Il coraggio di cambiare : rivedere il proprio modello di business.

settembre 20, 2011 | Fare impresa

Stanno avvenendo grandi cambiamenti in tutti i settori economici.

I momenti di crisi, sono utili anche a capire se un modello di business che sino ad oggi ci ha permesso il raggiungimento di determinati obiettivi, è ancora valido o meno oppure, merita invece una verifica od in alcuni casi, serve rivedere completamente il tutto.

Se anche colossi come HP, leader nel settore dei pc per la parte hardware, ha deciso di abbandonare completamente questo ramo di attività ed anche la Fiat che da azienda saldamente ancorata in Italia, sta ormai guardando altrove, forse, è bene prendere atto che in certi momenti è anche necessario mettere in discussione quelle che per molto tempo sono state delle certezza quasi assolute.

Se anche le grandi multinazionali decidono di mettere in discussione completamente i propri modelli di sviluppo e le strategie per il futuro, anche una piccola o micro realtà, ha il dovere, in determinate situazioni, di rivedere i suoi obiettivi e quelle scelte decise in passato se si accorge che i risultati e le prospettive non sono più le stesse.

 

Quando un piccolo business cambia strategia.

A volte, è più facile cambiare per una multinazionale che nel corso di decenni ha impostato il proprio business in una determinata direzione che per un piccolo imprenditore, dopo molti anni di attività, dover prendere atto che un certo modo di lavorare e fare impresa, è finito.

La gestione personale di una piccola azienda, implica talvolta aspetti che non sono solo propriamente ‘aziendali’ ma vanno anche a coinvolgere un insieme di fattori personali che non sempre i soggetti interessati (piccoli e medi imprenditori) dopo anni di questa attività, sono pronti a cogliere e ad accettare.

Il coraggio di cambiare e guardare verso il futuro.

Sono numerosi i casi di imprese che chiudono perchè sino alla fine, l’imprenditore si è intestardito a ‘tenere duro’ anche quando da tempo era chiaro che quel modello di business era terminato.

E’ più facile per una multinazionale fare delle scelte radicali, anche se ciò implica enormi costi iniziali ed anche rivedere la propria struttura in maniera drastica che per un piccolo e medio imprenditore che per anni e decenni ha operato in una certa modalità ed ora, deve prendere atto che il suo ‘mondo’ non ha più un futuro.

Il management di una multinazionale è organizzato per la gestione di un’azienda mentre il piccolo imprenditore, vive in maniera emotiva e personale ogni aspetto della vita della ‘sua creatura’.

Spesso, addirittura lega la sua consizione a quella della propria impresa.

Ogni cosa, ha un’inizio ed una fine!

Anche un modello di business ed una strategia che negli anni è andata via via migliorandosi e perfezionandosi, può e deve essere messa in discussione!

Sopravvivere e rilanciare il proprio business anche in maniera diversa da prima, significa manter vivo il proprio sogno e ritornare in molti casi a diventare più forti e presenti di prima.

In questi periodi, saper resistere è una capacità lodevole.

Saper cambiare : è una necessità ed una virtù fondamentale!

Fonte immagine :

risorseimmobiliari.it

Articoli correlati:

Altri articoli :