Creare un sito di annunci. Seconda parte

dicembre 5, 2011 | Finestra sulla Rete

Avviare un sito di annunci, come abbiamo ricordato nella prima parte, sembra a prima vista una cosa semplice e dal punto di vista tecnico, lo è senza dubbio.

Il problema, nasce invece quando si desidera avviare un business redditizio partendo da un’iniziativa di questo tipo che purtroppo, non sempre alla fine riesce a soddisfare i sogni dei tanti neoimprenditori Web.

Nella prima puntata, abbiamo preso in considerazione : come iniziare a strutturare il nostro progetto per evitare di avviare un business senza futuro.

Abbiamo pertanto provato a contare ed analizzare numerosi siti di annunci presenti on line e dopo aver individuato decine di siti dedicati ai vari settori e con dimensioni  e traffico differenti, ci siamo resi conto di quanti competitor e proposte siano presenti in Rete.

Il nostro obiettivo, non è stato quello di conteggiare il numero dei siti, quanto piuttosto quello di segmentare ed analizzare le differenti proposte presenti con lo scopo poi di simulare un’analisi di mercato per avviare un portale di annunci.

Creare un portale di annunci : le cose da considerare.

Nella prima parte, abbiamo indicato quali sono i primi punti che dobbiamo prendere in considerazione in fase di realizzazione del progetto.

Dopo, occorre però definire anche che tipo di sito di annunci intendiamo avviare.

Tanto per essere chiari : creare un sito di annunci dedicato ad un settore specifico? Oppure, avviare un sito di annunci generalista in grado di contenere potenzialmente ogni tipologia di annunci?

Questa scelta, è importante perchè partendo da questa decisione, occorrerà successivamente impostare in una direzione od in un’altra il nostro progetto.

Nella precedente puntata, abbiamo anche ricordato che ‘il budget’ disponibile è vincolante per lo sviluppo del nostro progetto imprenditoriale (come del resto  lo è per ogni tipologia di impresa). Pertanto, in fase di redazione del business plan, sarà necessario capire come direzionare le poche o tante risorse disponibili, verso quelle azioni che serviranno a far decollare il progetto.

Avviare un portale di annunci : la fase critica.

La parte forse più complessa per lo sviluppo di un sito di annunci, è proprio inserita nella fase di start up quando il sito deve raccogliere un numero minimo di annunci per riempire di inserzioni le proprie rubriche e consentire contemporaneamente la visibilità e l’operatività del portale stesso.

Contestualmente, il sito deve anche ottenere una sufficiente visibilità sin dai primissimi tempi per attirare quei visitatori che inseriscono e cercano annunci utili alle loro esigenze.

Queste due azioni : la raccolta degli annunci e la ricezione delle visite, devono andare ovviamente di pari passo ed il successo od il fallimento di un portale di annunci, si misura molte volte già in questa prima fase delicata ma fondamentale per un progetto di questo tipo.

Per questo, è importante riuscire a miscelare le risorse disponibili, i tempi ed effettuare le scelte migliori per il progetto che si intende avviare. Troppo delicata è questa fase che poi, risulterebbe difficile tornare indietro senza conseguenze.

Creare un portale di annunci : lo studio della concorrenza.

Prima di partire, è meglio pertanto capire cosa vogliamo fare ma sopratutto, anche definire cosa possiamo fare in base ai competitor che già sono presenti ed alle loro proposte in Rete e naturalmente, anche alle risorse di cui disponiamo.

Lo studio della concorrenza e dei siti che già sono presenti on line, diventa importantissimo e la mancanza di questa azione, è anche una delle cause della nascita e successiva chiusura di molte iniziative che vengono avviate con tanto entusiasmo ma anche con poca o nessuna preparazione.

In questo momento, sul Web sono già presenti moltissimi siti di annunci con proposte differenti ed illudersi di aggiungere un ennesimo sito che va semplicemente a sommarsi a quelli già attivi, è un azzardo che poi rischia di pagare caro.

Concludendo : prima di partire bisogna identificare quello che già esiste e partendo da questo, strutturare il nostro progetto!

Continua.

Fonte immagine:

Articoli correlati:

Altri articoli :