzarsi bene come posizionamento sui motori di ricerca.

 

Ma quando un sito(o il suo fondatore) per varie ragioni entra in crisi e vuole venderlo, come può determinare il valore e sopratutto come vendere il sito e a chi?

 

In passato, sul nostro sito mandilo.it, abbiamo cominciato a trattare questo argomento e ci siamo resi conto che sul web, moltissimi blogger hanno intenzione di abbandonare il proprio progetto e sarebbero disposti a cedere il proprio sito anche a cifre molto abbordabili.

 

Ma perchè comprare un blog avviato?

 

 

Ma perchè un editore Web od un’azienda, dovrebbe comprare un sito(blog) avviato e quali sono quindi i vantaggi immediati che potrebbe ottenere da questa operazione?

E quali sono le strategie di rilancio di un sito web appena acquisito?

 

Cominciamo a prendere in considerazione le opportunità che un’azienda privata ha nell’acquistare un sito od un blog già avviato.

 

Ipotizziamo che un’impresa vinicola, un’attività del settore alimentare, ma anche un assessorato al turismo, abbiano la necessità promuoversi in particolare sul Web ed devono raggiungere due obiettivi in tempi rapidissimi:

un canale di comunicazione come ad esempio un blog aziendale;

 

ottenere spazi pubblicitari su siti di settore;

 

e che il tutto, si potrebbe facilmente e parzialmente raggiungere sin da subito con l’acquisto di un blog già pronto ed avviato, magari proprio uno di quei siti che hanno espresso l’intenzione di chiudere o passare la mano.

Quindi, un sito che dispone di quelle caratterisitiche richieste dai potenziali compratori.

 

Da oggi, sul forum di affaripropri.com è possibile per coloro che intendono vendere il proprio sito o stanno cercando una piattaforma Web già operativa da poter utilizzare da subito (anche con con qualche modifica), inserire le proposte e le richieste in uno uno spazio (il forum) che è nato anche per permettere l’incontro di differenti esigenze e trattare anche l’acquisto/la vendita di siti.

 

Si continua nella seconda parte, cercando di indentificare quali sono gli elementi che occorre considerare nella valutazione di un sito ed analizzando anche le varie tipologie di piattaforme Web per capire quali sono quelli che potrebbero essere maggiormente commercializzati e quali sono le caratteristiche che li contraddistinguono.

 

Continua.

 

Fonte immagine :

 

tomsblog.it

Articoli correlati:

Altri articoli :