Avviare un sexy shop: conviene ancora?

marzo 28, 2012 | Fare impresa

Negli ultimi 25 anni, in Italia sono nati molte migliaia di negozi di questa tipologia, partendo dalle grandi città, sino ad arrivare ai piccoli centri.

Il sexy shop, non è più considerato un locale ‘scandaloso’ o di serie B come poteva accadere in alcune località 20 anni or sono ma l’accettazione e la diffusione di questi negozi, è diventata consuetudine e la loro diffusione, è oggi capillare.

Nessuno, ormai si scandalizza per l’apertura di un’attività di questo genere anche nei piccoli centri.

 

Aprire un sexy shop : come si sviluppa questo tipo di business.

La vendita di questi prodotti già dai primi tempi, prevedeva l’apertura di punti vendita in aree non propriamente di grande passaggio e senza vetrine esterne, per evitare di ‘turbare’ eventuali passanti e minori.

Internet, come del resto per ogni settore merceologico, ha stravolto il mercato, diventando un luogo dove il giro di affari è cresciuto in maniera esponenziale, attraverso la nascita di numerosissimi siti dedicati.

Nonostante lo sviluppo del Web, hanno continuato a proliferare sempre nuovi punti vendita che si sono sommati ai precedenti e successivamente, la vendita di questi prodotti ha preso campo anche attraverso i distributori automatici che piazzati in varie zone (distributori di benzina, locali di intrattenimento, ecc.) hanno sottratto una quota di mercato ai negozi tradizionali.

Aprire un sexy shop : la situazione attuale

Guardando ai fatti in maniera concreta, possiamo dire che oggi :

  • il mercato relativo a questi punti vendita, in buona parte del Paese, è abbastanza saturo;

  • la redditività media di un sexy shop, non è cresciuta negli ultimi 4 anni;

  • anche se dovessero chiudere (come già sta succedendo) alcuni punti vendita, questi, verranno sostituiti da altri e dal sempre maggior numero di distributori automatici che si stanno diffondendo ovunque;

  • il ‘consumo’ di questi prodotti, non è in crisi, anzi, per alcuni, c’è addirittura una crescita. Cala invece la vendita di videocassette e cresce invece, quella che fa riferimento ad altri oggetti di intrattenimento;

Conviene allora aprire un sexy shop?

Nel 70, 80 % dei casi l’idea è da scartare perché si va incontro ad una concorrenza, specie in aree urbane, molto consolidata.

Anche il settore dei distributori automatici, va considerato molto attentamente, valutando come e quanto la gestione di questo tipo di business richieda costi ed oneri (ore di lavoro, costi di collaboratori, affitti, ecc.) rispetto al potenziale e REALE guadagno.

Si consiglia di studiare bene la propria area e capire come stanno operando i competitor che già sono presenti (quindi, osservare il tipo di offerta al momento presente) e valutare se esistono degli spazi concreti per un nuovo operatore.

Non sarebbe da scartare l’idea di diversificare e studiare qualche nicchia meno battuta e cercare di concentrare in quegli spazi, la propria attenzione per crearsi una visibilità ed un canale commerciale aggiuntivo. Cioè, promuovere qualche soluzione nuova, rendersi più visibili rispetto agli altri.

Infatti, andare a sovrapporsi direttamente ad altre attività, può non sempre dare buoni risultati.

Articoli correlati:

  • Aprire un night club od un locale di lap dance.Aprire un night club od un locale di lap dance. Negli ultimi anni, sono stati aperti centinaia di locali di lap dance sul territorio italiano. Sono sempre esistiti i locali di night club e questa formula innovativa (lap dance) […]
  • Avviare un pet shop : prima parte.Avviare un pet shop : prima parte. Le idee per fare impresa sono davvero tante, dalle più tradizionali alle più innovative. Si possono offrire prodotti e servizi per le persone, ma anche per gli animali. In questa prima […]
  • Avviare un pet shop : seconda parte.Avviare un pet shop : seconda parte.  Per lavorare come titolari di un pet shop, si può decidere di muoversi su diversi fronti, o solo nella vendita di prodotti per animali, dunque attività di commercio all’ingrosso o al […]
  • Aprire un’attività di noleggio di beni e servizi.Aprire un’attività di noleggio di beni e servizi. Guadagnare con il noleggio. Aprire un'impresa di noleggio. Benvenuti nella terza parte di questo argomento. Nelle prime due puntate, abbiamo preso in considerazione il settore del […]
  • Idee per aprire un’attività redditizia. Seconda parte.Idee per aprire un’attività redditizia. Seconda parte. Riprendiamo dalla prima parte dove abbiamo cercato di definire il potenziale mercato di questi prodotti e servizi orientati prevalentemente ad un pubblico costituito di persone della terza […]
  • Aprire un temporary shop.Aprire un temporary shop. Come aprire un temporary shop. Vi sarà sicuramente già capitato di vedere in giro quei negozi che aprono solo per un brevissimo lasso di tempo, spesso, soltanto per poche settimane e poi, […]

Altri articoli :