Aprire un centro servizi low cost. Terza parte

dicembre 2, 2011 | Fare impresa

Siamo giunti alla terza parte del nostro reportage dedicato all’apertura di un centro servizi.

La scorsa puntata, abbiamo accennato all’opportunità di creare un business attraverso una rete di centri servizi, collegati  fra loro ed in grado di erogare servizi pacchettizzati e personalizzati sia utilizzando i punti aperti sul ‘livello stradale’ come dei normali negozi, sia impiegando il Web per creare sinergie ed ulteriori contatti con clienti che on line richiedono consulenze e servizi.

Aprire un centro servizi in franchising.

Innanzi tutto, occorre ricordare che in vari settori, già stanno nascendo numerose reti di centri servizi e multiservizi in franchising operanti nei più svariati settori : servizi dentali, servizi aziendali, ecc…

La formula, prevede l’apertura di questi punti aperti al pubblico, non più in appartamenti situati ai piani alti od in centri residenziali.

L’obiettivo attuale, è quello di puntare sui punti di passaggio pedonali (con vetrine sui marciapiedi, in aree urbane trafficate, ecc.), insomma, in tutte quelle aree che godono di ampia visibilità.

La crisi immobiliare che ha portato ad un calo dei costi di locazione per quanto riguarda il settore dei fondi commerciali, ha permesso a molte realtà di optare per uno spazio al piano terra dove prima c’era un negozio piuttosto che collocare questi centri servizi in un anonimo appartamento, sicuramente meno visibile dalla strada e quindi, anche dalle migliaia di persone che transitano giornalmente.

Una scelta di marketing e di strategia che va a braccetto con le migliori condizioni economiche offerte dal mercato  per quanto riguarda la possibilità di locare dei fondi commerciali  in quanto questi ultimi sono meno richiesti e quindi più a buo mercato ed anche da una strategia orientata a ‘sdoganare’ determinati servizi che prima erano conosciuti come : ‘costosi’, ‘riservati ad un’elite’, ecc..

La posizione su strada, permette un approccio più morbido verso un quasiasi potenziale cliente di passaggio che viene attirato dall’opportunità di ottenere un consulto o magari solo un preventivo gratuito rispetto al ‘classico studio professionale’ posizionato in appartamenti di lusso e con un’impatto meno ‘friendly’.

Creare una Rete di centri multiservizi in franchising : da dove cominciare.

Partire con uno o due punti gestiti direttamente, è la base per creare un progetto credibile e potersi poi strutturare meglio e sviluppare successivamente in maniera più ampia la rete di affiliati.

Questo, è un business che si muove contestualmente in due direzioni :

Una rete di punti aperti al pubblico in grado di aumentare di numero nel tempo con la qualità dei servizi erogati che si unisce ad un’offerta anche pacchettizzata, attraverso un listino aperto ad ogni esigenza e per ogni tipologia di cliente finale;

Un servizio aperto on line attraverso un sito studiato sia per un’esigenza interna che permette alle varie sedi sparse di utilizare la piattaforma  Web ed anche  un Brand che  è orientato a mettere a disposizione dei propri clienti i medesimi servizi anche on line ed utilizzare nel contempo la piattaforma Web per creare anche una sinergia fra le le varie sedi.

Il tutto, accompagnato da una filosofia ed un marketing innovativo che punta a richiamare un pubblico eterogeneo ed ampio verso le proprie sedi.

L’analisi e lo studio dei servizi da proporre, è un altro aspetto che deve essere affrontato.

Di questo ed altri punti, torneremo a parlarne nella prossima puntata.

Continua.

Articoli correlati:

Altri articoli :