Aprire un portale per la vendita di mutui.

settembre 8, 2011 | Finestra sulla Rete

Le opportunità di avviare un’attività sulla Rete stanno crescendo.

E fortunatamente, non parliamo solo di una moda o di una tendenza temporanea.

Buona parte del business tradizione sta sempre di più guardando alla Rete come luogo dove sviluppare iniziative e trovare clienti in numero sempre maggiore.

Aprire un’attività on line redditizia.

In questo post, prendiamo in considerazione l’opportunità di creare un portale per la promozione di mutui on line.

Esistono già progetti di successo in Rete, alcuni dei quali, sono presenti da tempo e fatturano cifre di tutto rispetto.

Le caratteristiche di un portale di mutui on line.

Si tratta di siti che permettono all’utente di confrontare in maniera semplice ed immmediata le varie proposte (alcune decine) di differenti istituti bancari.

Il modello di business del sito, è quello di un grande borker o meglio, di un mediatore creditizio di grande portata.

Le banche hanno l’opportunità di avere una vetrina ed un canale di commercializzazione in continua espansione e sono consapevoli che una fetta del loro fatturato nel segmento mutui, passerà sempre di più da queste piattaforme on line.

L’azienda che gestisce un portale di mutui, è oggi un’impresa che dispone di risorse tali da permetterle una visibilità per poter ricevere richieste di preventivi ed anche una credibilità spendibile nei confronti degli istituti di credito.

Per poter esercitare l’azione di mediazione, occorre essere iscritti come mediatori crediti all’Albo.

Avviare un portale di mutui on line.

Il tema del budget disponibile per gestire la fase di start up è importante in quanto la promozione che viene effettuata punta a raggiungere una fetta di pubblico che sino ad oggi, ha utilizzato altri strumenti per chiedere preventivi ed accedere a pratiche di mutuo.

Quindi, oltre al Web, per promuovere un portale Internet di mutui on line, si tratta di utilizzare anche tutti quei canali tradizionali quali : radio, tv, giornali, ecc., che permettono di arrivare a potenziali nuovi utenti.

Inoltre, la competizione in un mercato ricco ed in crescita (nonostante un raffreddamento del mercato immobiliare), spingerà i soggetti presenti a cercare di recupere nuovi utenti proprio da quei segmenti maggiormente ‘tradizionali’ che sino ad oggi , non hanno utilizzato il web per operazioni di questo genere perchè ancora restii ad impiegare la Rete per alcune funzioni.

In futuro, la competizione nel settore creditizio si sposterà sempre più on line e vedrà la presenza di vari soggetti : portali istituzionali delle aziende creditizie, broker e mediatori creditizi, piattaforme che si propongono solo come vetrine di comparazione, ecc..

Insomma, un numero elevato di soggetti alla ricerca di un proprio spazio di visibilità on line.

Accanto a questi players, probabilmente, scenderanno in campo ‘i grossi calibri’ dei social network in grado di disporre di un’enorme platea di contatti ed iscritti per non parlare delle informazioni che dispongono sulle preferenze personali e sulle scelte dei singoli utilizzatori di questi social.

Pertanto, aprire una piattaforma di mutui on line, è un progetto che va avviato disponendo però della capacità e delle risorse necessarie, oltre che di una visione utile a traghettare questo tipo di business verso tutta quella serie di nuovi cambiamenti che sono ancora da venire.

Fonte immagine :

blitzquotidiano.it

Articoli correlati:

Altri articoli :