Creare un’agenzia per trasferirsi all’estero.

gennaio 27, 2012 | Fare impresa

In un momento in cui la ricerca di business redditizi che offrano spazi di crescita e di fatturato interessanti, si fa sempre più spasmodica, a volte, è sufficiente osservare l’evoluzione di alcune attività e tendenze che da tempo sono presenti all’estero, per individuare immediatamente alcune nicchie che ancora oggi, sono poco esplorate e sfruttate.

Nei paesi industrializzati e post industrializzati, un numero sempre maggiore di pensionati, ha nel corso degli anni, programmato di vivere il proprio periodo di vita legato alla terza e quarta età, in paesi diversi da quello in cui sono nati, cresciuti e dove hanno trascorso buona parte della propria esistenza.

Aprire un’agenzia che gestisce la ‘ricollocazione’ ed il trasferimento dei pensionati in altri paesi.

Perché milioni di persone che arrivano alla soglia della pensione in Francia, Gran Bretagna, Germania, ecc., decidono o valutano di trasferirsi in altri paesi per continuare la propria esistenza?

Le motivazioni sono sicuramente differenti e variano da un individuo ad un altro ma potremmo racchiuderle in una serie di punti:

la ricerca di aree che permettano di vivere a costi ed oneri minori e permettano con il reddito disponibile, di accedere a standard di vita superiori;

questo, rappresenta una delle ragioni primarie che spingono molte persone non più giovani a valutare mete come : America Latina, Africa, Paesi Mediterranei, ecc. con lo scopo di garantirsi anni di vita serena anche con redditi non elevati.

La ricerca di paesi e zone con migliori condizioni climatiche e di vita in generale;

La Spagna ed il Sud di questo paese, in particolare, per anni ha rappresentato una delle mete privilegiate per moltissimi cittadini britannici alla ricerca di climi miti e piacevoli per tutto l’anno.

Migliaia di cittadini francesi, hanno optato per alcuni paesi africani (ex colonie francesi) per affinità di lingua e legami con il paese di origine.

Aprire un’agenzia per trasferirsi all’estero : i servizi da offrire.

Perché una persona si rivolge ad un’agenzia per trasferirsi all’estero?

Quando si sta valutando di effettuare un cambiamento globale della propria vita, diventa importante, specie se in età non più giovane, di effettuare scelte appropriate e disporre di un supporto in tutta una serie di fasi che precedono e successivamente, gestiscono il trasferimento della propria residenza in un paese che ha tutta una serie di usanze, leggi e ritmi differenti dal proprio.

Il cambiamento radicale della propria vita in età giovane, non è la stessa cosa che in età avanzata.

Quando ci si trova aventi con gli anni, si ha meno voglia di fare esperimenti e si è meno disposti a rischiare.

Si preferisce quindi affidarsi a persone esperte che hanno gestito numerose situazioni simili e possono offrire consigli e dritte su come iniziare a vivere sin da subito la nuova vita senza traumi ed errori.

Tra le cose da gestire e pianificare nella fase di trasferimento :

trovare un alloggio;

le pratiche relative al cambio di residenza;

l’assistenza sanitaria e come essere ‘coperti’ da questo punto di vista, In età anziana, questo aspetto diventa essenziale e se per un giovane, questo rappresenta un elemento secondario, mano a mano che gli anni avanzano, questo fattore, assume sempre più un’importanza prioritaria;

la gestione delle proprie entrate finanziare attraverso la ricezione della pensione ed altri redditi dal paese di origine;

essere documentati ed informati su tutte le criticità ed opportunità che occorre conoscere su di un Paese in cui ci si trasferisca a vivere;

 

Aprire un’agenzia per trasferirsi all’estero : gli altri soggetti a cui proporre i servizi.

In questa prima parte, ci siamo soffermati prevalentemente sull’opportunità di avviare un’agenzia di servizi a persone anziane e pensionati.

In realtà, la voglia di scappare e mollare tutto, non appartiene solo a persone non più giovani ma interessa prevalentemente e sempre di più giovani e mano giovani in età lavorativa che vogliono trasferirsi altrove per ricominciare a vivere. Ma di questo, continuiamo a parlarne la prossima puntata.

Continua.

Articoli correlati:

Altri articoli :