Come difendersi dai pignoramenti e da Equitalia.

febbraio 2, 2012 | Fare impresa

 

Nei secoli scorsi, le città ed i paesi all’inizio del Medioevo, venivano costruite sui colli per difendersi dalle scorribande dei Saraceni o di qualche esercito germanico di passaggio.

Per non parlare della malaria e di altri pericoli che mettevano a rischio i beni essenziali come : la casa, le proprietà, l’integrità della famiglia e la sicurezza personale innanzi tutto.

Le scorribande di Saraceni e Barbari si fecero sempre più frequenti con i periodi legati alla crisi ed alla caduta dell’Impero Romano.

Dopo quasi 1500 anni, la crisi di un sistema economico e sociale (l’Italia) che è giunto anche a rappresentare la quinta potenza economica mondiale, appena poco più di venti anni fa, vede sempre più persone che sono preoccupate per la sicurezza dei propri beni (case, aziende, terreni, denaro depositato, titoli, auto, ecc.) dall’assalto sempre più forte, non più di bande di Barbari e Saraceni ma da un rischio molto più attuale : Equitalia, i suoi pignoramenti ed altri soggetti che per varie ragioni, anche e sopratutto motivate, potrebbero sottrarre il frutto di ‘accumuli’, risparmi ed accantonamenti avvenuti negli anni passati e nel corso di generazioni precedenti anche grazie ad una normativa ‘aperte’ e ‘favorevole’ a queste organizzazioni.

 

Difendersi da pignoramenti e da Equitalia : cosa fare?

I dati relativi a pignoramenti e cartelle esattoriali parlano di percentuali altissime di connazionali che giungono in certe aree e settori a rappresentare anche il 40%.

Si tratta di numeri e percentuali enormi, conseguenza di una insieme di fattori : crisi, riduzione dei redditi, indebitamenti aziendali e familiari, ecc..

Sono nate così agenzie debiti e studi professionali costituiti anche da avvocati che offrono consulenza per opporsi e gestire meglio determinate situazioni debitorie.

Del resto, ci siamo già occupati in alcuni nostri post di questo settore in passato trattando le agenzie debito e della loro funzione.

Occorre premettere che : i debiti per principio vanno onorati e occorre che le persone nell’ambito della propria vita privata o professionale rispettino quei principi di buon senso e di buona gestione economica che sono tipici ‘del buon padre di famiglia’

Altra cosa, è rimanere vittime di un sistema che favorisce l’indebitamento senza limiti e (molto spesso) senza controlli di persone ed aziende con la conseguenza di mettere questi soggetti in condizioni umane, patrimoniali e reddituali disastrose.

E altra cosa ancora, è cadere nel ‘tritacarne’ di alcune agenzie di riscossione e trovarsi a dover pagare 5, 10 o più volte la somma dovuta dopo soli pochi anni!

In questo post di presentazione dell’argomento, abbiamo voluto evidenziare una delle principali cause di problemi che le famiglie e le imprese si trovano ad affrontare in questa fase critica.

Nella prossima parte, approfondiremo come è possibile agire per tutelarsi in situazioni di difficoltà in questo ambito.

Continua.

Articoli correlati:

Altri articoli :