Professionisti di successo : trovare clienti per il proprio studio.

novembre 10, 2011 | Libera professione

La recente liberalizzazione delle tariffe per tutti professionisti, va ad aggiungersi alla possibilità di promuovere la propria attività come già da un provvedimento  preso in passato e tutto questo, dovrebbe portare (forse) tutti i professionisti a confrontarsi con il mercato e con una concorrenza che già esiste e che tra l’altro, è molto agguerrita.

Il numero dei professionisti attivi (avvocati, commercialisti, architetti, geometri, ecc.), è cresciuto negli ultimi anni in maniera progressiva ed è destinato ad aumentare anche prossimamente.

Il mercato reale, da alcuni anni, a causa di una bassa crescita interna, ha messo in difficoltà sia molti grandi studi affermati che in maniera particolare, i giovani professionisti che si sono affacciati da poco tempo alla professione e che hanno la giusta necessità di doversi creare un giro di clienti sufficiente per garantirsi una redditività congrua e quindi, un giro di lavoro adeguato nel tempo.

Le prospettive per un giovane avvocato, commercialista, architetto, ecc., negli ultimi anni si sono pertanto ridotte a causa di questi 2 principali fattori :

bassa crescita economica;

crescita della concorrenza a causa dell’aumento dei professionisti presenti sul mercato.

Trovare clienti per uno studio professionale.

Il primo problema di ogni operatore economico è senza dubbio quello di procacciarsi i clienti.

Anche le attività professionali, non sfuggono a questa legge di mercato.

Molti giovani professionisti per farsi conoscere e cominciare a lavorare, prestano il loro ausilio presso associazioni, consorzi, enti, sindacati, ecc., con l’obiettivo di entrare in un giro di lavoro e di contatti che in futuro, potrebbe portare loro nuovo lavoro e clienti.

 

Promuovere uno studio professionale

Ciò che invece non è stato sviluppato per una serie di ragioni, probabilmente legate all’immagine tradizionale della professione od in molti casi, ad una visione forse un po’ vetusta e limitata che impone al professionista di muoversi solo in certi ambiti e canali, è quella di inziative di promozione nuove che sono già tipiche di tante attività tradizionali.

Non stiamo parlando ovviamente di mettere sul solito piano la promozione di un night club con quella di uno studio commerciale ma sicuramente, essendo la situazione critica, specie per molti studi professionali ed in particolare per quelli gestiti dai più giovani, forse, sarebbe opportuno anche valutare nuove forme di distribuzione dei propri servizi, puntando ad esempio, anche su forma di promozione ‘adeguate’ all’immagine professionale ma in ogni caso, necessarie per portare un po’ più di visibilità ad alcune attività che altrimenti, rischiano di rimanere oscurate nell’angolo per sempre.

Abbiamo parlato in un nostro post dell’iniziativa che sta prendendo piede anche in Italia dell’avvio di studi professionali su strada con vetrine che permettono un contatto con il pubblico ed una visibilità differente.

Avvocati, dentisti ed altre attività, stanno guardando sempre più con attenzione a queste soluzioni.

Per molti professionisti, provare a reiventare la propria professione anche con l’uso delle nuove tecnologie (internet ad esempio) e ricercare spazi di visibilità nuovi e forme di promozione innovativa, potrebbe nel tempo essere la soluzione per uscire da situazioni di precariato e di marginalità a cui molti professionisti oggi sono stati relegati.

Fonte immagine :

comune.apice.bn.it

Articoli correlati:

Altri articoli :