Inventarsi una truffa : l’altra faccia della crisi.

febbraio 12, 2012 | Redazionale

Buon lunedì,

oggi ci lasciamo prendere dall’ironia e forse, il titolo non risulta essere molto chiaro e quindi, vediamo subito di farci capire meglio.

In un contesto economico nazionale che soffre una crisi che coinvolge ormai tutti i settori e dove in molti ambiti imprenditoriali, purtroppo mancano sia le idee che talvolta anche le competenze imprenditoriali, stupisce come alcuni truffatori, riescano a redigere una truffa basandosi su un ‘ipotetico/finto’ progetto imprenditoriale che in ogni caso, è ben strutturato, secondo un piano ben ideato.

La realizzazione della truffa.

Lo studio del mercato, la definizione di un segmento ben preciso, l’avvio dell’impresa, la realizzazione di un piano di marketing e per la raccolta dei soldi dai clienti secondo una strategia  precisa,  rappresenta  l’esempio di un progetto che se fosse stato realizzato in maniera onesta, probabilmente avrebbe potuto anche trovare spazio sul mercato vero ed essere remunerativo.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/02/09/milano-guardia-finanza-scopre-finto-gruppo-acquisto-solidale-%E2%80%9Ctruffava-clienti%E2%80%9D/190082/

E’ triste dirlo ma pare quasi che alcuni truffatori, siano dei veri e propri imprenditori mancati! O MEGLIO ANCORA, alcuni truffatori, sono dal punto di vista imprenditoriale più preparati di alcuni imprenditori.

La nostra, è naturalmente una provocazione ma il caso sopra evidenziato, non è il solo.

Ci sono sempre più truffe che vengono organizzate e strutturate molto meglio di imprese e business reali.

Questo, la dice lunga sulla solidità di tanti progetti imprenditoriali e sulla capacità di molti imprenditori nell’avviare e gestire le proprie attività.

 

Redigere un progetto imprenditoriale.

La capacità di attuare campagne di marketing e raggiungere un numero elevato di clienti, è comunque il segno di come anche e sopratutto molti truffatori, dispongano di competenze e capacità non certo limitate.

Le truffe scoperte da alcune trasmissioni televisive come : Le Iene, Striscia La Notizia, ecc., ci confermano questa valutazione.

Queste truffe, non avrebbero potuto avere luogo, se non ci fosse stato un piano ben organizzato ed una conoscenza del ‘mercato’ a buoni livelli.

Speriamo almeno che in futuro, alcuni dei prossimi corsi dedicati alle ‘nuove imprese’ ed ai ‘nuovi imprenditori’, non debbano  necessitare della presenza fra i docenti anche  di qualcuno di questi nuovi ‘Arsenio Lupin ‘ della truffa.

Buon lavoro.

Andrea Figoli

Articoli correlati:

  • Divorziare all’estero : aprire un’agenzia di divorzi.Divorziare all’estero : aprire un’agenzia di divorzi. Idee redditizie contro la crisi :aprire una agenzia di divorzi. Torniamo a parlare di quelle attività che vedono crescere il proprio business mese dopo mese in maniera esponenziale: […]
  • Aumentare gli incassi.Aumentare gli incassi. Nel corso delle prime due puntate, ci siamo soffermati sull'importanza di riorganizzare/ristrutturare un'impresa in difficoltà, in particolare, su quanto sia importante molte volte […]
  • Trovare stimoli.Trovare stimoli. Buon lunedì, milioni di persone trascorrono la propria vita o comunque buona parte di essa in un totale immobilismo, sballottati da una parte all'altra senza alcuno stimolo e reazione, […]
  • Affrontare la realtà.Affrontare la realtà. Buon lunedì, portiamo oggi l'esperienza maturata nella consulenza d'impresa(nei numerosi e diversificati casi incontrati e gestiti) per affrontare alcune criticità a cui vanno incontro […]
  • Rimandare a domani.Rimandare a domani. Buon lunedì, abbiamo ripreso uno slogan ben conosciuto dal pubblico che negli ultimi tempi ha assunto anche una connotazione partitica non certo per parlare di temi politici ma solo per […]
  • Marketing territoriale e successo personale.Marketing territoriale e successo personale. Buon lunedi', questa settimana, come si evince dal titolo, affronteremo questi due argomenti attraverso due storie di successo. Un business territoriale di successo: Per […]

Altri articoli :