Scappare all’estero : aprire un’attività all’estero.

settembre 11, 2011 | Redazionale

 Buon lunedì,

in parecchi dei nostri post, abbiamo approfondito le tematiche relative all’apertura di un’attività all’estero (Ungheria, Repubblica Domenicana, Moldavia, Svizzera, Romania, ecc.), sui vantaggi ed anche sulle relative criticità che ne derivano.

Ma cosa spinge molte persone a mollare tutto o comunque, a cambiare residenza, a stravolgere le proprie abitudini per cominciare una nuova avventura, spesso anche a migliaia di chilometri dal proprio paese di origine?

Se vogliamo dare una risposta oggettiva, non si può pensare che il tutto sia solo riconducibile alla ricerca di un migliore guadagno .

Dobbiamo pertanto approfondire e cercare quelle che sono le motivazioni più forti che spingono molte persone a fare queste scelte radicali.

 

Perchè scappare all’estero.

Abbiamo raccolto un bel po’ di testimonianze, sia dirette, cioè parlando con le persone che hanno fatto questa scelta, sia indirette, andando a cercare sul Web le numerosissime risposte che appaiono in molti siti dedicati.

Per molti, scappare significa rinascere e ricominciare un percorso nuovo con nuovi entisiasmi e motivazioni.

Per parecchi altri, tutto questo ha significato riprendersi la propria vita e ricominciare a viverla veramente, eliminando tutta una serie di storture che impedivano ai protagonisti di vivere e godere della propria esistenza in maniera vera e libera.

Occorre però anche ricordare che ricominciare una nuova vita, richiede anche una serie di motivazioni che non si limitano a qualche breve entusiasmo che dura l’arco di qualche settimana o qualche mese ma questa scelta, deve essere il risultato di un percorso di analisi e successive scelte che vanno ponderate sino a giungere ad una proposta di nuova vita che possa soddisfare pienamente.

Non sempre è facile ricominciare da un’altra parte ed è per questo che prima di prendere la decisione finale serve predisporre un piano.

Una exit strategy per mollare la vita precedente e gestire la fase di passaggio, può avere una durata variabile a seconda della situazione personale di ogni individuo.

Il secondo aspetto, riguarda la nuova collocazione e come sviluppare un’attività profittevole che ci permetta di vivere in maniera più che dignitosa.

Anche questo punto merita una precisa attenzione perchè oltre alle problematiche di avvio di un’impresa che già da sole presentano le loro criticità, dobbiamo ricordarci che stiamo anche andando a vivere in un paese nuovo e che ha tutta una serie di regole scritte e non scritte.

Trasferirsi all’estero : predisporre un piano serio.

Proprio per questa ragione, confermiamo che è bene procedere seguendo un vero e proprio piano di cambiamento della nsotra vita che prenda in considerazione ogni aspetto.

Affaripropri.com, questa settimana, proprio per rimanere in tema, presenta tra le altre cose l’opportunità di aprire un’attività in Serbia.

Anche nelle settimane successive, continueremo con altri approfondimenti della stessa tematica.

Buon lavoro.

Andrea Figoli

Articoli correlati:

Altri articoli :