Quale attività aprire in questi tempi?

marzo 5, 2012 | Redazionale

Buon lunedì,

 

se osserviamo il panorama complessivo delle attività commerciali avviate negli ultimi tempi ed in particolare, quelle che maggiormente hanno avuto la possibilità/opportunità di svilupparsi e rafforzarsi nel tempo, vediamo che in una situazione generale che è un po’ a ‘macchia di leopardo’, cioè non omogenea, sia per area geografica che per settore, le attività che riescono meglio ad affrontare il mercato e la crisi complessiva, sono quelle caratterizzate da questi elementi :

 

  • imprese che non richiedono il sostegno obbligato delle banche o comunque, si appoggiano al credito bancario in maniera limitata;
  • attività che hanno fatto della propria flessibilità uno dei fattori interni e di sviluppo. Questo, significa la capacità di adattarsi di volta in volta, a situazioni e contesti che sono in continua evoluzione. Essere in grado di rispondere ai cambiamenti, alle piccole innovazioni, ai servizi personalizzati, a rivedere quando serve la strategia aziendale, ecc..
  • quei business che sanno individuare una nicchia ancora ‘poco sfruttata’ ed intorno ad essa, riescono a far crescere la propria attività che grazie anche a questa forza, riesce poi anche a ‘toccare’ tutte le altre nicchie più sfruttate e dove la concorrenza è più forte;
  • tutte quelle attività che hanno saputo colmare con la creatività e l’inventiva, quei limiti strutturali che vanno dalla mancanza di capitali, alla presenza di una concorrenza storica e forte nel proprio settore, sino a giungere a ‘reinventare’ alcune soluzioni per il mercato, adattandole alle mutate esigenze dei consumatori/clienti. Questa capacità creativa, se utilizzata nei settori della promozione del proprio business per ottenere maggiore visibilità, nel miglioramento dell’offerta, nell’organizzazione della propria attività, ecc., costituisce il valore aggiunto e la vera differenza con gli altri competitor.

 

Aprire un’impresa con successo : la necessità di maggiore dinamicità rispetto al passato.

 

In pratica, avviare un’attività oggi, obbliga qualsiasi imprenditore a porsi in un atteggiamento ‘meno statico’ rispetto al passato e con la necessità di dover rivedere una serie di parametri tradizionali che, solo alcuni anni indietro, erano considerati sufficienti a permettere ad un’attività di essere lanciata con successo.

 

Il mercato e le condizioni esteriori, sono in continua evoluzione e tutto questo, deve far riflettere ogni nuovo imprenditore di quanto sia importante questo cambio di mentalità e di atteggiamento nell’affrontare le nuove sfide.

 

Buon lavoro.

 

Andrea Figoli

 

Articoli correlati:

Altri articoli :